Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

Mini Imu. Chi, dove e quanto?

Politica

di Daniele Caprio

La mini-Imu è l’imposta per proprietari di prime case che dovrà essere pagata il prossimo 24 gennaio 2014. Il versamento tuttavia non dovrà essere effettuato da tutti i cittadini italiani proprietari di tali tipologie di immobili ma sono interessati solo i cittadini residenti nei luoghi in cui le amministrazioni comunali hanno innalzato l’aliquota per la casa principale nel 2013 sopra l’aliquota ordinaria del 4 per mille. Si tratta comunque di un numero enorme di contribuenti, se si considera che i Comuni in questione sono circa 2375 in tutta Italia.

 

 

Nonostante il Governo abbia abolito la seconda rata dell’Imposta sulla casa con decreto legge 133/2013, a causa della mancanza di copertura nei Comuni che hanno deliberato tale aumento, una parte della quota extragettito dovrà essere garantita ancora dai contribuenti. Gli italiani dovranno infatti versare il 40% delle maggiori aliquote quando, invece, si era annunciato che il superamento dell’Imu non avrebbe più comportato oneri e spese per i cittadini italiani. Il restante 60% sarà coperto invece proprio dal Governo, che è riuscito a trovare nuove risorse.

Sono ben 83 i Comuni abruzzesi dove i proprietari di prime abitazioni dovranno mettere mano al portafogli per pagare la mini Imu. A differenza degli altri anni non sarà un salasso, ma anche per questa volta toccherà l’Imu sulla prima casa, seppur in misura mini. Bisogna dunque provvedere al nuovo saldo del 24 gennaio. Un saldo che, secondo le stime della Cgia di Mestre, potrà oscillare mediamente da un minimo di 60 euro per un appartamento di tipo economico, cioè di classe catastale A3, fino a un massimo di 103 euro per uno A2 di tipo civile. Coloro che dovranno versare maggiori tributi saranno i cittadini di Milano, che potranno arrivare a pagare da un minimo di 87 euro a un massimo di 200. Cifra leggermente superiore a quella dei genovesi, per i quali il conguaglio della mini Imu sarà di 83 euro per una A3 e di 158 euro per una A2, e dei napoletani, che pagheranno da un minimo di 79 euro a un massimo di 152.

Per poter conoscere se il proprio Comune di residenza prevede il pagamento della mini-Imu e per conoscere i relativi regolamenti e delibere è consigliabile consultare l’apposito elenco sul sito riscotel.it

Contatti

IL GIORNALE DI MONTESILVANO

Copyright 2010 -

Testata Registrata presso il

Tribunale di Pescara al n. 10

in data 21/04/2010

 All Rights Reserved.

Montesilvano

Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…