Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  

Notizie Abruzzo

0
Interpellanza Blasioli su postazione 118 a Caramanico: "L'assessore Verì si è impegnata a confermarla dal 31 gennaio in
0
il 26 novembre riunione per la prima volta   ROMA - La Giunta Nazionale, per la prima volta nella storia ultra
0
 il 20 Novembre la Giornata Mondiale dei diritti dei bambini ha compiuto 30 anni Se tutti i bambini del mondo
0
individuato un ragazzo di 22 anni, ecco come è entrato nel conto on line di un signore di Chieti.   Un giovane
0
In Commissione Ambiente alla Camera dei Deputati è stato approvato un importante emendamento al Decreto Sisma proprio
0
Venerdi 22 novembre dalle ore 17,00 presso la Biblioteca Regionale di Lanciano, nello storico Palazzo De Crecchio si
Abruzzo elezioni, ultimi giorni di campagna per un posto alla Regione

 Campagna elettorale fiacca, diversa, molto social. Il 10 febbraio si vota per le regionali, rinnovo del consiglio e della presidenza.

Sono 4 i candidati alla presidenza della Regione per centrosinistra, Giovanni Legnini, per centrodestra Marco Marsilio, per M5s Sara Marcozzi, per Casapound Stefano Flajani. Campagna elettorale diversa, in sordina, molto social e multimediale, non mancano le conferenze e gli incontri, soprattutto, con le associazioni di categoria. Il trend, almeno in apparenza, è quello di abbandonare l'antica usanza del porta e porta del candidato, della 'richiesta su strada' del voto, offrendo spuntini, del contatto diretto con l'elettore, guardandolo negli occhi.

Forse queste elezioni rappresentano il chiaro messaggio che l'approccio è cambiato verso l'elettore, verso chi davvero conta nelle urne, verso chi, in fin dei conti, concederà il privilegio di 'guadambiare' quasi 10 mila euro al mese a chi oggi è un semplice candidato.

Questa atmosfera troppo social appare poco coinvolgente per il cittadino sempre più solo nella quotidianità dei problemi.

La strada viene trascurata, la maggior parte dei candidati preferiscono lasciare la grande piazza, puntualmente, ai big della politica.

Uno sguardo sui diversi fronti.

Legnini, Marsilio, Marcozzi e Flajani hanno sottoscritto, in 4 incontri, con la Coldiretti un documento sul cibo e sull'agricoltura.

Si tratta di un Manifesto politico in cui l’organizzazione agricola traccia proposte ed emergenze dell’agroalimentare abruzzese.

I 4 candidati presidenti firmano anche il documento politico promosso dal Forum delle Associazioni familiari. Il presidente Bucceroni: “Vigileremo affinché si passi dalle parole ai fatti” C’è la firma di tutti e quattro i candidati alla carica di presidente della Regione Abruzzo in calce al Manifesto Politico promosso dal Forum delle Associazioni familiari dell’Abruzzo, il coordinamento delle varie realtà impegnate a livello regionale nella promozione della famiglia. Una firma che significa un impegno preciso: attuare politiche concrete in favore della famiglia, il soggetto da rimettere urgentemente al centro di scelte amministrative e legislative di lungo respiro. Il documento è stato presentato nei giorni scorsi dai rappresentanti del Forum ai quattro candidati Giovanni Legnini, Marco Marsilio, Sara Marcozzi e Stefano Flajani, che hanno così scelto di sottoscriverlo. Nel manifesto, in particolare, si rimarca il problema della denatalità, che ha investito pesantemente anche l’Abruzzo: da circa quarant’anni i tassi di fecondità sono molto bassi - 1,24 figli per donna nel 2017 nella nostra regione - di gran lunga inferiori al tasso di sostituzione di 2,2 figli per donna necessario a garantire il semplice ricambio tra le generazioni. Nel 2017 i nuovi nati in Abruzzo sono stati 9521 a fronte di 15348 decessi, con un saldo negativo di 5827 (fonte Istat). “Quasi il 90 per cento dei giovani italiani – riprende Bucceroni - vorrebbe avere due o più figli, ma fare un figlio è la seconda causa di povertà in Italia. Per questo, mettere i giovani nella condizione di formare una famiglia è la strada per riaprirsi alla speranza”.

Pd contro visita a scuola di Giulianova del ministro Bussetti

“Comprendiamo le ragioni che spingono i massimi rappresentanti del Governo nazionale a presidiare l’Abruzzo in vista del voto di domenica, considerata l’inconsistenza politica dei loro candidati, ma che un Ministro dell’istruzione utilizzi le nostre scuole come campo di propaganda elettorale è inaccettabile”. Con queste parole Renzo Di Sabatino, Segretario regionale del Pd Abruzzo, interviene per commentare la visita, prevista per stasera alle 19, del Ministro Bussetti all’Istituto d’istruzione Superiore “V. Crocetti – V. Cerulli” di Giulianova.  

“La scuola pubblica è un’istituzione sacra, libera e indipendente – continua Di Sabatino – ed è gravissimo che un Ministro della Repubblica italiana venga a fare campagna elettorale nei luoghi dell’istruzione e dell’insegnamento. Perché è esattamente questo ciò che è in programma per oggi: un comizio elettorale all’interno di una scuola. Il Ministro non ci venga a raccontare, infatti, che sarà a Giulianova è solo per verificare lo stato dei nostri istituti scolastici e per ascoltare le istanze di docenti e studenti. Bussetti mente sapendo di mentire.  La sua visita, infatti, è stata annunciata così sulla stampa: “All’inaugurazione del nuovo laboratorio del corso di estetica presso l’I.P.S.I.A. Bussetti sarà a disposizione dei docenti per eventuali domande e chiarimenti. Seguirà un incontro con il dirigente scolastico ed il corpo docenti presso l’istituto alberghiero”. Incontro nel quale la candidata alle regionali, guarda caso nelle liste della Lega, Simona Cardinali, che lavora nella scuola, presenterà una relazione del Comitato Genitori sulle scuole cittadine inagibili. Detto questo, possiamo affermare che le ragioni di questa visita del Ministro in Abruzzo sono evidenti, come è evidente, ancora una volta, la scarsa considerazione delle istituzioni che caratterizza gli esponenti di questo Governo Lega-M5S. Dispiace notare, infine, come anche chi dovrebbe tutelare e garantire l’imparzialità delle scuole, nel caso specifico della  “V. Crocetti – V. Cerulli”, si presti a questa passerella elettorale”. 

Incontri del centrodestra, Salvini, Meloni e Berlusconi

Domani, giovedì 7 febbraio, alle ore 17, nella sala del Consiglio comunale della Città di Pescara, in piazza Italia, si terrà la conferenza stampa di coalizione di centrodestra a chiusura della campagna elettorale per le elezioni regionali del prossimo 10 febbraio. Il ministro Salvini a Pianella per incontrare l’area vestina. Giovedì 7 febbraio, con arrivo previsto per le ore 13:30, sarà presente a Pianella Salvini, unitamente ai candidati al consiglio regionale per la Lega, terrà un pubblico comizio per poi proseguire la campagna elettorale in altre località.

Tour elettorale del Presidente Silvio Berlusconi in Abruzzo, a sostegno del candidato Presidente Marco Marsilio e dei candidati di Forza Italia per l’elezione del Consiglio regionale d’Abruzzo. Dopo le visite a L'Aquila e Pescara delle scorse settimane, il Presidente di Forza Italia ritorna in Abruzzo.

  Questo il programma completo:

  Giovedì 7 febbraio

  h.17.00 - Conferenza stampa con i leader del centrodestra presso la Sala consiliare del Municipio di Pescara.

  Venerdì 8 febbraio

h. 11.30 - Passeggiata in Piazza Martiri e a salire per Corso San Giorgio e caffè al Bar San Matteo (Teramo).

  h. 12:30- Incontro con i rappresentanti associazioni di categorie c/o la Camera di Commercio di Teramo.

h.18.30 - Chiusura della campagna elettorale di Forza Italia con il Presidente Berlusconi al Castello Orsini di Avezzano.

Due giorni in Abruzzo per la presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni. Meloni sarà giovedì 7 febbraio all’Aquila, nella frazione di Monticchio, presso il locale Bliss (ex Frida), nella sede che prima del sisma del 2009 era della Multisala Garden. L’incontro pubblico è in programma alle ore 18.

Saranno due, invece, gli appuntamenti previsti per venerdì 8 febbraio: il primo a Teramo, alle ore 17, all’Hotel Sporting, in via Alcide De Gasperi e il secondo a Pescara, alle ore 18,30, in piazza Michele Muzii.

Comitato Nuova Pescara a tre candidati su quattro fa plauso per impegno.

“Un plauso, da parte degli associati alla Nuova Pescara, ai tre maggiori candidati alle imminenti elezioni regionali per quanto detto sulla fusione di Pescara, Montesilvano e Spoltore” Così il comitato Nuova Pescara verso coloro che indica come “maggiori candidati”. Aggiunge, “In diversi confronti, avvenuti con la struttura di Cna, con Confindustria e anche in occasioni pubbliche, Marco Marsilio (centrodestra), Sara Marcozzi (Movimento 5 Stelle) e Giovanni Legnini (centrosinistra) si sono impegnati a porre in essere quanto necessario per rispettare la scadenza del 1 gennaio 2022, data indicata dalla legge regionale per la fusione dei tre comuni”.

Marcozzi e Bonafede con Pettinari nei quartieri a rischio di Pescara

Ieri il candidato Presidente Sara Marcozzi ha mostrato al Ministro della Giustizia Alfonso Bonafede i quartieri più a rischio d’Abruzzo: il Ferro di Cavallo di Rancitelli, via Caduti per Servizio a Fontanelle e Via Passo della Portella in zona Ospedale di Pescara. Accompagnati dal consigliere regionale Domenico Pettinari hanno visitato alcune tra le realtà più difficili della regione.

loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…