Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  

Notizie Abruzzo

0
"I commercianti del centro commerciale naturale sono preoccupati per il futuro delle loro attività e chiedono alla
0
 “Non si può aspettare oltre. La SP27 che attraversa il territorio di Casoli di Atri è abbandonata da tanti anni,
0
Si terrà domenica 8 dicembre la festa per l’accensione dell’albero di Natale più grande d’Abruzzo di Pianella.
0
Locali non più in uso dopo esternalizzazione del servizio cucina poiché i locali erano vecchi e giudicati dai NAS non
0
"Sceglie la Regione a chi affidare il trasporto pubblico in Abruzzo, potrebbe costare più del dovuto, si procede
0
Unione dei Comuni. Presentato il progetto “Obiettivo Sport-Abili” per l’integrazione territoriale dei servizi sportivi
Abruzzo. Pizza patrimonio dell'umanità. Raccolta firme Coldiretti

Coldiretti Abruzzo, per pizza made in Italy sprint finale nei mercati di campagna amica domani raccolta di firme per pizza patrimonio umanita’

Scatta nei mercati di Campagna Amica del week end la raccolta firme per far diventare la pizza patrimonio dell’umanità. Ad annunciarlo è la Coldiretti Abruzzo che domani raccoglierà le adesioni alla petizione in vista del nuovo decisivo round negoziale in programma a Parigi. L’appuntamento è sabato nei mercati di Campagna Amica di: Pescara (via Paolucci, dalle 8.30 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 19.30), Teramo (piazza Madonna delle Grazie, dalle 8 alle 13.00) e San Giovanni Teatino (Galleria Woytila, dalle 8.00 alle 13.00)

La pizza napoletana - sottolinea Coldiretti Abruzzo - dal 4 febbraio 2010 è stata ufficialmente riconosciuta come Specialità tradizionale garantita dall’Unione Europea, ma ora l’obiettivo è quello di arrivare ad un riconoscimento internazionale di fronte al moltiplicarsi di atti di pirateria alimentare e di appropriazione indebita dell’identità. Per questo Coldiretti, collaborando alla petizione lanciata sulla piattaforma Change.org insieme all'Associazione Pizzaiuoli Napoletani e alla fondazione UniVerde, si sta impegnando con una forte opera di sensibilizzazione per far entrare l’arte della pizza napoletana nella lista unesco dei patrimoni immateriali dell’umanità (che ha riconosciuto in passato la Dieta Mediterranea) e garantire pizze realizzate a regola d'arte con prodotti genuini e provenienti esclusivamente dall'agricoltura italiana e combattere anche l’agropirateria internazionale”. Ma la raccolta firme è solo un primo passo per la tutela di un prodotto che dovrebbe essere il simbolo incontrastato della materia prima agricola italiana. L’obiettivo è consentire il reperimento di tutte le materie prime necessarie a produrre una buona pizza sul territorio italiano, a cominciare dalla farina, che potrebbe essere reperita anche attraverso il marchio Fai (firmato agricoltori italiani), i consorzio agrari tra cui il Cadam – che ha già progettato una filiera che dal seme alla farina venga realizzata tutta in Abruzzo e Molise – e alcuni molini locali.

 

Ultima modifica il Venerdì, 26 Febbraio 2016 17:49
loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…