Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Nature concentriche: “I paesaggi della Bellezza: dalla valorizzazione alla creatività”

Cultura/mostre

 

NATURE CONCENTRICHE OTTIENE IL PATROCINIO DELL’UNESCO La mostra evento approda a Caramanico per Settimana di Educazione allo Sviluppo sostenibile Sabato 23 e domenica 24 novembre - Centro visite Paolo Barrasso

La mostra di esordio dell’associazione Culturale Studium Naturae cresce e incassa il patrocinio dell’Unesco per la Settimana DESS dello Sviluppo Sostenibile promosso dall’Unione per sensibilizzare il mondo alla bellezza e alla tutela del paesaggio. Nature Concentriche sarà ospitata dal Centro Visitatori della Valle dell’Orfento “Paolo Barrasso” a Caramanico il 23 e 24 novembre prossimi, grazie ad una sinergia che vede accanto all’associazione che riunisce tantissimi fotografi naturalistici abruzzesi e non, anche CEA Majambiente e il Corpo Forestale dello Stato UTB di Pescara.

Inaugurata il 19 maggio scorso a Pescara, approdata ad Ortona e Sant’Eufemia, arriva a Caramanico per parlare di paesaggio, bellezza e creatività. Questa l’accezione scelta dall’associazione che raggruppa decine di fotografi che iscrivendosi hanno sottoscritto anche uno speciale documento etico, in cui si impegnano a fotografare senza incidere sullo stato dei luoghi e dei soggetti scelti. “I paesaggi della Bellezza: dalla valorizzazione alla creatività”, questa la declinazione della mostra scelta da Studium Naturae per calzare a pennello con l’evento, allo scopo di accompagnare il visitatore alla scoperta di mondi nascosti, per capirne l´importanza e la necessità di tutela.

L´Associazione Studium Naturae, con la quale CEA Majambiente ha deciso di collaborare per la realizzazione dell’iniziativa, ha come mission proprio la tutela e la promozione delle bellezze naturali. L’intento alla nascita era quello di raccontare la natura attraverso la fotografia, rispettandone gli equilibri, catturarne la bellezza per goderne gli effetti e condividerla. L’associazione culturale è nata lo scorso dicembre con il compito di divulgare, tutelare e promuovere tale bellezza a cominciare da quella di casa, fino ad arrivare a paesaggi lontani, a dimensioni parallele.

La Mostra è articolata in sette diverse sezioni (Insetti e Aracnidi, Flora, Anfibi e Rettili, Uccelli, Mammiferi, Paesaggi Naturali ed Astrofotografia) e si sviluppa su un percorso concettuale legato a ben 48 foto in grande formato, raccontate da didascalie di forte impatto emotivo, che guidano il visitatore dal micromondo racchiuso in una goccia d’acqua, attraverso emozionanti scenari e protagonisti naturali, fino alla sconfinata vastità dello Spazio e prevede anche una sezione video di grande suggestione.

Il programma. Si apre sabato 23 alle 9 con un’escursione guidata nella valle dell’Orfento, a seguire incontri con le scuole e apertura al pubblico dell’esposizione. Nel pomeriggio alle 17 la presentazione del Codice Etico per la fotografia e la proiezione dei video annessi alla mostra. La domenica la mostra è visitabile dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18.

I fotografi sono: Federico Artizzu, Roberto Brenda, Antonio Corrado, Chiara Schettini, Serena Di Fulvio, Luigi Alessandro Di Iorio, Nicola Di Sario, Vincenzo Di Vincenzo, Davide Ferretti, Sarah Gregg, Umbertino La Sorda, Tony Peluso, Giacomo Petaccia, Andrea Potere, Fabio Toracchio.

Top News