Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Sale, 5 grammi al giorno. Ridurne il consumo per vivere meglio

Benessere

di Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti

Non consumare più di 5 grammi di sale al giorno. È questa la raccomandazione dell'Organizzazione Mondiale della Sanità dopo che è stato ampiamente dimostrato che il consumo eccessivo di sale nella alimentazione è responsabile dello sviluppo di malattie cardio-cerebrovascolari, tumori, osteoporosi, malattie renali.

Chemioterapia: dall'Inghilterra una cuffia salverà i capelli

 

 

La riduzione del sale nell'alimentazione è una priorità dell'Oms e dell'Unione Europea, nell'ambito delle strategie di prevenzione delle malattie croniche non trasmissibili. Anche se mancano statistiche e dati precisi, , anche in Italia, l’Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN) raccomanda meno di 6 g al giorno perchè la connessione tra eccessivo consumo di sale e conseguenze negative sulla salute è un fatto ormai conclamato.

Secondo ricerche italiane una riduzione del consumo di 5 grammi (quello che si realizzerebbe passando da un consumo medio di 10,8 g di sale (188,3 mmol di sodio) ad un consumo di 5,8 g (100 mmol di Na) permetterebbe una riduzione del 23% degli ictus e del 17 % della malattie cardiovascolari globalmente considerate (Cappuccio, Strazzullo e Pavan).

Top News

Menu principale

Statistiche

Visite agli articoli
33035272