Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  
Scomparso l’ultimo partigiano della eroica “Brigata Maiella”: Nicola Di Rito

 è morto nel giugno di quest’anno nel Delaware. Era nato a Lama dei Peligni (CH) nel 1927.

 

 A divulgare la notizia è Geremia Mancini – presidente onorario "Ambasciatori della fame".

Nicola Di Rito nacque a Lama dei Peligni (CH), il 1 giugno del 1927, da Domenico (cinquantunenne "contadino" figlio di Nicola Vincenzo e Maria Vincenza) e da Maria Concetta Caprara (quarantacinquenne "contadina" figlia di Camillo e Maria Luigia Di Rito). I suoi genitori si erano sposati il 5 novembre del 1908. Prima di lui erano nati: la sorella Giovannina nel 1910 e il fratello Luigi nel 1915 (morto negli Stati Uniti nel 1976). Nicola giovanissimo si trovò a far parte della "Brigata Maiella". Un ricordo indelebile, quello di aver preso parte alla "Resistenza", che lo ha accompagnato per tutta la sua vita. Dovette insistere con i capi della "Brigata Maiella", vista l'età, per poter essere partecipe di quella eroica avventura. Ricordava che lo chiamavano " caporale" e che ebbe l'incaricato di custodire i prigionieri di guerra tedeschi. Ricordava, commuovendosi, ilcoraggio dei suoi capi, gli eccidi, le macerie, di quando fecero saltare un ponte, di quando fecero irruzione per rubare armi e anche degli scontri a fuoco con i nazisti. Negli Stati Uniti si trovò spesso a dover narrare, soprattutto ai giovani, di quella esperienza e diceva sempre: "Le persone guardano la guerra in televisione ma dimenticano cosa è stata davvero quella drammatica esperienza per conquistare la Libertà". Amava anche scrivere poesie sulle sue essere stato un emigrante. Nicola sposò a Lama dei Peligni, nel 1956, Anna. Subito dopo il matrimonio partì per gli "Stati Uniti" e sbarcò ad "Ellis Island" dalla nave "Conte Grande". La moglie lo raggiunse, due anni più tardi, nel giugno del 1958. Dal 1960 Nicola e Anna, non ebbero figli, vissero a New Castle nel Delaware. Qui Nicola lavorò, come saldatore, per la "Abex Amsco". Successivamente i Di Rito si trasferirono a Wilmington nel Delaware dove, Nicola, è morto il 7 maggio del 2019.

"Il tempo sta portando via tutti coloro a cui dobbiamo dire grazie per averci restituito libertà e democrazia. È necessario per questo continuare l'opera della memoria che il partigiano Nicola Di Rito ha portato avanti. Saremo sempre grati alla Brigata Majella e ai suoi partigiani. Tutta Sinistra italiana abruzzese si stringe attorno alla famiglia". Così Daniele Licheri - Segretario Regionale Sinistra italiana Abruzzo Pierpaolo Di Brigida - Segretario Provinciale Federazione di Pescara Sinistra Italiana.

loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…