Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  
C5/Real Dem. Grande squadra che ora lotta per la salvezza in B: ecco perchè.

Il direttore sportivo Enea D'Alonzo, figura esterna della Real dem rivela le ragioni autentiche della 'disfatta' di una grande squadra che nel 2016 vinse 22 partite senza mai perdere per tutto il campionato in B.

 

Oggi la Real dem Pescara, che gestisce il PalaRoma di Montesilvano, dove si allena, rischia di retrocedere in serie C dopo 5 anni di successi.

Quando il talent scout sportivo Enea D'Alonzo prese in mano la squadra, 5 anni fa, la Pescara Real Dem era in Serie C. E già in molti erano pronti per le scommesse sportive, a puntare sul suo successo. E ciò avvenne: nel 2014 conquistò il campionato e la coppa Italia. Promossa in B non perse una partita e dopo 22 vittorie entrò in A2.

Dopo una grande partenza purtroppo la squadra dovette fare i conti con le finanze: la crisi e i mancati introiti, affari su cui la società contava, il peso delle spese incisero fino ad abbassarne il morale.

“Un'iscrizione in serie A2 costa 30mila euro – spiega Enea D'Alonzo – in serie B 15mila” che fa presente “una squadra per poter essere competitiva ha bisogno di 100mila euro all'anno se è in B e il doppio per l'A2”.

Sponsor, Scuola calcio ragazzi, calcio mercato, gestione della struttura palaRoma, “sono queste le attività che svolgiamo e da cui possiamo avere alcune entrate ma le spese sono anche tante, 130mila all'anno, solo per il Palazzetto e basta un mancato introito, pagamento su cui facevamo affidamento e cominciano i problemi”.

Precisa poi il talent scout sportivo, “noi abbiamo sempre partecipato a tutti i campionati nelle diverse categorie, a differenza di altre squadre che preferiscono solo gareggiare in alcune”. Eppure, a detta dello stesso direttore sportivo nel 2016 la società spese meno di tutti gli avversari. Gà ma allora quale fu il segreto della vittoria? D'Alonzo risponde, “Abbiamo avuto la fortuna di avere campioni usciti dalla scuola calcio, più tre anziani molto bravi. Sono stati venduti, richiestissimi da altre squadre.”

Ma la grinta c'è ancora, forse meno serenità rispetto ad all'ora. Sui play out D'Alonzo rassicura “come squadra non molliamo e non lasciamo nulla, sarà il campo a fare la differenza, noi nonostante le difficoltà economiche usciamo sempre a testa alta”.

 

Ultima modifica il Mercoledì, 04 Aprile 2018 18:11
loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…