Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  
Calcio 5. Allenatore Colini lascia Asd Pescara

Patriarca nuovo allenatore. L’Asd Pescara ed il tecnico Fulvio Colini si separano.

La decisione è maturata dopo aver preso atto, anche a seguito dei recenti risultati ottenuti, della chiusura fisiologica di un ciclo sportivo che ha portato questo club a primeggiare nella disciplina nell’ultimo triennio, con la conquista di 5 titoli nazionali (1 Scudetto, 2 Coppa Italia e 2 Supercoppa), e a renderlo il quarto nel Ranking Uefa e il sesto nel mondo nell’anno 2015. La società ringrazia il signor Colini, che ha apprezzato e continua ad apprezzare sia come persona sia come tecnico, per l’impegno, le grandi capacità professionali, la serietà e la passione con le quali ha affrontato in questi anni l’esperienza biancazzurra: insieme abbiamo condiviso grandi sfide, importanti successi e straordinarie soddisfazioni, l’affetto e i rapporti personali resteranno per sempre. Orgogliosi di aver potuto collaborare con l’allenatore più vincente d’Italia, gli auguriamo di cuore le migliori fortune in campo professionale ed umano. La società si riserva, nelle prossime ore, di dare comunicazione del nominativo del nuovo tecnico incaricato

 

Mario Patriarca è il nuovo allenatore del Pescara.

Dopo quattro stagioni il tecnico pescarese torna alla guida dei biancazzurri. L’Asd Pescara rende noto di aver individuato come nuovo guida tecnica Mario Patriarca, che dopo quattro stagioni torna a dirigere la squadra biancazzurra, che nel campionato 2010/11 guidò sino alla finale playoff, eliminando le teste di serie Lazio e Luparense e cedendo alla Marca solo in Gara-4. “In questo momento - ha dichiarato il vice presidente del Pescara Matteo Iannascoli - innanzitutto salutiamo con piena riconoscenza per il suo straordinario operato Fulvio Colini, grazie al quale siamo riusciti ad acquisire quei numerosi successi che oggi permettono alla nostra Società di qualificarsi come una tra le più importanti del panorama nazionale ed europeo. Nello sport, purtroppo, niente è per sempre ma l’affetto e la gratitudine per mister Colini da parte nostra non cesserà mai. Al contempo non posso che essere felice per il ritorno graditissimo di Mario Patriarca che, è stato il primo allenatore a dare impulso e slancio al club biancazzurro, riuscendo ad offrire un contributo essenziale, grazie, soprattutto, a quella fantastica impresa, cementò in un legame d’amore indissolubile, i tifosi pescaresi e il gioco del futsal. Mario Patriarca coniuga, nei suoi principi tecnici, ai risultati il bel gioco e la spettacolarità del futsal, siamo quindi certi che, pur, seguendo un’impronta tecnica molto diversa da quella impostata, con successo, da Fulvio Colini, la nostra squadra potr tornare molto presto a dare quelle soddisfazioni e quelle gioie che tutti gli sportivi di Pescara attendono”. “La mia felicità è assoluta - ha esordito così Mario Patriarca alla notizia del suo nuovo incarico - e non nascondo la mia piena soddisfazione per questo ritorno. Questa è casa mia e seppur lontano, in questi quattro anni, il legame affettivo che provo per questi colori non si è mai interrotto. Ringrazio, quindi Danilo e Matteo Iannascoli, per aver rinnovato nei miei confronti quella fiducia che già in passato hanno manifestato nei miei confronti. Conosco bene l’ambiente e i giocatori che compongono l’attuale rosa del Pescara e questo mi mette nelle condizioni di avere un piccolo vantaggio nel lavoro che mi attende. Sono fiducioso, anche se il tempo per dare un’impronta nuova a questa squadra è pochissimo. Tra meno di 15 giorni avremo un appuntamento delicatissimo e centrale per l’attuale stagione, l’Elìte Round. Sono certo di una piena collaborazione sia da parte dei ragazzi della rosa che dello staff tecnico che mi supporterà. Possiamo far un buon lavoro ma dobbiamo farlo in fretta e per questo non potremo risparmiarci e dovremo lavorare con l’intensità massima possibile. Rivolgo, inoltre, un appello a tutti i tifosi del Pescara, perché siano numerosi quando ci troveremo di fronte ad avversari di prima caratura. Sarà la prima volta che questo sarà possibile, vista la squalifica del campo che ha impedito agli sportivi pescaresi finora l’accesso alle gare. Ci attende un’impresa al limite dell’impossibile, battere il Barcellona, ma tutti uniti, squadra, tifosi e società, possiamo giocare a viso aperto.con qualche avversario. Facciamo in modo che questo evento contribuisca al rilancio delle nostre ambizioni”.

Ultima modifica il Giovedì, 09 Novembre 2017 19:11
loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…