Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  
Banner orsini
banner di stefano
de martinis
fidanza
forconi
Futsal. Italia Argentina 3-3

di Massimo Iori

Grande prova della nazionale italiana di calcio a 5 che pareggia con i campioni del mondo in carica dell’Argentina per 3 a 3 in un Pala Giovanni Paolo II al completo.

 

Domenica nella prima partita del triangolare tra le nazionali di Italia, Argentina e Bosnia gli azzurri sotto la guida del neo Ct Alessio Musti, hanno affrontato la selezione albiceleste del Ct Lucuix davanti al pubblico delle grandi occasioni, che Pescara e l’Abruzzo hanno sempre saputo offrire a questo sport.<p< Prima del fischio di inizio c’è stata una commovente e sentita commemorazione del giocatore brasiliano Rogerio, scomparso nell’agosto del 2017, al quale il Comune di Pescara ha voluto intitolare con una targa la curva est del palazzetto. Rogerio aveva vestito le maglie del Montesilvano laureatosi campione d’Europa, del Pescara con la vittoria di scudetto, coppa Italia e super coppa, della Real Dem Montesilvano.

In avvio di partita le due formazioni si sono affrontate studiandosi, con l’Italia un po’ più aggressiva e l’Argentina che cerca di sfruttare tutti gli spazi del campo con manovre ampie, per poi mandare nell’uno contro uno e al tiro giocatori come Borruto, Rosa, Taborda Rescia e lo stesso capitano Leandro Cuzzolino che gli appassionati locali conoscono bene perché militano o hanno militato recentemente nella massima serie del campionato italiano. E’ l’argentina all’ottavo minuto ad aprire le marcature con Maxi Rescia, ex Pescara C5 campione d’Italia, che sfrutta un pallone perso dalla difesa azzurra.

Risponde Marcelinho in sforbiciata con Sarmiento, portiere argentino, che devia in corner negando il gol capolavoro al giocatore del Pesaro.

L’Italia si riorganizza cerca di non subire la pressione alta a rubare palla degli Argentini in fase di impostazione e allo scadere del primo tempo con capitan Ercolessi prende il palo a Sarmiento battuto, poi su schema di punizione perfetto ad aprire la difesa avversaria, a pochi secondi dal termine, centra il gol con De Oliveira, pareggiando il risultato. Lo stesso capitano manda in vantaggio gli azzurri con un tiro che passa sotto le gambe di Sarmiento. Subito dopo il Pescarese capo cannoniere del Napoli Calcio a 5 Cesaroni marca la terza rete per l’Italia rubando palla e trafiggendo in corsa il portiere dell’albiceleste. L’Agentina reagisce dopo la doccia a freddo del doppio vantaggio azzurro e comincia a macinare gioco, spesso costringendo l’Italia ad abbassarsi, ma trova sempre pronto il portierone azzurro Mammarella. Lucuix inserisce quindi negli ultimi minuti Tripodi come portiere di movimento e la mossa da i suoi frutti a meno di un minuto dallo scadere, con Brandi che segna una doppietta, liberato al tiro ravvicinato dallo scambio palla veloce degli argentini che riescono a forzare la difesa schierata a rombo italiana. Finisce in parità un bellissimo incontro che sembrava l’Italia potesse vincere, ma ha trovato una Argentina campione del Mondo che, seppur solo nei minuti finali, ha impattato il risultato come spesso accade in questo sport, dove fino al suono della sirena tutto può accadere.

Nell’Italia grande prestazione di tutti i giocatori chiamati sul parquet dal Ct Musti, in particolare hanno convinto le ottime prove dei “nuovi” Musumeci, Cesaroni, Ugherani e Marcelinho, oltre alle conferme di giocatori come Merlim, il capitano Ercolessi, partita autoritaria la sua, De Oliveira, Murilo oltre all’immenso Mammarella, a parere di molti il più forte portiere del mondo attualmente.

Prossime partite lunedì alle 20.30 Argentina Bosnia e martedì stessa ora Italia Bosnia. Tabellino:

ITALIA-ARGENTINA 3-3 (1-1 p.t.)

ITALIA: Mammarella, Ercolessi, Merlim, Cesaroni, De Oliveira, Romano, Fortini, Murilo, Marcelinho, Castagna, De Luca, Musumeci, Ugherani, Molitierno. Ct: Musti ARGENTINA: Sarmiento, Taborda, Corso, Borruto, Brandi, Avellino, Tripodi, Rescia, Cuzzolino, Altamirano, Rosa, Claudino, Starna. Ct: Lucuix

MARCATORI: 8’33” p.t. Rescia (A), 19’26” De Oliveira (I), 1’43” s.t. Ercolessi (I), 3’21” Cesaroni (I), 19’16” e 19’46” Brandi (A)

AMMONITI: Borruto (A)

ARBITRI: Alessandro Malfer (Rovereto), Angelo Galante (Ancona), Nicola Maria Manzione (Salerno) CRONO: Dario Pezzuto (Lecce)

loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…