Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  
Serie B, Pescara-Brescia 1-5

Pesante sconfitta casalinga del Delfino nel posticipo della 22° giornata.

 

Serata nera per il Pescara di mister Pillon, che incappa nel peggiore ko stagionale: il Brescia dilaga e vola in testa alla classifica del torneo cadetto. Purtroppo i biancazzurri nei primi minuti di gioco non sfruttano due buone occasioni con Mancuso e Marras, e vengono quindi puniti al 20' dal rigore trasformato da Donnarumma e concesso per un ingenuo fallo di Kanouté su Spalek. Al 32' sugli sviluppi di un calcio di punizione di Tonali è l’ex Romagnoli a depositare in rete da pochi metri. Il tris giunge al 38', con Bisoli che elude la difesa dei padroni di casa e trafigge Fiorillo in uscita. Il Pescara recrimina per un rigore negato dall’incerto direttore di gara Aureliano dopo un netto fallo di Mateju su Scognamiglio, ma sullo 0-3 i giochi sono ormai fatti.

Nella ripresa i lombardi possono gestire la gara senza patemi e trovano il poker con un altro penalty realizzato da Torregrossa (fallo di mano di Balzano). Monachello di testa al 59' accorcia le distanze, ma è ancora Torregrossa nel finale a far gioire le rondinelle, lanciatissime verso la promozione diretta in serie A.

Tante però le polemiche a fine partita per la contestatissima direzione arbitrale di Aureliano. Assai caustico il presidente Sebastiani: "Il risultato è bugiardo. Premetto subito che il Brescia è la squadra più forte del campionato, ma proprio per questo non ha bisogno di favori arbitrali come quelli di cui ha goduto questa sera: mi riferisco in particolare al secondo gol bresciano in fuorigioco e al rigore non concesso per il fallo su Scognamiglio. Purtroppo il signor Aureliano, quando viene a Pescara, fa solo danni".

Gli fa eco il tecnico Pillon: "Mi assumo la responsabilità di una sconfitta così pesante, di certo avrò commesso i miei errori e non mi nascondo. Ma l'arbitro ci ha molto penalizzato con certe decisioni a senso unico, a partire subito dal primo rigore concesso al Brescia per poi proseguire con il secondo gol in fuorigioco. Ci siamo ritrovati così in una gara dopo mezz'ora sotto di due reti senza neanche averla potuto giocare. Davvero una serataccia, sotto tutti gli aspetti".

 

PESCARA (4-3-3): Fiorillo; Balzano, Gravillon, Scognamiglio, Del Grosso; Kanoute (75' Del Sole), Brugman, Memushaj; Marras (61' Melegoni), Mancuso, Capone (46' Monachello). All.: Pillon.

BRESCIA (4-3-1-2): Alfonso; Sabelli, Cistana, Romagnoli, Mateju (45' Curio); Bisoli, Tonali, Ndoj (72' Dessena); Spalek; Torregrossa, Donnarumma (81' Gastaldello): All.: Corini.

Arbitro: sig. Aureliano di Bologna.

Marcatori: 20' rig. Donnarumma, 32' Romagnoli, 38' Bisoli, 55' rig. Torregrossa, 59' Monachello, 93' Torregrossa.

Note: ammoniti Gravillon, Sabelli, Melegoni, Romagnoli, Del Grosso.

Ultima modifica il Lunedì, 04 Febbraio 2019 17:24
loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…