Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Gianluca Vox. A settembre "Tra sogno e realtà" il nuovo Ep, “ cercheremo di superare il successo di 2012”

L'intervista

di Angela Curatolo

Gianluca Di Febo, meglio conosciuto come Gianluca Vox. Ogni sera è impegnato in un concerto diverso, una lunga carriera alle spalle, da musicista e cantante, studia da quando era piccino, un ragazzo educato, cordiale, positivo e  quando sale sul palco caccia temperamento e grinta.

 

 

Lo intervistiamo dopo ben 5 anni, era appena uscito 2012, le cui canzoni sono degne di nota, per i testi e gli arrangiamenti. Dall'ora ne è passata di acqua sotto i ponti, sono nati altri due lavori, Tempesta e uno in uscita.

Gianluca Vox è cresciuto ancora di più professionalmente, ha sperimentato e lavorato in consessi di livello, ha cantato davanti a Mogol Battisti ed ha suonato con gli Opera seconda, un progetto importante, e Red Canzian.

E' nata una amicizia con Giuttari, scrittore di grido, "È conosciuto ed apprezzato in questa zona e ad ogni sua pubblicazione lo invito a presentare i suoi libri." In collaborazione con alcune librerie e giornalisti e è diventato promotore di varie presentazioni di scrittori.

E' entrato nella scuderia Music force e anche della Blue promotion che collabora nella produzione e si occupa dei Live dei Terza corsia.

A Settembre esce il nuovo Ep "Tra sogno e realtà."

Non dimentica mai la sua città e la sua regione, pur viaggiando molto.

1 Come prosegue la carriera di Gianluca Di Febo?

    La Carriera prosegue decisamente in ascesa. Questa estate siamo stati scritturati per dare voce ad un musical con le nostre canzoni. Alcune già esistenti, altre scritte appositamente. L'ultima del Musical in questione (Dorian, La Dance Opera) si terrà il 14 Agosto a piazzale Michetti a Francavilla, dopodiché si penserà al tour invernale. In più a Settembre esce il nostro nuovo EP, che cercherà di superare il successo di 2012, che ha convinto sia la critica che il pubblico. A Ciò si unisce un tour estivo che conta 46 Date, tra I concerti inediti e le Cover che da sempre portiamo in giro (PINK FLOYD, RADIOHEAD, DAVID BOWIE E PINK FLOYD).

    E poi ci sono gli Opera Seconda, il mio progetto parallelo. Insomma non dormo più

    2 Quali sono le esperienze più importanti degli ultimi anni?

    Ogni esperienza, sia quelle negative che quelle positive, hanno la loro importanza, poiché aiutano l'artista a maturare, crescere e a non replicare gli errori passati. Sicuramente, fra le esperienze che ricordo con maggiore entusiasmo ci sono l'aver suonato davanti a 5000 persone, con Mogol Seduto davanti a noi, nella serata a lui dedicata e per la quale siamo stati scelti per musicare ed arrangiare alcuni brani di Battisti (oltre ad aver eseguito brani del nostro disco); il mio concerto assieme agli Opera Seconda con Red Canzian, avendo così diviso il palco con uno dei miti della musica italiana. E poi le canzoni che scrivo, che fanno conoscere a me stesso i miei lati più oscuri e nascosti. Ogni canzone che nasce, quando la riascolti, ti emoziona. Sei tu a parlare di te stesso e del mondo, con un linguaggio unico.

    3 Una curiosità che non ho mai chiesto, da dove nasce il nome del gruppo Terza corsia?

    E' una domanda che ci fanno sempre Ti sarei stata grata se non me l'avessi fatta! A parte gli scherzi, Terzacorsia era un Pub di Penne (Pe) dove io mi esibivo con la mia tastiera. Due ragazzi (fondatori assieme a me poi della prima cellula del gruppo) mi videro cantare e il giorno dopo, per ironia della sorte, mi incontrarono in un altro locale che non c'entrava nulla con quel pub. Mi chiesero se volevo cantare con loro, che mi avevano visto al terzacorsia e che era piaciuto a loro il mio modo di cantare. Dissi subito di sì. Il nome lo prendemmo appunto dal luogo che ci aveva fatti incontrare e che, avrebbe per sempre cambiato la mia vita. E forse anche di quelli che mi sono a fianco

    4 Tu sei un figlio dell'Abruzzo, pur avendo viaggiato molto per lavoro, se avessi la bacchetta magica cosa regaleresti a questa regione e alla tua città, Montesilvano?

    L'Abruzzo è una delle Regioni più belle d'Italia e non lo dico da Abruzzese. Lo dico da persona che ha girato l'intera Nazione e anche l'estero. Abbiamo mare e montagna ad un'ora di distanza fra loro. Ed abbiamo l'Appennino d'Italia, non una montagna qualunque! Il Gran Sasso, una piccola Dolomite fuori posto. Un mare splendido in certi punti (al di la dei problemi di quest'anno che verranno risolti presto spero). Borghi medievali stupendi, una cucina sensazionale.

    Forse abbiamo poco spirito organizzativo ed imprenditoriale. Abbiamo potenzialità incredibili che non riusciamo a portare a frutto come si potrebbe. Quindi alla mia terra darei un po' di spirito imprenditoriale, alla marchigiana maniera che, a mio parere, sono molto più ferrati di noi in materia. Lo stesso discorso, vale per Montesilvano. Città piena di potenzialità, ma carente di uomini che portino a frutto queste qualità. Ci si arriverà prima o poi

    5 Negli ultimi anni sei cresciuto professionalmente e artisticamente, dai voce a quelle ombre creative, hai fatto anche un cambio look. Qual è il messaggio in 2012, quale Tempesta, pochi anni dopo? Qual è oggi della tua musica?

    L'ultimo disco realizzato, che uscirà a Settembre, prodotto da Music Force, è molto più intimo rispetto a 2012, spavaldo, esagerato nei suoni, negli arrangiamenti e nelle tematiche trattate. E questa intimità che traspare, si percepisce anche nei testi.

    Il primo parlava dei problemi della società e dell'emarginazione che l'uomo subisce a causa dei tempi moderni, troppo veloci. Il prossimo disco è stata una sorta di fermata, di riflessione.

    Come sfuggire dalla frenesia del mondo moderno?

    Non smettendo di sognare, mai e poi mai. Tempesta è stata il preludio a questo disco, una sorta di riflessione sulla qualità della vita, che può essere biografico, ma anche rivolto all'umanità intera. Quindi il messaggio di oggi è "Sognare", l'unico modo che abbiamo per distaccarci dal cinismo in cui viviamo e, forse, l'unico modo per restare eternamente bambini, come diceva spesso Fellini.

    6 Un tuo brano a cui sei legato di più?

    Il brano a cui sono legato più degli altri ultimamente, è proprio quello che chiude il nuovo EP. Il titolo è "Sogno o realtà". Una sorta di viaggio sospeso appunto, tra il sogno e la realtà, a tratti bella. Una dichiarazione d'amore, un amore talmente forte, che vorresti non finisse mai, da qui la paura che stai sognando e, allo stesso tempo, la paura che la stai vivendo davvero, con i 1000 dubbi che hai e quindi con la paura che possa un giorno o l'altro finire. La ascolterete presto

    7 Secondo te è vero che oggi c'è più individualismo?

    Mi rifaccio alle parole di un grande della musica. Quando fai parte di una band, tu porti un'idea di una canzone. La tua idea a quel punto viene filtrata, viene modificata, dall'intervento dei tuoi colleghi. La tua idea diventa di tutti. Se non accetti questo principio, non potrai mai far parte di una band o lavorare con un gruppo di persone. Per me questa è la base del nostro lavoro.

    E' vero che c'è individualismo, ma la cosa più grave è che c'è penuria di idee e di creatività. Le persone vogliono solo emergere. Ecco perché oggi siamo costretti a vedere in TV pseudo artisti, nei format televisivi e il giorno dopo non ricordi nemmeno chi siano. Ci sarà però anche qui un cambio di rotta, ne sono convinto e sono convinto che si tornerà a fare musica vera, come in passato. In fin dei conti il mondo va avanti a cicli che spariscono e ritornano. E' così anche per la musica.

    8 C'è il verso di una poesia o una frase che ti è particolarmente cara?

    “Io non ho alle mie spalle nessuna autorevolezza: se non quella che mi proviene paradossalmente dal non averla o dal non averla voluta. Dell'essermi messo in condizione di non avere niente da perdere, e quindi di non esser fedele a nessun patto che non sia quello con il lettore. “ Pier Paolo Pasolini

    Prossimi Impegni

    Gianluca Vox avrà concerti tutte le sere. Dai Pink Floyd ai pezzi nostri, passando per gli Opera Seconda, con i quali abbiamo ancora 8 date da fare questa estate. Non dimentichiamo, poi l'uscita del disco e quel che ne verrà successivamente. 14 Agosto abbiamo l'ultima del Musical Dorian. 15 Agosto sarò a Roccasecca con gli Opera Seconda, il 18 sarò a Montesilvano a cantare Lucio Battisti con i miei Terzacorsia. Poi a Settembre ci aspetta la Svizzera con due date: 5 e 12 Settembre, sempre con i TC.

    “Seguiteci !”

Top News

Menu principale

Statistiche

Visite agli articoli
31530942

Video Intervista

Intervista a Giampaolo Giuliani
Seconda parte intervista Giuliani