Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  
Pasta con crema alle cime di rape e besciamella

di Luciano Pellegrini

Considerando che la temperatura è rigida, il cielo è grigio scuro con pioggia e neve, la scelta è di restare a casa, al caldo e caso mai mangiare qualche piatto non usuale, anche se con qualche caloria in più.

La cima di rapa è un ortaggio ricco di vitamina A e C, sali minerali e sostanze antiossidanti con funzione anti-tumorale, oltre che di fibre e folati (necessari in grosse quantità per la dieta della donna gravida). Le infiorescenze delle cime di rapa sono i “friarielli”, usati per preparare piatti tipici della cucina napoletana, pugliese e romana. Sono teneri e quindi con poco tempo di cottura si possono gustare riscucinati con olio, aglio e peperoncino. La cima di rapa si presta a molte ricette di pasta, di carne, ai contorni, oltre che alla pizza rustica.

Si può cucinare lessata o stufata con la pentola adatta.

Ingredienti per due persone: • Cima di rapa: mezzo chilo da pulire • Pasta: 160 grammi • Olio un cucchiaio • Sale q.b. • Peperoncino q.b. • Aglio uno spicchio PER LA BESCIAMELLA • Latte: un quarto di litro • Burro: 25 g • Farina: 25 g • Sale fino 1 pizzico DIFFICOLTA’: Facile Preparazione e cottura: 40 minuti TOTALE PROCEDIMENTO Eliminare i gambi e le foglie dure. Lavare le cime di rape e cuocerle stufate con olio, aglio e peperoncino.

Intanto che la verdura si lessa, PREPARARE LA BESCIAMELLA.

In una pentola scaldare il latte senza portarlo ad ebollizione. In un’altra pentola far sciogliere il burro a fuoco lento e aggiungere la farina lentamente, mescolando energicamente con un cucchiaio a spatola di legno per evitare grumi. Quando l’impasto si è mischiato e dorato, unire due cucchiai di latte caldo e continuare a mescolare. Versare lentamente il latte tiepido rimasto, portare ad ebollizione e farlo addensare. Deve raggiungere una consistenza cremosa e liscia. Dalla verdura ormai lessata, togliere l’aglio, il peperoncino e frullare. Diventa una CREMA. Ultimata la preparazione dei CONDIMENTI, lessare la pasta, formato MAFALDINE, ma va molto bene anche il formato FUSILLI LUNGHI BUCATI, scolare, ma non dimenticare di mettere da parete un bicchiere di acqua di cottura. In un tegame antiaderente, versare la pasta ed aggiungere prima la crema di cime di rapa, poi la besciamella e mescolare con il fuoco acceso. Se la pasta è troppo asciutta, aggiungere un po’ di acqua di cottura.

Saltare il cucinato a fiamma bassa e fare attenzione che deve scivolare. Si può aggiungere un po’ di olio di oliva che rende più gustoso il preparato. Quando gli ingredienti si sono amalgamati, spegnere e riempire i piatti. Il parmigiano io non lo consiglio, ma se piace, va bene. Questo piatto deve essere accompagnato da un vino corposo, il Montepulciano rosso abruzzese.

loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…