Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  
Pizza Parmigiana. Il segreto, a casa come quella in pizzeria.

Il sogno di preparare una pizza fatta in casa come quella in pizzeria è possibile, ecco come!

 Il segreto della pizza è nell’impasto, negli ingredienti, il lievito madre, la manualità di chi l’amalgama e stende. I pizzaioli napoletani riferiscono che la pizza napoletana è resa particolare, oltre dal lievito tramandato da decenni, anche dall’aria e dall’acqua della città partenopea. Le mamme italiane quando fanno la pizza a casa, quella buona, usano tenere l’impasto al caldo, coperto da uno straccio, ogni tanto, durante la lievitazione, lo riprendono e riammassano.

Questi sono solo alcuni trucchetti per ottenere una pizza come in pizzeria. Ma c’è di più: la lievitazione, alcuni lasciano fare anche per 72 ore. Poi è importante come stendere la pizza e prima di aggiungere il condimento e infornare, concedere ulteriori 30/40 minuti per lievitare nella teglia. Una pizza molto buona e gustosa ha bisogno di tempo. 

Un gusto sta prendendo piede nelle pizzerie mondiali firmate Italia, è la Pizza Parmigiana.

Gli ingredienti sono semplici: pomodoro, mozzarella, parmigiano grattugiato, melanzane.

Il pomodoro, passata, è da riscaldare con sale, olio fino all’ebollizione. Nel frattempo grigliare le melanzane, tagliate spesse a rondelle, non farle bruciare, comprometterebbe la pizza. Per chi preferisce la versione più ‘hard’, per i più golosi, l’alternativa è friggerle in pastella. Tagliare la mozzarella a cubetti, scegliere una mozzarella del giorno prima, per evitare che sgoccioli il latte, deve essere compatta. Grattugiare il parmigiano.

Mettere il pomodoro con un cucchiaio in senso circolare, partendo dal centro fino ad allargarsi. Creando l’aspirale rossa, lasciando liberi i bordi. Posizionare le melanzane, coprendo tutta la superficie della pizza, lasciando sempre liberi i bordi. Aggiungere una spolverata di parmigiano grattugiato e la mozzarella, poi ancora un’altra spolverata sopra.

Per i più temerari e pretenziosi, si può inserire un doppio strato di melanzana, con spolverata di parmigiano e mozzarella. L'unica raccomandazione è quella di lasciare cuocere un po' di più.

A questo punto non resta che infornare, in mancanza di un forno a legna, meglio se in un forno elettrico a elevata temperatura 350/400 gradi.

Per chi non ama particolarmente le melanzane, può sostituire con le zucchine. Per i più salutisti si può variare con la zucca. I più viziati potrebbero aggiungere nel sugo, come ghirigoro finale, un pugnetto piccolo di uvetta, per addolcire e portare un tocco di Sicilia.

Le pizze fatte in casa, con i comuni forni a gas sono diverse da quelle del ristorante, questo è vero. A volte non è questione solo di impasto, a cui alcuni preferiscono aggiungere un goccio di latte o mischiare le farine in percentuale di segale con integrale e bianca macinata 00, oppure 0, a volte inserendo la manitoba.

La verità è che il forno gioca un ruolo fondamentale e quello a gas domestico non raggiunge alte temperature, spesso sforna pizze al di sotto delle aspettative. D’altronde non tutti possono avere il forno a legna della pizzeria ma uno strumento che potrebbe dare la soluzione a chi vuole raggiungere alti risultati sulla pizza fatta in casa c’è: il forno elettrico per pizze. Prima di acquistare un forno elettrico per pizze, meglio valutarne i pro e i contro di ogni tipo che offre il mercato. Bisogna conoscerli e capire quale fa al caso proprio. Ci sono diversi forni elettrici per pizza, basic fino a professionali, prezzi diversi, tra tanti è necessario capire quale può agevolare la preparazione di una buona pizza in poco tempo e senza grosse difficoltà.

Buona Pizza!

 

Ultima modifica il Sabato, 04 Maggio 2019 13:52
loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…