Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  
Montesilvano, deturpata opera di Fabrizi, regalo alla città. "Continuate ad amarvi"

Amatevi è gratis, ribattezzata dall'assessore Alessandro Pompei :"La mamma degli #IMBECILLI è sempre incinta Montesilvano, 2019 Ignoranza su tela Autore sconosciuto (per ora)". Il PD: " ci sentiamo parte lesa"

 

Deturpata l'opera di Graziano Fabrizi sita al centro di Montesilvano, vicino alla scuola Delfico. Il titolo è Amatevi è gratis, putroppo vandalizzata sul cuore, fulcro del cartoon, con il simbolo di falce e martello.

L'autore risentito posta: "Il gesto di un imbecille non condanna la mia Città e i miei concittadini. L'opera #AmatevièGratis è stata vandalizzata. Collocata in prossimità della scuola I.C. Troiano Delfico è stata difesa e rispettata dalla Città e dalle centinaia di ragazzini, studenti che hanno percorso la via per l'ingresso a scuola, per più di 9 mesi. il problema è dei "grandi", dei fanatismi e di un linguaggio politico che non ci appartiene più. nonostante questo continuate ad Amarvi, è Gratis!!"

"Imbrattare in maniera così becera e politicizzata un'opera, GRATUITAMENTE donata dall'artista Graziano Fabrizi al Comune di Montesilvano ed ai suoi cittadini, che altro non è che un meraviglioso inno all'amore e che soprattutto non ha la benché minima connotazione politica". Farlo nell'ombra, di nascosto e di notte poi è assolutamente da #VIGLIACCHI." Sul social si legge nel profilo di Alessandro Pompei, assessore alla cultura. Spiega poi, risentito ancora per l'accaduto,"Il nostro progetto di Street Art nasce proprio per combattere ed arginare comportamenti come questo. Promuovere l'arte, la Cultura e la bellezza a discapito della superficialità, della maleducazione e dell'ignoranza."

 

"Vicini a Graziano Fabrizi, noi ci sentiamo parte lesa"

Il sotegno arriva dal Partito Democratico di Montesilvano "è vicino a Graziano Fabrizi, la sua opera #AmatevièGratis, donata alla collettività e collocata in via S. Francesco, è stata deturpata da incivili. Successe qualcosa di simile anche alla nostra sede tempo fa, lo scorso gennaio. Oggi, come allora, condanniamo ogni forma di estremismo e porgiamo la massima solidarietà al nostro concittadino artista, da sempre impegnato sui temi della tolleranza e del senso civico. Un gesto così vile è un’offesa all’intera comunità, e noi ci sentiamo parte lesa".

loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…