Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  
Montesilvano e il problema del PUT. Annullate delibera su Via Mazzini

Gabriele Di Stefano"limitare l’uso dei veicoli privati specialmente nel centro delle città, per ridurre l’inquinamento atmosferico, principale causa di morte".

 

Il consigliere comunale integra la propria nterrogazione contro la nuova viabilità di Via Mazzini che prevede l'apertura al traffico di piazza Diaz e sollecita un piano urbanistico territoriale.

"La comunità europea da tempo sollecita un diverso modo di intendere la mobilità cittadina, incentivando con fondi l’apertura di nuove piste ciclabili e la limitazione dei veicoli privati, a breve sarà vietato l’uso delle auto a diesel. Faccio presente che il Comune di Montesilvano è obbligato a dotarsi di un piano urbano del traffico, PUT."

Nel 2015 presentò una mozione, per la redazione del P.U.T. "il Consiglio Comunale con delibera n. 26 del 18/02/2016 votata a maggioranza decide di portarla in commissione. A tutt’oggi questa problematica non è stata ancora affrontata e Montesilvano è ancora privo del P.U.T."

"Prima di mettere mano alla modifica del assetto viario esistente anche in altre zone della città, creando confusione, disorientamento, senza alcuna strategia di quale dev’essere l’assetto viario definitivo, non sarebbe opportuno redigere il Piano urbano del traffico, così come richiesto dalla mia mozione." Afferma Di Stefano e cita il documento

"PREMESSO CHE Il Comune di Montesilvano è obbligato a dotarsi di un piano urbano del traffico, PUT, in base alle prescrizioni del nuovo Codice della Strada (decreto legislativo 30 aprile 1992, n.285), che all'Art. 36 così prescrive: "1. Ai comuni, con popolazione residente superiore ai 30 mila abitanti, è fatto OBBLIGO dell'adozione del piano urbano del traffico veicolare entro un anno dall'entrata in vigore del presente codice. 2. All'obbligo di cui al comma 1 sono tenuti ad adempiere i comuni con popolazione residente (anche) inferiore a 30 mila abitanti i quali registrino, anche in periodi dell'anno, una particolare affluenza turistica..." CONSIDERATO CHE - La città di Montesilvano ha superato i 30 mila abitanti dal 1982, è una città turistica dagli anni 60 e avrebbe dovuto dotarsi di un PUT almeno dal 1993, dopo l'entrata in vigore del Nuovo Codice della Strada. - La città non ha mai avuto alcun piano urbano del traffico rispondente ai requisiti di legge, che sono stati definiti dalle Direttive per la redazione e attuazione dei piani del traffico pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale del 24/06/1995; CONSIDERATO CHE - Il PUT costituisce uno strumento tecnico-amministrativo di breve periodo, finalizzato a conseguire: - il miglioramento delle condizioni della circolazione e della sicurezza stradale; - la riduzione dell'inquinamento acustico e atmosferico; - il contenimento dei consumi energetici, nel rispetto dei valori ambientali. - Il PUT va coordinato con i piani del traffico della viabilità extraurbana; - Il PUT va coordinato altresì con gli strumenti urbanistici; - Il PUT va coordinato con i piani di risanamento e tutela ambientale; - Il PUT va coordinato con i Piani di Trasporto. Piani, questi, che costituiscono gli strumenti di valenza strategica per il governo del sistema della mobilità, dell'ambiente, dell'assetto urbanistico e della programmazione economica di un determinato ambito territoriale."

E quindi dice "prima di modificare l’assetto viario esistente, anche in altre zone della città, creando confusione, disorientamento, sarebbe opportuno dare corso alla mozione suddetta da me presentata e provvedere con urgenza all’inizio dei lavori presso la commissione competente per la redazione del Piano urbano del traffico (P.U.T.), del quale la città ha urgente bisogno."

"Faccio appello alla Giunta Comunale di ritornare sulla propria decisione, annullando la delibera n. 54 del 12/03/2018, nell’attesa del P.U.T."

loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…