Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  
PAS "Disservizi e gravi problemi alla D'Annunzio!"

tasse maggiorate, chiusura biblioteca, barriere architettoniche, zero eco-sostenibilità, costi per il percorso formativo per l'Insegnamento, la PAS denuncia "Disservizi e gravi problemi alla D'Annunzio!"

 

L'associazione PAS – Partecipazione Attiva Studentesca, denuncia i disservizi dell'Università degli studi G. D'Annunzio di Chieti-Pescara e le problematiche che affliggono gli studenti ormai da mesi: tasse maggiorate, chiusura biblioteca, barriere architettoniche, zero eco-sostenibilità, costi per il percorso formativo per l'Insegnamento, assenza di partecipazione studentesca.

Primo fra tutti i problemi è da segnalare la chiusura della Biblioteca del Polo di Pescara in data 19/07/2019 "senza preavviso e senza soluzioni alternative, se non promesse di aprire altri spazi con scadenze che puntualmente vengono disattese".

"Gli studenti di qualsiasi anno di corso che si stanno iscrivendo per l'anno accademico 2019/2020, oltre a non avere spazi sufficienti per studiare, si ritrovano a pagare tasse maggiorate per ogni fascia di reddito e fino ad arrivare ad aumenti superiori a 500 euro per chi ha un ISEE superiore a 60.000. Tra le varie critiche che rivolgiamo all'amministrazione c'è anche quella di aver approvato Il manifesto generale degli studi per l'anno accademico 2019/2020 nonostante il parere negativo unanime della Consulta degli Studenti".

Si legge che "La D'Annunzio da quest'anno è una delle pochissime università in Italia, se non l'unica, a non offrire ai propri studenti che devono conseguire i 24 cfu del percorso formativo per l'insegnamento, in vista del concorso annunciato dal Ministro Fioramonti per il 2020, la possibilità di ottenere questi crediti in maniera gratuita. Infatti, il PEF24 è stato appaltato all'UNIDAV, Università telematica Leonardo Da Vinci, che offre 12 cfu gratuiti in via telematica e 12 cfu di insegnamenti frontali a 300 euro per gli iscritti alla D'Annunzio mentre le altre università italiane erogano questo servizio gratuitamente ai propri studenti. Nel polo di Pescara, nonostante promesse su promesse che vanno avanti da agosto 2018, tutte le associazioni studentesche si trovano senza sedi associative in cui potersi riunire e svolgere le loro attività".

Inoltre riferiscono di una enorme difficoltà di accesso da parte degli studenti disabili, se non addirittura l'impossibilità di raggiungere le aule situate ai piani superiori. "Durante i test di valutazione tenutisi nel mese di settembre addirittura degli studenti sono stati costretti a sostenere i test in sedi al piano terra dato che non c'era la possibilità di accedere in carrozzina al piano superiore".

L'Università D'Annunzio "è una delle poche a livello italiano a non aver ancora messo a disposizione dei propri studenti le borracce di alluminio o di acciaio in vista degli accordi per la riduzione di plastica monouso; inoltre mancano all'interno delle strutture, sia a Chieti che a Pescara, fontanelle, distributori d'acqua e raccolta differenziata nonostante le prime richieste in tal senso sono state avanzate già a novembre 2016 e sono state reiterate negli anni e puntualmente disattese dall'amministrazione".

"Come studenti non abbiamo più modo di aspettare e pazientare, sono anni che ci vengono fatte promesse invano, ci vengono date scadenze continuamente non rispettate mentre continuiamo a pagare tasse che non corrispondono a servizi adeguati; ci viene risposto che si sta lavorando, che bisogna attendere e fare sacrifici ma gli studenti ormai sono stufi e non possono più accettare di ricevere un servizio così mediocre e scadente." - affermano i rappresentanti di PAS- "Se la situazione non cambierà chiameremo la comunità studentesca a mobilitarsi per chiedere a gran voce che le richieste degli studenti siano ascoltate e che il diritto allo studio di tutti sia garantito."

Ultima modifica il Mercoledì, 16 Ottobre 2019 13:16
loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…