Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  
Pescara. Colli senza frontiere 2019 inizia mercoledì

Maria Rita Carota neo consigliera comunale per la Lega lascia la presidenza dell'associazione per diventare consigliere comunale. Da mercoledì 31 luglio a domenica 4 agosto

 

Dopo la grande avventura dell’estate 2018, in cui Colli senza Frontiere è stata ferma un giro in occasione delle finali nazionali di Italia Gioca, svoltesi a Pescara, l’associazione Castellamare in Festa si è subito rimessa all’opera per organizzare la ventunesima edizione del palio.

L’impegno nazionale di Italia Gioca - la versione moderna dei mitici Giochi senza Frontiere - è già nell’album dei ricordi, archiviato con grande successo e accompagnato dal gradimento manifestato dalle squadre delle 16 città italiane ospitate a Pescara. È il momento di tornare alle antiche abitudini: l’associazione Castellamare in Festa si è scervellata tutto l’inverno per immaginare e testare vecchi e nuovi cimenti da proporre nella ventunesima edizione di Colli senza Frontiere. La manifestazione dell’estate 2019 vede tante conferme e diverse novità, a cominciare dal direttivo: ritorna alla presidenza dell’associazione Federica Mambella, che succede a Maria Rita Carota.

“Ripercorro con entusiasmo i tanti anni passati alla presidenza del direttivo di Castellamare in Festa – ha dichiarato oggi in conferenza stampa Maria Rita Carota – culminati nel prestigioso e al tempo stesso gravoso compito di essere a capo dell’organizzazione di Italia Gioca. L’occasione è stata preziosa anche perché siamo finalmente riusciti ad incastonare nel nostro direttivo alcuni dei giovani che, fin da piccoli, hanno giocato con noi e che oggi sono pronti a raccogliere il testimone collaborando alla complessa organizzazione della kermesse. Noi, naturalmente, li supporteremo e rimarremo al loro fianco. Per me questa ventunesima edizione è ancora più speciale perché lascio la presidenza nelle mani esperte di Federica Mambella, per intraprendere la mia nuova esperienza di consigliere comunale”.

Anche il sindaco di Pescara Carlo Masci, intervenuto alla conferenza stampa di presentazione, ha sottolineato i valori unici di Colli senza Frontiere: “Proprio oggi che celebriamo Sant’Andrea sono contentissimo di presentare un altro appuntamento importante per le caratteristiche identitarie della città di Pescara: la nostra storia è il risultato di una fusione, è fatta di mare ma anche di colli”.

Protagoniste di Colli senza Frontiere sono infatti le rappresentative degli otto colli cittadini, contraddistinte dai colori delle magliette indossate dai partecipanti: Grigio per Colle Caprino, blu per Colle Innamorati, arancio per Colle Madonna, verde per Colle Marino, azzurro per Colle Pietra, celeste per Colle Scorrano. Nei cinque giorni di gare gli otto team si sfideranno a suon di giochi per aggiudicarsi l’ambitissimo trofeo che simboleggia il trionfo nel palio, ma soprattutto l’amicizia tra i popoli. La scultura, ideata da Pino Dolente, raffigura otto mani intrecciate con ai polsi i braccialetti dei rispettivi colori degli otto colli. La squadra vincitrice custodirà il trofeo per un anno, fino all’edizione successiva.

Tra le novità del 2019 figurano le due cover band che, con musica dal vivo, animeranno le serate al termine dei giochi. Come sempre non mancheranno gli arrosticini, universalmente riconosciuti come patrimonio regionale d’Abruzzo. Il celebre spiedino però non sarà solo da mangiare, ma tornerà protagonista di una delle gare, riproposta dopo il grande successo ottenuto l’anno scorso a Italia Gioca. Ma Colli senza Frontiere è anche altro: tornei di carte e di bocce, balli con l’intrattenimento musicale del Club Caribe 19.60, degustazioni, teatro dialettale e animazione per bambini.

Tutte le gare si svolgeranno come sempre nel cuore del quartiere Colli, in Largo Madonna, ad eccezione dei giochi in spiaggia e dei tornei di carte. I giochi coinvolgeranno più di 200 partecipanti, dai 16 anni in su. Ogni squadra potrà schierare da 20 a 25 giocatori, dei quali almeno un terzo differente di genere.

Sin dal 1996, anno della sua nascita, Colli senza Frontiere si caratterizza per la lealtà dei partecipanti, animati dal sincero spirito di corpo che cementa vecchie amicizie e fa nascere nuovi legami. La competizione non manca – si combatte duramente per portare in vetta il proprio colle di riferimento - ma ci si sente comunque parte integrante di un unico gruppo, coeso e appassionato. Colli senza Frontiere è sostenuta dal Comune di Pescara e da diversi sponsor privati. L’associazione Castellamare in Festa è affiliata al CSEN, Centro Sportivo Educativo Nazionale.

Come di consueto, durante i cinque giorni di gare l’ufficio stampa fornirà i risultati delle sfide, la classifica aggiornata ai giochi della sera precedente e il programma del giorno dopo. Il comunicato stampa giornaliero verrà inviato alle redazioni nel primo pomeriggio, dopo l’elaborazione dei punteggi ottenuti nei giochi della sera prima. Quando possibile, le news saranno accompagnate da fotografie. Per semplificare le comunicazioni invito a segnalare uno o più referenti per testata, con relativa mail e/o numero di telefono. Da parte dell’organizzazione, e mio personale, un sincero ringraziamento per l’attenzione che da sempre viene riservata alla manifestazione.

loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…