Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  
Pescara/Polizia Municipale due giorni a settimana a Fontanelle

Pescara rafforza la sicurezza sul territorio. Pettinari: "due giorni sono niente, ci vuole posto fisso polizia". Pignoli "questa è una grande giornata"

 

Per ora saranno ospitati nella sede dell’Associazione Insieme per Fontanelle ma presto avranno locali autonomi gli agenti della Polizia Municipale che da pochi giorni hanno istituito il Presidio in Via Caduti per Servizio.

A illustrare il nuovo passo mosso in direzione della sicurezza cittadina c’erano oggi in Sala Giunta il sindaco Carlo Masci, l’Assessore alla Sicurezza Urbana Adelchi Sulpizio e il comandante della Polizia Municipale maggiore Danilo Palestini , affiancati dagli assessori Loredana Del Trecco, Patrizia Martelli e Nicoletta Di Nisio e dai consiglieri Pignoli, Foschi e Orta. Presente anche l’agente Umberto Gallisai cui è stato affidato proprio il servizio nel nuovo presidio che per ora sarà aperto due ore al giorno per permettere ai cittadini di interagire con l’Amministrazione Pubblica.

“Avevamo annunciato – ha illustrato il sindaco Carlo Masci - che questa Amministrazione avrebbe avuto un’attenzione particolare alle periferie e questo Presidio che nasce in Via Caduti per Servizio rappresenta una delle risposte alle richieste della cittadinanza. Pochi giorni fa avevamo effettuato, con il consigliere Pignoli, un sopralluogo per verificare quali erano le priorità del quartiere e i cittadini hanno sottolineato che la necessità impellente era l’istituzione di un posto di polizia. La nostra risposta è arrivata con questo presidio che attualmente è ospitato nei locali dell’Associazione Insieme per Fontanelle ma che in breve tempo avrà una sede autonoma”.

Il comandante della Polizia Municipale, magg. Danilo Palestini ha spiegato come la presenza degli agenti rappresenti il tanto auspicato servizio di prossimità da parte delle Forze dell’ordine, sottolineando che la collaborazione con i cittadini toccherà tanti aspetti del vivere quotidiano. Il comandante ha raccontato come proprio da una segnalazione di un cittadino è stato possibile ragionare con l’azienda dei trasporti per rendere più facile l’uso dei mezzi pubblici per raggiungere l’ospedale. Azioni apparentemente banali che però ripristino la fiducia nelle Istituzioni pubbliche in una periferia che vuole sentirle vicine ai propri problemi. “Il servizio – ha spiegato il comandante della Polizia Muncipale - si estende su 3-4 ore di mattina o pomeriggio per 2-3 giorni a settimana. Gli agenti della polizia municipale sono stati a Fontanelle già venerdì e sabato e di nuovo oggi e sono a disposizione per ascoltare i cittadini". Palestini ha voluto fare un plauso a tutte le istituzioni coinvolte nell’ordine pubblico, per la grande collaborazione che giornalmente viene profusa per arrivare a ottimizzare il controllo territoriale della città. Il sindaco Carlo Masci ha precisato che presto apriranno altri Presidi comunali in zone come Zanni, Ferro di Cavallo e San Donato, che vedranno ospiti gli agenti della Polizia Municipale (tra i quali vi saranno spesso gli uomini del GIONA) ma che si avvarranno di una sinergia con tutte le forze dell’ordine presenti in città. Il consigliere Pignoli ha annunciato che a giorni saranno pronte le delibere a firma dell’assessore Nicoletta Di Nisio che istituiscono i punti di ascolto nei quali i cittadini potranno anche dare voce ai propri problemi e disagi.

Pettinari: per risolvere problemi ci vuole posto fisso di polizia.

"Dopo anni di battaglie e denunce del M5S finalmente qualcosa si muove: a Fontanelle e precisamente in via Caduti per servizio il Sindaco di Pescara ripristina un servizio di ascolto due giorni a settimana con agenti di Polizia Municipale. E' un primo passo, che denota più buona volontà che una reale soluzione. Perché come abbiamo sempre sostenuto i Vigili Urbani non hanno né l'addestramento né l'equipaggiamento necessario per contrastare i fatti criminosi che si registrano nei quartieri a rischio, ma sicuramente è apprezzabile la buona volontà del Sindaco Masci che sta provando a dare seguito alle richieste che il M5S mette sul tavolo da anni. Due giorni a settimana non sono nulla, stiamo parlando di un infopoint cittadino più che un posto fisso di polizia che garantisca sicurezza urbana, il servizio è già stato attivato in passato non producendo nessun risultato sul fronte sicurezza. Se i problemi si vogliono risolvere in via definitiva il Sindaco dovrebbe unirsi alle nostre richieste per l'istituzione di un posto fisso di polizia o del CIO (Compagnia Intervento Operativo ) dei Carabinieri, solo in questo caso infatti avremmo forze dell'ordine addestrate ed eviteremmo, come affermato da alcune sigle sindacali della stessa polizia municipale, di mettere a rischio personale che dovrebbe svolger invece altre funzioni". Così il Vice Presidente del Consiglio regionale Domenico Pettinari.

Pignoli: notizia mi riempie di gioia

"Finalmente il posto della Polizia Municipale in via Caduti per Servizio, nel quartiere Fontanelle diventa realtà, così come annunciato dal sindaco proprio questa mattina. È una notizia che i residenti aspettavano da tempo, e che mi riempie di gioia perché era da tempo che mi battevo affinché venisse aperto un presidio in una zona periferica della città troppo spesso trascurata dalla precedente Amministrazione". Lo ha detto il capogruppo dell'Udc al Comune di Pescara Massimiliano Pignoli, dopo l'ufficializzazione da parte dell'Amministrazione.

"Questa è una grande giornata perché in questo modo riusciamo a dare quelle risposte che i cittadini chiedevano. Proprio dieci giorni fa - prosegue Pignoli - con il sindaco Masci avevamo incontrato i residenti di via Caduti per Servizio, garantendo che in tempi brevissimi ci sarebbe stata l'apertura di un posto dei vigili urbani e così è stato. Avevamo, proprio nel corso della campagna elettorale con il sindaco nel quartiere, ma anche in altre zone della periferia cittadina, assicurando il massimo impegno per far si che chi abita a Fontanelle, Zanni, Rancitelli, San Donato, via Rigopiano, Villaggio Alcyone, non si sentisse un cittadino di serie B e un residente invisibile e così, dalle parole siamo passati ai fatti, mettendo, come ha sempre detto il primo cittadino le periferie al centro. Detto fatto. Mentre troppo spesso altri fanno parole, questo provvedimento è diventato realtà grazie anche al lavoro portato avanti dal sottoscritto con un pressing continui nei confronti della Amministrazione che ringrazio nella persona del sindaco Masci che oggi voglio ringraziare". Ma questo - ha aggiunto ancora il capogruppo dell'Udc - non deve essere un punto di arrivo, bensì un punto di partenza perché d'ora in avanti questa Amministrazione dovrà avere un occhio di riguardo per tutte le periferie di Pescara per poter continuare a dare quelle risposte che dobbiamo a chi abita in queste zone e che ha diritto alla sicurezza, con la presenza costante delle forze dell'ordine". Il capogruppo UDC ha poi aggiunto che "nei quartieri periferici partiranno a breve dei punti di ascolto, a cura dell'assessore al Disagio Sociale Di Nisio, grazie ad una collaborazione con la Caritas, e che sarà riservato a tutti i residenti che si trovano in particolari condizioni di difficoltà". Proprio l'assessore Di Nisio ha poi aggiunto che "i punti di ascolto saranno due: uno sarà a Palazzo di Città e un altro itinerante nei vari quartieri, con la disponibilità di uno psicologo, e altri professionisti. Maggiori informazioni le daremo prossimamente nel corso di un incontro con la stampa".

Ultima modifica il Martedì, 15 Ottobre 2019 17:46
loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…