Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Racconti

E pensare che quando fu avviata quella licenza di Sale e Tabacchi il paese contava si e no un migliaio di anime.

Un negozio a pochi passi dal tozzo Municipio affacciato sull’asse viario principale, largo, dritto, comunemente indicato come la nazionale, per poi negli anni sessanta, quelli del miracolo italiano, convertirsi nel più aristocratico Viale del Carnevale,

Monia Barone ha scelto questo racconto, breve e intenso, che ha come scenario il paesaggio delle colline e delle praterie del Nuovo Mondo. Un fondamentale insegnamento che un nonno trasmette a suo nipote.

Un nano stava per affogare in mezzo al mare e cercava disperatamente un appiglio per non cadere a piombo.

Un aneddoto interessante che si può leggere ne -L'arte della guerra di Sun tzu- narra come Sunzi abbia potuto dimostrare le sue capacità davanti al suo Re. Sunzi venne chiamato a corte dal sovrano Helu, re di Wu, poichè famoso per aver scritto 13 libri sull'arte della guerra. Egli lo sfidò ad impiegare la sua grande maestria nella addestramento di eserciti per educare all'ordine le concubine del suo Harem. Sunzi accettò e venne nominato generale per svolgere la prova. Allora Helu convocò tutte le sue trecento concubine e Sunzi le divise in due gruppi, pose a capo le favorite del sovrano armandole di alabarda.

Una dottoressa, guardia medica a Teramo, viene chiamata per una visita urgente ad un bambino nella notte: a richiedere il suo intervento il padre del ragazzo, un nobile del quale aveva spesso sentito parlare nelle cronache mondane della città.

Visitandolo scopre una verità che negli anni aveva rimosso, e che per quanto incredibile le riesce difficile credere.

Una verità che le cambierà la vita, per sempre.

Secondo premio nel 2009 al Premio Internazionale Di Liegro, a Roma, per la sezione narrativa breve inedita, un raccconto di Silvio Madonna toccante, attuale e amaro.

Top News

Menu principale

Statistiche

Visite agli articoli
28688958