Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  

Pescara ha memoria: le vittime dei bombardamenti sulla città

 Venerdì 31 gli eventi congiunti Presidenza del Consiglio, Anpi, Fiab e associazione ex Consiglieri comunali

 

Sarà una celebrazione su due ruote quella che venerdì 31 agosto dalle ore 20,30 si svolgerà per ricordare il 75esimo anniversario dei bombardamenti che nel 1943 distrussero la città producendo un numero di vittime rimasto ad oggi ancora incerto. Oggi a Palazzo di Città la presentazione dell’evento che unisce Presidenza del Consiglio Comunale e Anpi e che quest’anno si svolge in collaborazione con Fiab Pescara bici e l’associazione che riunisce gli ex Consiglieri comunali, in presenza del presidente del Consiglio Comunale Francesco Pagnanelli, il sindaco Marco Alessandrini, Luca Prosperi, Presidente provinciale Anpi, Nicola Palombaro, vicepresidente dell’Anpi Pescara, Mario Sorgentone per gli ex Consiglieri.

“Sarà un anniversario davvero particolare – sottolinea il presidente Francesco Pagnanelli– perché coniugherà il ricordo istituzionale delle vittime ad un evento vero e proprio. Grazie alla collaborazione con la Fiab, parte del cammino che condurrà a ciò che resta del muro della stazione, che fu uno dei luoghi più colpiti della città, verrà percorso in bici. La manifestazione prenderà le mosse alle 20,30 dalla Madonnina del porto per poi procedere fino al muro della stazione. Ad ogni tappa la storia di allora riprenderà vita nella voce di Alessandro Blasioli, un giovane attore pescarese. Quest’anno saranno coinvolti anche gli ex Consiglieri Comunali che con l’associazione che hanno costituito rappresentano un simbolico ponte della memoria, un’unione fra la Pescara di ieri e quella di domani”. “L’anno scorso ero a Pisa perché abbiamo condiviso con questo Comune oltre che la data del tragico bombardamento, anche la cerimonia della memoria – aggiunge il sindaco Marco Alessandrini- Oggi più di ieri abbiamo bisogno della memoria, perché le vicende del passato devono restare presenti nella nostra storia. Le bombe del 1943 distrussero Pescara in due distinti e rovinosi episodi, il 31 agosto e il 14 settembre, ma la città è stata bombardata anche durante la prima guerra mondiale, come ricorda una targa che questa Amministrazione ha voluto fortemente e che si è concretizzata grazie all’iniziativa dell’assessore Paola Marchegiani che l’ha fatta realizzare. Pescara ha memoria e apprezzo l’idea di vivere questo anniversario così tondo e così importante, in parte in bicicletta che storicamente è stata uno strumento indispensabile per il cammino di libertà che la Resistenza ha condotto con le sue staffette anche nei luoghi della nostra città e della nostra regione”.

“Un percorso significativo, in bici e in compagnia della storia – così Nicola Palombaro– Lo abbiamo pensato così con la Fiab per esaltare il valore storico e anche sostenibile delle due ruote, accostandoci l’arte del teatro. Si parte dal Ponte del Mare, area Madonnina, per finire davanti alla locomotiva della ex stazione ferroviaria ricostruita. In queste tappe il giovane attore, Alessandro Blasioli, segnerà il cammino ritornando alla memoria di quei fatti. E’ un giovanissimo attore che a soli 26 anni ha avuto tanti riconoscimenti e il suo teatro è sempre stato imbevuto di impegno civile. Siamo felici di condividere con l’Amministrazione questo evento perché abbiamo in comune il discorso sulla memoria, senza di cui non si va da nessuna parte. Dal locomotore ci si sposterà sui resti del muro, dove verrà ripresa l’istituzionalità dell’evento”.

“Abbiamo aderito con molto piacere a questa manifestazione, perché vogliamo contribuire ad alimentare la memoria delle tante vittime dei bombardamenti – conclude Mario Sorgentone dell’associazione degli ex Consiglieri Comunali - ma anche per ricordare gli artefici della ricostruzione, quelle persone che con grande coraggio si rimboccarono le maniche e ricostruirono la città per farla più bella e importante qual è oggi. E’ sempre necessario cercare e celebrare nuovi inizi, loro lo fecero e anche oggi noi dobbiamo ricordarlo, perché ogni periodo storico ha questa esigenza. In questo filo tra passato e presente con la nostra associazione di ex consiglieri comunali vogliamo essere presenti per rafforzare il legame fra ieri e oggi”.

loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…