Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  
Tu mia, Prima Nazionale al Florian di Pescara

Giovedì 1 Novembre alle ore 18 al Florian Espace. Compagnia Atacama (Roma) TU MIA Prima Nazionale

 

Concept, Coreografia, Regia di Patrizia Cavola - Ivan Truol con Patrizia Cavola – Ivan, Musiche Originali: Epsilon Indi, Costumi: Medea Labate -Arianna Pioppi, Disegno Luci: Danila Blasi Tu Mia nasce dal desiderio di tornare a posare lo sguardo sul Due, sulla relazione tra un uomo e una donna, immergendosi nell’abisso di questa dinamica. L’essere uomo e l’essere donna, il maschile e il femminile, l’incontro tra i due generi, l'amore, la fusione, il possesso, il controllo, smarrire i confini del proprio Sé. Il degenerare della relazione, competizione e autolesionismo. Aggredire, umiliare, il più forte annienta il più debole. Come un veleno si insinua la violenza fino all’annullamento. Violenza contro la donna, femminicidio, violenza di genere. Barbablù, Mostro, Orco. Malattia. Assassinio. Come è possibile? Come l’amore può generare violenza, annullamento, morte? Uccidere l’amore nel colpire l’altro, nell'assassinio dell’altro uccidere se stessi. Il progetto coreografico si pone l’obiettivo di esplorare, attraverso la creazione artistica, il maschile e il femminile. Yin e Yang, anima e animus, sono energie che ognuno di noi possiede in quantità uguali, uomo e donna allo stesso modo, entrambe necessarie allo stabilirsi di un equilibrio. L’energia Maschile è il modo in cui operiamo verso il mondo esterno e si esprime nell’azione, la forza, il movimento e la fermezza. L’energia Femminile si riferisce alla nostra relazione col mondo interiore ed è espressa soprattutto dalla fluidità, dalla creatività, dalla sensibilità, dall’introspezione. Il Femminile crea e trasforma. Il Maschile concretizza e cristallizza. Possiamo “canalizzare” queste energie, lasciandole cooperare naturalmente: se il femminile ci permette di sentire e scegliere ciò che è bene per noi, il Maschile ci permette di attuarlo e concretizzarlo. Lo spettacolo pone lo sguardo sul complesso tema dell’amore, sentimento sfaccettato, dalle infinite manifestazioni di luci e di ombre. Dall'amore ideale alla dipendenza d'amore, all'amore romantico. Amore come incontro tra due persone ma anche tra due entità, l’essere uomo e l’essere donna, il maschile e il femminile che confluiscono nella coppia, così come in ognuno di noi. L’Amore come effetto di una relazione, di un incontro tra due corpi, del loro avvicinarsi e allontanarsi per poi nuovamente ritrovarsi, da cui la scelta della danza come linguaggio di narrazione di questa dinamica continua. Partendo da queste riflessioni il progetto vuole anche confrontarsi con il tema della violenza di genere. INGRESSO € 10 RIDOTTO € 8 RIDOTTO SPECIALE € 7 (per scuole di teatro, danza, musica convenzionate)

loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…