Stampa questa pagina
Venerdì, 09 Aprile 2021 16:52

Bolognano, l'impegno del Comune a reperire le risorse per la conservazione della chiesa Sacro Cuore di Gesù

Scritto da A.C

Il Sindaco: “Grande punto di riferimento per la comunità parrocchiale. Cofinanziamento per valorizzare quello che è anche uno dei più importanti monumenti del territorio”.

“Risanamento e messa in sicurezza della chiesa del Sacro Cuore di Gesù a Piano d’Orta, con questi obiettivi abbiamo, con delibera odierna (la n.41), definito le linee di indirizzo per reperire i fondi necessari".

Si legge nella nota del sindaco di Bolognano, Guido Di Bartolomeo che evidenzia l'impegno dell'intera amministrazione comunale che "si attiverà, sin da subito, presso le autorità competenti sovraordinate, statali e/o regionali, per ottenere un contributo finanziario per gli interventi di manutenzione straordinaria e per le opere di risanamento dell’edificio religioso – quale immobile parrocchiale a servizio della comunità – impegnandosi a cofinanziare il progetto nella percentuale massima del 30 per cento".

Di Bartolomeo ricorda "la storia della nostra chiesa parrocchiale (unità pastorale Bolognano-Piano D’Orta- Musellaro) la cui nascita, nel 1929, fu dovuta all’opera caritatevole del vescovo di Chieti monsignor Nicola Monterisi, che si fece interprete delle esigenze degli abitanti di quel borgo operaio, nato e cresciuto intorno allo stabilimento della Montecatini. Di certo non fu un'impresa facile, poiché nessuno voleva assumersi l’onere della costruzione, né l’impegno di seguirne i lavori ma la forza di volontà della popolazione, accompagnata dall’entusiasmo di donarsi alla devozione del Sacro Cuore di Gesù, fece il miracolo. Elevata a Rettoria nel 1941, la cappella fu distrutta dagli eventi bellici nel 1944. Ricostruita e ingrandita, con decreto arcivescovile di monsignor Giuseppe Venturi del 22 agosto 1946, fu elevata a parrocchia con territorio smembrato dalle parrocchie di Sant’Antonio Abate in Bolognano, San Donato di San Valentino e Santa Maria del Carmelo di Scafa. Ancora oggi, rappresenta un grande punto di riferimento per la comunità parrocchiale ed ogni anno, nel mese di ottobre, Bolognano è in festa per le celebrazioni dell’anniversario della sua consacrazione".

Per il sindaco e ammnistrazione "I lavori di conservazione della chiesa non possono più attendere, sono da me e dall’intera amministrazione comunale fortemente voluti unitamente a don Giorgio, l’attuale parroco indiano tanto apprezzato dai fedeli, nonché dall’amministratore parrocchiale della diocesi di Chieti-Vasto, don Bartolomeo Turacchio, e dall’arcivescovo, Bruno Forte. Ma ancor di più va dato ascolto all’accorato appello dei fedeli che vogliono vedere ristrutturata la propria chiesa, nonché valorizzato uno dei monumenti più importanti del territorio”.

Articoli correlati (da tag)