Stampa questa pagina
Martedì, 20 Aprile 2021 17:38

“Sam” Sciarretta, da Montesilvano a Brooklyn protagonista di "They Came to America".

Scritto da redenz

Storie di emigrazione abruzzese. Samuel “Sam” (Sabatino) Sciarretta “vulcanico” personaggio nato a Montesilvano nel 1909. Fu, tra le altre cose, pugile , giocatore di softball, ciclista e attore. Morì nel New Jersey a 103 anni. Geremia Mancini – presidente onorario “Ambasciatori della fame” racconta la sua storia.

 

Samuel “Sam” Sciarretta nacque a Montesilvano, in provincia di Pescara, il 18 novembre del 1909. Giunse negli Stati Uniti nel 1920.

Sbarcò ad “Ellis Island” dal piroscafo “Canada” e si stabilì, con la sua famiglia nel quartiere di Brooklyn a New York. Ebbe due fratelli Fiore e Vincent. Dotato di un fisico possente e di una non comune vivacità si dedicò, spesso con successo, a innumerevoli attività. Frequentò una palestra di pugilato e sostenne diversi incontri (ebbe l’occasione di esibirsi al “Madison Square Garden”). Giocò come lanciatore di softball nella squadra del “The Maccabees All Stars” di Borough Park.

Fu ciclista appassionato e capace di coprire lunghissime distanze. Nel 2003 lo scrittore e produttore americano Andrew Goldberg lo volle, come protagonista, del documentario "They Came to America". Ebbe un importante ruolo nel cortometraggio "Two Boroughs" dello scrittore e regista Nick DeSimone. Samuel “Sam” Sciarretta sposò Mary Rocano che gli diede tre figli: un maschio Gerard e due figlie Elizabeth e Lucille. “Sam” fu titolare di un negozio di biciclette e lavorò per il “New York City Transit” fino al 1968 quando andò in pensione. Ma stare senza far nulla non era possibile per “Sam” che continuò a lavorare part-time come fattorino per “Manufacturers Hanover Trust” di Manhattan.

Samuel “Sam” Sciarretta morì, a 103 anni, il 1 novembre 2013 a Keansburg nel New Jersey.

Articoli correlati (da tag)