Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Mercoledì, 30 Gennaio 2019 18:43

Brexit, in caso di uscita senza accordo, ecco le misure

Scritto da A.C.

L'accordo per la Brexit già negoziato con il Regno Unito resta "l'unico e il migliore accordo possibile". Così il presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, nel suo intervento nell'aula del Parlamento europeo a Bruxelles, riguardo alla richiesta del Regno Unito di riaprire il negoziato con la Ue.

Il voto alla Camera dei Comuni "ha aumentato il rischio di un'uscita non ordinata del Regno Unito dalla Ue" ha detto, aggiungendo che "occorre fare tutto il possibile per preparaci a tutti gli scenari possibili, anche il peggiore". Juncker si è comunque detto "ottimista" e convinto che "si potrà trovare un accordo con il Regno Unito".

Inoltre, la questione del backstop non riguarda solo l'Irlanda, ma tutta l'Europa, ha detto il presidente della Commissione, sottolineando che "la frontiera irlandese è una frontiera dell'Unione europea.

Intanto avanzano le misure Ue d'emergenza pronte a scattare in caso di una Brexit senza accordo, con l'obiettivo di tutelare il più possibile i cittadini. Commissione e Consiglio Ue hanno adottato tre nuove misure che tutelano gli studenti Erasmus, le pensioni dei cittadini che hanno lavorato in Gran Bretagna e i pagamenti per i programmi Ue dal bilancio 2019. I ragazzi Ue che al 29 marzo studiano in Gran Bretagna (circa 14mila) e i ragazzi britannici che studiano in Ue (circa 7mila) vedranno garantiti la loro borsa Erasmus sino al completamento del periodo all'estero previsto.

Gli europei che fino al 29 marzo hanno compiuto un periodo di lavoro in Gran Bretagna se lo vedranno riconosciuto per il calcolo della pensione. Inoltre i 27 si impegnano a pagare i fondi Ue per tutto il 2019 a istituzioni, imprese, ricercatori e cittadini britannici per i progetti già avviati entro il 29 marzo se la Gran Bretagna pagherà il suo contributo per il 2019 al bilancio Ue.

Top News

Statistiche

Visite agli articoli
32196188