Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


 

Giovedì, 26 Novembre 2015 18:17

LISZT SECONDO MICHELE CAMPANELLA LEZIONI PER “PUBBLICO GIA' COLTO E PREPARATO”

Questo appuntamento inaugura, all’interno della stagione ISA, una nuova iniziativa: un ciclo di concerti preceduti da un incontro di approfondimento, che vuole offrire ad un pubblico già colto e preparato, come quello della stagione musicale aquilana, l’emozione di un contatto più diretto con le problematiche dell’interpretazione dei grandi autori, attraverso gli interpreti più qualificati.

 

Primo appuntamento con il ciclo “Lezioni-concerto” della 41° Stagione concertistica dell’Istituzione Sinfonica Abruzzese a L'Aquila

Sul palco del Ridotto del Teatro Comunale, sabato 28 novembre alle ore 18,00 il pianista Michele Campanella, insieme al musicologo e direttore artistico Daniele Spini, offriranno al pubblico un approfondimento su Franz Liszt (1811-1886) e le sue Années de Pèlerinage, cicli di composizioni in cui il grande compositore ungherese trasferì sulla pagina musicale le impressioni e le esperienze culturali dei suoi viaggi nei diversi paesi di una Europa che lo vide protagonista di una nuova idea di concertismo.

 

Nella prima parte del concerto, una vera e propria lezione di interpretazione, Michele Campanella, parlerà della sua vasta esperienza di esecutore e promotore dell’opera di Liszt, di cui è riconosciuto, a livello internazionale, uno dei massimi interpreti.

Insieme al professor Daniele Spini concentreranno la loro lezione-concerto sulle composizioni pianistiche della seconda raccolta delle Annèes de pèlerinage, interamente dedicata da Liszt all’Italia e ai suoi grandi poeti: di Dante, Liszt mise in musica il V Canto dell’Inferno, l’episodio cioè di Paolo e Francesca, nella celebre Sonata Dante, e di Petrarca alcuni dei più bei Sonetti.

Nella seconda parte della serata, in una vera e propria maratona esecutiva, il Maestro Campanella eseguirà l’intera raccolta, comprendente, oltre alla Sonata Dante e i Sonetti del Petrarca, altri brani ispirati all’Italia.

Michele Campanella è riconosciuto, a livello internazionale, uno dei massimi interpreti di Franz Liszt. Tra le tante onorificenze ricevute basti qui ricordare la medaglia del Ministero della Cultura ungherese nel 1986 e dall’American Liszt Society nel 2002, il premio della Società "Franz Liszt" di Budapest, il Gran Prix du Disque nel 1976, 1977 e nel 1998, e il suo ruolo di Presidente della sezione italiana dell’American Liszt Society dal 2008. Nel 2011, anno del bicentenario della nascita di Franz Liszt, Campanella ha interamente dedicato la sua attività al compositore ungherese - di cui conta in repertorio duecento titoli - realizzando programmi solistici con assolute rarità e una tournée italiana con l’Orchestra Luigi Cherubini per l’esecuzione, in una sola serata, come solista e direttore, di tutta la musica per pianoforte e orchestra di Liszt.

Campanella è stato anche promotore delle Maratone lisztiane al Parco della musica di Roma, per la prima esecuzione integrale della musica pianistica di Liszt mai realizzata a livello mondiale. Culmine delle celebrazioni del 2011 l’esecuzione del Primo Concerto per pianoforte e orchestra con la Chicago Symphony Orchestra diretta da Riccardo Muti.

Nello stesso anno è uscito per Bompiani il suo libro Il mio Liszt.

Sul palco del Ridotto del Teatro Comunale, insieme a Michele Campanella, ci sarà il professor Daniele Spini, importantissimo musicologo nonché direttore artistico di prestigiose realtà italiane: attualmente dell’Orchestra Haydn di Bolzano e Trento, già direttore artistico dell’orchestra RAI, e dal 2008 al 2010, direttore artistico per la musica, la lirica e la danza del Teatro Nuovo Giovanni da Udine.

Biglietti Concerto:

Intero 10 Euro;

Ridotto 5 Euro per giovani fino a 26 anni, studenti e possessori di SinfoniCard.

 

chiacchiere da ape