Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Venerdì, 29 Novembre 2019 16:23

Pescara, sala consiliare del Comune ora si paga, da 80 euro in su.

Scritto da rednez

Francesco Pagnanelli (Consigliere comunale, Già Presidente del Consiglio): “Centro-destra: nuova tassa sull’utilizzo della sala consigliare”

 

"Apprendo con estremo disappunto la decisione della Giunta Comunale, presa su iniziativa del Presidente del Consiglio Marcello Antonelli, di sottoporre al pagamento di una tariffa l’utilizzo della sala consiliare della città da parte di associazioni, comitati o comuni cittadini richiedenti" così Francesco Pagnanelli,"Le tariffe stabilite partono da cifre apparentemente basse per i giorni feriali a cifre elevate (80 euro, 100 euro) per i giorni festivi; non si tratta affatto quindi di corrispettivi simbolici, come si legge nella delibera, bensì di vere e proprie tariffe finalizzate ad introiti per l’Ente comunale". Fa notare in una nota, "Il fatto è di una gravità unica, in quanto la Sala Consigliare è da sempre stata considerata la sala dei cittadini, di proprietà di tutta la collettività pescarese e pertanto concessa gratuitamente a chiunque ne avesse avuto bisogno. Durante i miei anni di Presidenza in quella sala si sono riversate tutta la dinamicità e la vivacità della nostra città in ogni campo, dall’arte al sociale, dalle scuole alle riunioni di associazioni benefiche; qualsiasi realtà abbia chiesto alla Presidenza l’utilizzo della sala in questione è stata accolta a braccia aperte perché ho sempre considerato il Comune la Casa di tutti".

E si chiede, "Mi domando ora come faranno piccole associazioni onlus, o semplici cittadini che necessitano della sala per svolgere attività aggergative, che probabilmente saranno costrette a svolgere altrove; ma soprattutto mi chiedo quale pessimo messaggio la destra dia alla città chiudendo le porte del palazzo a chi voglia farne uso per diffondere cultura, arte, sociale, volontariato e altro".

Riflette, "Una vera e propria tassa che renderà ancor più distante il palazzo dalla vita reale, economica, sociale e culturale dei pescaresi, più di quanto le scelte politiche del centro destra non abbiano già dimostrato in questi mesi di governo, e contribuendo sempre di più all’allontanamento dei cittadini dalla politica Il Presidente Antonelli dimentica il senso della democrazia svolgendo il suo ruolo da “proprietario della sala” dimenticando che quella sala appartiene a tutta la città".

Ultima modifica il Venerdì, 29 Novembre 2019 16:28

Top News

Statistiche

Visite agli articoli
32190198