Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Venerdì, 06 Dicembre 2019 15:17

Taglio parlamentari. Radicali: attacco alla Democrazia. Parte raccolta firme.

Scritto da nefer

Mercoledì 11 dicembre 2019 dalle ore 20:00 alle 00:00 presso la sede del Partito Radicale, in Via di Torre Argentina, 76 – Roma si terrà La notte per la democrazia - Assemblea pubblica di Deputati e Senatori per convocare il referendum sul taglio dei parlamentari.

 

"Non si possono ridurre arbitrariamente i diritti dei cittadini e la loro rappresentanza democratica senza sentire la loro voce. Non si può stravolgere alla Costituzione con colpi di mano, come già hanno tentato, fallendo, con il Senato nel 2016. Il taglio riproposto ora, a distanza di appena 3 anni da quel referendum, dei parlamentari di Camera (meno 230) e Senato (meno 115) è un nuovo attacco alla democrazia". Ilari Valbonesi - Consigliere generale del Partito Radicale annuncia guerra contro questo provvedimento.

"Chi taglia toglie, non dà certo. Per questo motivo, il Partito Radicale ha messo a disposizione in tutti i Comuni italiani i moduli da firmare per la richiesta di un referendum costituzionale sulla legge di riduzione del numero dei parlamentari." Servono 500.000 firme da raccogliere in meno di un mese e consegnare in Cassazione entro il 12 gennaio 2020, "per riuscire a dare voce al popolo italiano a cui appartiene la sovranità".

. "La drastica riduzione infatti aumenta il potere oligarchico mentre riduce la rappresentanza del popolo. La giustificazione che si cela dietro la riforma costituzionale data per il taglio dei parlamentari (il mero 'risparmio' economico: un caffè all'anno per cittadino!) è umiliante oltre a non costituire un vero risparmio, che si potrebbe ottenere con un taglio dell’entità degli stipendi più semplice e rapido da realizzare. Ma soprattutto è tecnicamente un oltraggio alla rappresentanza democratica e ai principi fondanti sanciti dalla Costituzione. Ma la cosa più grave è che tutto ciò sia avvenuto (e stia avvenendo) senza dibattito e nel silenzio più assordante. Se il popolo è davvero chiamato ad esprimersi e a partecipare alla vita democratica è indispensabile che si conquisti l’appuntamento referendario: per consentire ai cittadini di conoscere le ragioni per deliberare consapevolmente su questa strutturale revisione della Costituzione".

Invita tutti i cittadini italiani a verificare che la raccolta sia attiva nel proprio comune, a segnalare problematiche, o richiedere informazioni: via twitter @B_REFERENDUM – oppure via WhatsApp +393791555742

 

Top News

Statistiche

Visite agli articoli
29906743