Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Sabato, 21 Marzo 2020 12:17

Covid19. Positivo sindaco di Castiglion Messer Raimondo

Scritto da P.V.

'Sto bene, ora quarantena'. Quattro morti in paese 'zona rossa'

Quattro morti in pochi giorni, decine di casi su poco più di duemila abitanti, ora anche il sindaco positivo al Covid-19, a Castiglione Messer Raimondo, duramente colpito dall'emergenza Coronavirus al punto da divenire una sorta di 'Vo' d'Abruzzo'. Ad annunciare la sua positività è lo stesso primo cittadino Vincenzo D'Ercole: "Sto bene, ma serve la quarantena".

Castiglione, con altri 5 comuni abruzzesi, è nella zona rossa individuata dal governatore Marsilio. "Cari concittadini, come ben sapete, nella nostra Vallata il rischio contagio è il più alto di tutta la regione - scrive su Facebook - Sono giorni difficili, in cui ognuno di noi, se non resta a casa, rischia. Purtroppo, neanche io sono stato risparmiato e oggi ho avuto l'esito del tampone, risultato positivo. I miei spostamenti sono stati fatti con tutti i dispositivi di protezione individuale, ma d'ora in avanti continuerò a occuparmi dell'emergenza da casa, evitando di esporre altri al rischio contagio".

Il Sindaco Jwan Costantini, di Giulianova, appresa la notizia che i sindaci Vincenzo D’Ercole di Castiglione Messer Raimondo ed Ernesto Piccari di Montefino sono risultati positivi al tampone del Covid-19, esprime sincera vicinanza e sostegno ai due primi cittadini. “Non hanno lasciato soli i cittadini nemmeno per un secondo – dichiara il Sindaco Jwan Costantini – li abbiamo visti scendere in strada, a fianco ai volontari e questo gli fa onore, come a tutti quei sindaci che, seppure spesso disarmati, stanno combattendo come leoni. Hanno dovuto fronteggiare da soli questa emergenza, tentando di tutelare le loro comunità, che purtroppo hanno dovuto fare i conti con l’ostilità di questo temibile virus, avendo dovuto anche piangere le morti di alcuni cittadini. A loro va tutta la stima e il sostegno, mio e dell’intera amministrazione comunale di Giulianova, con l’augurio che possano guarire presto e tornare a combattere a fianco dei cittadini”.

Ultima modifica il Sabato, 21 Marzo 2020 17:25