Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Lunedì, 28 Settembre 2020 16:38

Manoppello/Scuola. Opposizione consiliare chiede organo di controllo: "Gravi inadempienze alle procedure Covid"

Scritto da redenz

Consiglieri comunali denunciano: "assembramenti incontrollati" e "gli utenti hanno riferito che Bidelli e amministratori comunali non indossano la mascherina a scuola".

"A soli 2 giorni dalla riapertura della scuola, siamo venuti a conoscenza di gravi inadempienze nei plessi scolastici del Comune di Manoppello, sia all’interno che all’esterno delle strutture scolastiche". I Consiglieri Comunali Katia Colalongo Barbara Toppi Romeo Ciammaichella Lucio Di Bartolomeo Antonella Faraone riferiscono in una nota, "si sono verificati assembramenti incontrollati fuori dalle aree scolastiche durante l’ingresso e l’uscita degli alunni anche alla presenza dei vigili urbani e del Sindaco che ne ha declinato la responsabilità in quanto non competenza dell’Amministrazione comunale". I consiglieri di opposizione affermano che "non vi è stata la consegna delle mascherine lavabili 20 volte che la Protezione Civile di Manoppello, per conto della Regione Abruzzo, ha consegnato alla Dirigente Scolastica con notevole anticipo rispetto alla riapertura delle scuole".

Inoltre "ci sono state segnalate notevoli carenze igienico-sanitarie, che potrebbero aumentare i rischi di contagio come: bagni sporchi, mancanza di carta igienica, mancanza di sapone e carta per la pulizia delle mani, mancanza di gel igienizzante". Fanno poi sapere un particolare, che se confermato, risulterebbe molto grave: "Gli utenti hanno riferito che i bidelli non indossano le mascherine neanche se richiamati dagli insegnanti, nonché l’accesso nei plessi scolastici di amministratori comunali che non hanno indossato le mascherine durante tutta la permanenza nelle aule. Ci troviamo, quindi, di fronte ad una pessima gestione dell’emergenza, con gravi violazioni dei protocolli di sicurezza ed un rimpallo delle competenze".

Commentano, "In un momento così complicato, dove si prevede un aumento dei contagi, non possono essere commessi errori. Non si può rischiare una nuova chiusura delle scuole perché la didattica in presenza è di vitale importanza per i giovani". Chiedono di "nominare con urgenza un organismo di controllo che sul territorio effettui le visite ispettive e possa far garantire il rispetto delle procedure nel rispetto della Salute e della Dignità dei minori ed anche degli insegnanti". Annunciano, "continueremo a vigilare a che i protocolli di sicurezza vengano rispettati e denunceremo qualsiasi comportamento e/o atto difforme da quanto previsto dal protocollo stesso".

Ultima modifica il Lunedì, 28 Settembre 2020 16:54

Top News

Statistiche

Visite agli articoli
31687330