Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Martedì, 01 Dicembre 2020 18:22

Covid 19, in Italia cala quasi del 2% rispetto a ieri il tasso di positività

Scritto da nefer

Sono 19.350 i nuovi contagi da Coronavirus in Italia resi noti oggi secondo i dati contenuti bollettino del ministero della Salute.

Da ieri sono stati registrati altri 785 morti che portano il totale a 56.361 dall'inizio dell'emergenza legata all'epidemia. Da ieri sono stati eseguiti 182.100 tamponi. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 3.663 (-81 da ieri).

Cala quasi del 2% rispetto a ieri il tasso di positività, ossia il rapporto tra positivi al coronavirus trovati e test effettuati. E' oggi al 10,6%, in calo dell'1,9% rispetto al giorno precedente (era al 12,5% ieri). "Oggi il numero di nuovi casi è in diminuzione ma ancora è molto alto. I comportamenti individuali e collettivi determinano la probabilità di diffusione del virus. Quindi non ci sono scorciatoie perchè noi siamo i protagonisti". Lo ha detto il presidente dell'Istituto superiore di Sanità Silvio Brusaferro.

"Oggi abbiamo 19.350 positivi" a Covid-19, "sono di più rispetto a ieri quando però erano stati effettuati meno tamponi (130.500). Oggi i tamponi sono 180mila ed è normale che più tamponi si fanno più positivi si trovano. Certamente però rispetto a 1-2 settimane fa abbiamo una situazione in miglioramento. Il che non vuol dire tranquillità, tutt'altro. Perché trovare 19mila e passa positivi in un giorno vuol dire che siamo su livelli ancora elevati. Ricordo che la scorsa settimana l'incidenza era ancora su 700 nuovi casi per 100mila abitanti, che è una delle più alte in Europa dopo Svizzera, Austria e Slovenia", dice Gianni Rezza, direttore generale Prevenzione del ministero della Salute, durante la conferenza stampa sull'analisi della situazione epidemiologica del coronavirus Sars-CoV-2 in Italia.

"Abbiamo quindi delle incidenze ancora elevate - sottolinea Rezza - con un incide Rt che scende e un numero di test positivi che tende ad abbassarsi rispetto alle scorse settimane, ma rimane ancora molto elevato. Chiaramente vediamo che, rispetto al numero di tamponi fatti, siamo di poco al di sopra del 10%: una percentuale che tende leggermente ad abbassarsi, ma rimane ancora al di sopra del 10% che è una soglia abbastanza critica. Purtroppo quello che non va bene è il numero dei decessi che è alto: sono 785 oggi, ieri erano 672".

Top News

Statistiche

Visite agli articoli
32063031