Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Mercoledì, 18 Maggio 2022 18:24

Tragedia a L'Aquila. Auto finisce nel giardino di un asilo, un bimbo morto e 5 feriti

Scritto da A;C.

 Un altro è grave. L'incidente è avvenuto alla scuola dell'infanzia 1 Maggio all'Aquila. L'auto era parcheggiata in una strada in discesa quando, per motivi ancora da accertare, si è messa in marcia.

Il sindaco dell'Aquila, Pierluigi Biondi, ha proclamato il lutto cittadino. Il provvedimento è stato adottato a seguito del gravissimo incidente.

Un bambino di 4 anni è morto, un altro della stessa età è grave e altri quattro risultano feriti. Questo per ora il bilancio dell'incidente all'asilo dell'Aquila, secondo fonti sanitarie. Si legge su Ansa. I bimbi hanno tra i tre e i cinque anni. Il bimbo ferito in modo grave è stato trasportato in elisoccorso in un ospedale a Roma e ora è in prognosi riservata.

L'incidente è avvenuto alla scuola dell'infanzia 1 Maggio all'Aquila.

C'erano oltre una decina di bambini nel giardino dell'asilo, quando intorno alle 14.30 l'auto ha sfondato il reticolato che faceva da recinzione travolgendo i bimbi. Oltre a quelli investiti, altri piccoli sono sotto choc e hanno graffi che si sono procurati durante la fuga al momento dell'incidente. Sul posto è giunto il pm.

L'auto era di una mamma che era andata a prendere il figlio all'asilo lasciandone un altro a bordo della vettura parcheggiata in discesa. Secondo le prime testimonianze raccolte sul posto la donna avrebbe lasciato nella Passat il figlio più grande, di 8-10 anni circa e, questa l'ipotesi, il bambino sarebbe riuscito a togliere il freno. L'auto in discesa ha preso subito velocità. Un'ipotesi tragica che dovrà comunque essere confermata dagli inquirenti. I soccorritori hanno dovuto liberare nel più breve tempo possibile alcuni piccoli rimasti incastrati tra il vano motore dell'auto e la cancellata. Sul posto, per accertamenti, il procuratore Stefano Gallo che sta ascoltando i vari testimoni alla presenza di Monia Lai, dirigente scolastico dell'istituto comprensivo Mazzini di cui fa parte la scuola.

Il racconto di un'insegnante

"La priorità - spiega una insegnante della primaria - è evitare che i bambini che hanno assistito alla scena restino traumatizzati, sia dall'incidente, con l'auto che ha sfondato il cancello del giardino, sia dal viavai di ambulanze e mezzi di soccorso". Mentre parla, una barella con una bimba sfila tra la gente. Poco dopo, invece, alcuni volontari della protezione civile, in supporto agli operatori del 118, sono riusciti a proteggere da occhi indiscreti l'ingresso dei piccoli all'interno dell'ambulanza. "Con alcuni bambini - riprende l'insegnante che preferisce mantenere l'anonimato - abbiamo cercato di far finta che si sia trattato di un gioco, o quantomeno di minimizzare, spiegando che oggi i genitori sono venuti a riprenderli in anticipo. Ma quanto è difficile".  Paura e sgomento nel cortile della scuola. Un momento delicatissimo per le maestre delle due scuole - oltre all'Infanzia c'è anche l'asilo nido "Primo maggio" - che, seppure visibilmente segnate dall'episodio, hanno cercato di gestire al meglio la situazione, accogliendo i genitori dei piccoli, a partire da quelli rimasti coinvolti nell'investimento. Per ragioni di protocollo e di tempestività non tutti i genitori hanno potuto accompagnare i loro figli all'interno dei mezzi di soccorso e la cosa ha reso ancora più delicata la situazione.

Presidente Marsilio, "siamo sconvolti"

"Abbiamo appreso questa tragica notizia paradossalmente mentre stavamo festeggiando il primo bambino nato a Fontecchio, nelle aree interne, dopo l'approvazione della legge sullo spopolamento; il primo nato che ha ricevuto il contributo alla natalità. Siamo tutti sconvolti e vicini al dolore delle famiglie. Speriamo che questa tragedia non si aggravi, siamo in contatto con i sanitari per seguire costantemente l'evolversi della situazione", ha dichiarato il presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio.

M5s, Ci stringiamo attorno a tutta la comunità 

"Le notizie che ci giungono da L'Aquila sono terribili. Ci stringiamo attorno a tutta la comunità e a chi ha subito una perdita così drammatica. Questa è una tragedia che ci lascia sgomenti e senza parole", così il Capogruppo Sara Marcozzi sul tragico avvenimento nella Scuola dell'infanzia Primo Maggio del Capoluogo aquilano.

Il sindaco Biondi: "sgomento"

"Sono profondamente addolorato, non riesco neppure a immaginare il dolore che stanno provando i genitori dei bambini feriti. Da padre e da rappresentante delle istituzioni sono sgomento. È una notizia terribile: speriamo e preghiamo che il bilancio non si aggravi". Queste le parole del sindaco dell'Aquila, Pierluigi Biondi, subito dopo avere visitato il luogo dell'incidente presso la scuola dell'infanzia Primo Maggio dove un'autovettura ha investito alcuni bambini. L'auto, parcheggiata fuori dalla scuola, si sarebbe sfrenata: dopo avere sfondato un cancello è entrata nel giardino dove i bimbi stavano giocando. Il primo cittadino si è poi diretto all'ospedale San Salvatore dell'Aquila dove sono ricoverati cinque bambini - e non quattro come scritto in precedenza - di cui uno molto grave.

Quagliarello, "terribile tragedia"

“Mi unisco senza retorica alcuna, ma con sincera e profonda partecipazione, al cordoglio della comunità aquilana per la terribile tragedia che si è consumata oggi. Un evento drammatico che non può non sconvolgere chiunque abbia negli occhi lo sguardo spensierato di un bambino che gioca. Preghiera e vicinanza di fronte a un dolore che non può trovare parole adeguate”. Lo dichiara Gaetano Quagliariello, senatore del collegio L’Aquila-Teramo.

 Incidente asilo all’Aquila, Fina: “Tragedia incomprensibile”

“È una tragedia incomprensibile, che lascia sconvolti e senza parole. In questo momento di gravissimo lutto, voglio che giungano le condoglianze e la vicinanza della comunità del Partito Democratico abruzzese alla famiglia della piccola vittima. Siamo vicini e in apprensione per i piccoli feriti e auguriamo loro una pronta guarigione. Cercheremo di capire presto come tutto ciò è potuto accadere”: lo dichiara Michele Fina, segretario del Pd Abruzzo, in relazione all’incidente nel cortile dell’Asilo 1 Maggio all’Aquila.

Il Sindaco di Fossacesia, Di Giuseppantonio, "dolore fortissimo"

“Provo un dolore fortissimo per quanto avvenuto oggi, nel primo pomeriggio, nella scuola dell’infanzia “I Maggio” a Pile. Una tragedia che colpisce nel profondo, che lascia sbigottiti”. E’ quanto scrive in un comunicato diffuso poco fa dal Segretario regionale dell’Udc Abruzzo, Enrico Di Giuseppantonio, non appena appresa la notizia di quanto avvenuto nel giardino della scuola, alle porte de L’Aquila nella quale ha perso la vita un bimbo di sei anni e altri sei sono rimasti feriti, travolti da un auto che si è sfrenata, finendo sui piccoli. "Sono vicino ai genitori dei bambini che in questo momento stanno vivendo ore d’angoscia - prosegue Di Giuseppantonio -. A nome dell'Udc che rappresento, esprimo le mie più sentite condoglianze alla famiglia del piccolo che è deceduto e mi unisco al lutto cittadino proclamato dal Sindaco del capoluogo di regione, Pierluigi Biondi".

Ultima modifica il Mercoledì, 18 Maggio 2022 19:58