Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Aprile 19th, 2024
Sabato 20 Aprile dalle ore 9 alle 13 in Piazza Diaz Sabato 20 Aprile dalle ...
Aprile 19th, 2024
 sciopero della fame iniziato il 2 aprile scorso. Per Di Giacomo (S.PP.) dopo ...
Aprile 19th, 2024
Sindaco: I danni che i cinghiali stanno provocando, sono ingenti  Il sindaco ...
Aprile 19th, 2024
 Questi interventi di restauro e ammodernamento sono fondamentali per la ...
Aprile 19th, 2024
 sequestrato uno spinello a Collemaggio. segnalato il minore. Prosegue ...
Aprile 19th, 2024
 Domanda di lavoro delle imprese abruzzesi nei 5 anni 2018-2023 e prospettiva ...
Aprile 19th, 2024
Il fiore di oggi è il Lillà che significa: innamoramento. Santo Oggi si ...
 

Spettacoli e Cultura

Aprile 19th, 2024
Le notizie delle scuole di ogni grado e tipo d'Abruzzo del mese di Aprile A ...
Aprile 19th, 2024
Quando la sindrome di down è un valore aggiunto. "Guardo sempre in su" è il ...
Aprile 18th, 2024
  Il Museo Nazionale d’Abruzzo per i 70 anni dall’eccezionale ritrovamento del ...
Aprile 18th, 2024
Sabato 20 aprile alle ore 18, nell’antico Chiostro Comunale di Città ...
Aprile 03rd, 2024
Tanti appuntamenti per il mese di Aprile 2024. Il mercoledì alle 18 e ...

 
 

Notizie Abruzzo

  • Prev
 sciopero della fame iniziato il 2 aprile scorso. Per Di Giacomo (S.PP.) dopo il malore a causa dello sciopero della
Sindaco: I danni che i cinghiali stanno provocando, sono ingenti  Il sindaco di Fossacesia, Enrico Di
 Questi interventi di restauro e ammodernamento sono fondamentali per la conservazione del patrimonio storico e per il
 sequestrato uno spinello a Collemaggio. segnalato il minore. Prosegue l’azione di vigilanza della Guardia di
Regione e Governo prestino ascolto a cittadini e amministrazioni comunali e facciano il loro dovere Questa mattina
La Regione Abruzzo avrà a disposizione 2 milioni per investire sulla tutela e la valorizzazione dell’architettura e del
Lunedì, 26 Settembre 2016 17:13

Pescara. Mense, il pasto costa 51 centesimi in meno.

Sindaco e Di Iacovo: “Come annunciato la tariffa passa da 4,07 a 3,56 euro a pasto. Dal 3 ottobre comincia una rivoluzione in nome della qualità e sostenibilità”

 

 Passa da 4,07 euro a 3,56 a pasto la nuova tariffa della refezione  scolastica comunale. Si tratta di una riduzione di 51 centesimi che è una buona nuova che si aggiunge ad una vera e propria rivoluzione del servizio che partirà dal prossimo 3 ottobre con un nuovo appalto aggiudicato all’ATI Cir Food s.c. - Bioristoro Italia e che ha come priorità la qualità e sostenibilità delle materie prime scelte e cucinate per i ragazzi.

 

“Un appalto che innova sensibilmente il servizio e porta tantissime novità  che illustreremo dettagliatamente al più presto – Così il sindaco Marco Alessandrini con l’assessore all’Istruzione Giovanni Di Iacovo -  Fra le più rilevanti c’è l’abbassamento sensibile delle tariffe dei pasti, un risparmio che avevamo annunciato e che ci ha consentito di venire incontro alle famiglie, assicurando però una qualità maggiore, menù studiati e calibrati, a km zero e stagionali, con la possibilità di “partecipare” attivamente al servizio perché sia migliore.

Presto, infatti, si terrà anche la prima riunione della Commissione mense, nuovo organismo formato da tecnici, consiglieri e rappresentanti dei genitori, voluto dal Comune perché i cambiamenti di cui il servizio si fa portatore, fossero condivisi con la comunità.

Questo perché variamo con orgoglio una svolta davvero epocale:  il bando ha durata quinquennale, un importo complessivo pari a 16.698.352,56 e interessa gli anni scolastici 2015/16 fino e non oltre il 30 giugno del 2019/20. Una rivoluzione cercata e voluta perché riguarda la salute dei nostri ragazzi e perché la Pubblica Amministrazione deve poter proporre modelli di efficienza, tenendo alta la qualità e guardando anche ad economie di scala. In questo modo e grazie ad un poderoso lavoro degli uffici che non ha precedenti, siamo riusciti ad accorpare  una serie di servizi in unico e robusto bando da 16,7 milioni di euro, per migliorare il servizio e abbassare anche i costi, generando risparmi non solo per l’Ente, visto che il servizio è dato in concessione, ma soprattutto per le famiglie. Il Comune di Pescara con la tariffa di 3,56 euro a pasto diventa un esempio virtuoso a livello sia regionale che oltre.

Questo traguardo, che peraltro non era scontato, è stato costruito insieme ad altri compagni di viaggio, che saranno ulteriori garanti della qualità a cui il nuovo servizio punta: già da due anni collaboriamo con Coldiretti e l’associazione ISA che si occupa di prevenzione sanitaria e alimentare, perché il materiale richiesto per le mense sia stagionale, territoriale e a filiera corta.

Ora questa che sembrava una lontana ambizione diventa realtà dal 3 ottobre e saremo noi i primi controllori, perché se è diritto di ogni bambino avere cibo buono, di qualità e sano, è un preciso dovere e, in questo caso, volere dell’Amministrazione, fare in modo che tale diritto sia diffuso e reale”.

 

Sport

Attualità

Eventi

 

chiacchiere da ape

Lavoro

Politica

futurcasa

Notizie Montesilvano

Top News

Statistiche

Visite agli articoli
33233016

Powered By PlanetConsult.it