Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


 

In cosa differiscono le altre religioni cristiane dalla cattolica?

armageddonVi siete mai chiesti quali distinzioni ci sono e perchè tra tutte le chiese cristiane non cattoliche? In cosa credono? Quali sono le loro liturgie? Come sono nate?

Abbiamo chiesto al teologo Amedeo Gaetani queste domande e con un interessante articolo risponde sinteticamente chiarendo gli aspetti dottrinali, storici e pastorali di ognuna.

"Scisma d’Oriente, anno 1054. Avviene la prima divisione storica dell’unica chiesa

Incisione di Marco Ciarrocchi - Scultore e pittore Abruzzese -Armageddon

in due grandi blocchi: la chiesa Cattolica, che fa capo al papa di Roma e la chiesa Ortodossa, che fa capo al Patriarca di Costantinopoli.

Scisma d’Occidente, anno 1517. Martin Lutero condanna la vendita delle indulgenze e altre dissoluzioni della chiesa cattolica. Nasce la chiesa Protestante.

Ambedue gli scismi hanno come effetto il disconoscimento del potere assoluto del papa.

La chiesa Ortodossa d’Oriente non riconosce il papa e la sua pretesa giurisdizione per le chiese orientali (motivo dello scisma, che è rimasto inalterato). Professa comunque la medesima fede e gli stessi dogmi della chiesa cattolica: Dio-Trinità, divinità di Gesù Cristo, maternità divina di Maria, culto di Maria e dei santi. L’unica differenza nei confronti della chiesa cattolica è che i pastori ortodossi possono sposarsi e ammettono anche un solo divorzio per i fedeli ortodossi. Sarebbero propensi ad una riconciliazione con Roma e a riconoscere il primato del papa a patto che il papa stesso non pretenda che il suo monarchianismo assoluto si estenda anche alla chiesa d’oriente. Roma invece pretende non solo il primato riguardo alla fede e alla morale ma anche giurisdizionale del papa.

Riguardo ai sacramenti sono in tutto simili alla chiesa Cattolica, per cui Roma riconosce il battesimo operato dagli Ortodossi. Non possono celebrare insieme l’eucaristia( la messa) non essendo in comunione con il papa di Roma.

La fede protestante comprende due chiese più grandi:

La chiesa Luterana, frutto dello Scisma d’Occidente del 1517, ha estromesso dalla sua fede, oltre al primato del papa, come gli ortodossi, tutta la tradizione della chiesa dagli inizi fino al 1517, disconoscendo tutti i Concilii collocati in questo arco di tempo e mantenendo solo la Scrittura come deposito della fede.

I Luterani non riconoscono Maria come madre di Dio e quindi ne vietano il culto, così come vietano il culto dei santi e delle reliquie.

Hanno una loro celebrazione eucaristica ma qui l’eucaristia è valida solo al momento della celebrazione e non al di fuori di essa come fanno invece i cattolici con l’adorazione eucaristica. Inoltre riconoscono il sacerdozio e la celebrazione della messa. La confessione non è legata alla ricezione dell’eucaristia ma è un atto a se stante.

Riguardo ai sacramenti, oltre alla confessione riconoscono il battesimo e l’eucaristia.

La chiesa Anglicana che ha origine nel XVI secolo (1534) e riguarda l’Inghilterra, fa capo alla Regina d’Inghilterra che ne è il capo assoluto.

Riguardo alla fede, le chiese protestanti hanno mantenuto come fondamento solo la scrittura e scartato la tradizione a cui la chiesa cattolica dà ampio risalto insieme alla scrittura. Anche nella chiesa anglicana esiste un sacerdozio esteso anche alle donne così come l’episcopato. Gli anglicani celebrano, come i Luterani, la messa e amministrano i sacramenti del battesimo e dell’eucaristia.

Nel tempo, poi, si sono formate altre confessioni legate alla fede Protestante: la Chiesa Valdese, Battista, Avventista, Episcopale, Presbiteriana, Evangelica, Pentecostale ed altre confessioni che hanno una propria identità distaccata anche dalla chiesa originaria Protestante per cui è difficile dare, di queste piccole chiese, una connotazione ben specifica del loro credo. La cosa che più risalta in tutte queste chiese è la mancanza di un sacerdote e l’esaltazione della laicità per cui tutti possono predicare il Vangelo.

Se, comunque, si fa riferimento ai nomi che le caratterizzano si può intuire il carattere pastorale della loro fede:

Battisti: pongono l’ accento sul Battesimo degli adulti che scelgono spontaneamente di appartenere alla comunità cristiana.

Avventisti: Aspettano il ritorno di Gesù Cristo e quindi predicano la necessità di prepararsi all’incontro.

Episcopali: Clero organizzato gerarchicamente. Promuovono il Vangelo sociale.

Presbiteriani: Non ci sono vescovi ma sono organizzati dagli anziani(presbyteroi).

Evangelici: Animano la predicazione evangelica esclusivamente laica.

Pentecostali: Pongono l’accento sull’effusione dello Spirito Santo che anima la comunità cristiana.

La più importante di queste chiese, venuta fuori dalla Riforma Protestante, è quella Valdese che ha una sua struttura di fede che si richiama alla Scrittura e che non riconosce i sacramenti, né una morale da rispettare ma lascia liberi i suoi fedeli di autodeterminare la propria vita secondo coscienza. Non esistono sacerdoti di culto ma solo Pastori predicatori. La sua teologia è molto all’avanguardia rispetto al cattolicesimo e anche rispetto alle altre confessioni protestanti. Ritengo sia la chiesa che, più di altre, è vicina al messaggio evangelico di Gesù, in quanto esalta la laicità dell’uomo e delle istituzioni. "

 

chiacchiere da ape

Top News