Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


 
 
 

Mercoledì, 29 Novembre 2017 17:39

Città Sant'Angelo. Flash-mob “Lo Spaventa contro la Violenza”.

Città Sant’Angelo e Ananke – Centro antiviolenza di Pescara, il Magfest – Festival di donne nel teatro contemporaneo e l’Istituto Omnicomprensivo Bertrando Spaventa, organizza per domani, giovedì 30 novembre, un’iniziativa per la promozione di una cultura anti-discriminatoria e di parità di genere per le giovani generazioni.

Un ricco ed interessante programma per ricordare e sensibilizzare tutti su questa tema, per aiutare e far sentire meno sole le donne che hanno subito violenze. Una giornata che vede soprattutto i ragazzi protagonisti. Alle ore 8:30 i ragazzi della classe aperta “Open Mind” di Peer Educators del Liceo B. Spaventa allestiranno nel Chiostro Comunale la mostra “Stop violence against woman in the world” che verrà inaugurata alle ore 12:20 con delle letture e riflessioni a cura delle studentesse e degli studenti. Alle ore 10:30 al Teatro comunale ci sarà lo spettacolo “Antigone – Metamorfosi di un mito”, a cura del Magfest, il quale nasce dall’esigenza di mostrare soprattutto ai giovani quanta corrispondenza ci sia tra le storie dei miti e la vita di oggi, offrendo spunti per riflettere sui giganteschi drammi che vive l’uomo oggi, costretto spesso a scegliere tra “la legge degli dei e la legge degli uomini, tra la legge dell’amore e la legge dello Stato”.

Seguirà un incontro informativo con le operatici del Centro Antiviolenza Ananke di Pescara. La giornata si concluderà con l’inaugurazione della “Panchina Rossa”, simbolo della lotta per l’eliminazione della violenza contro le donne e in ricordo delle vittime di femminicidio, posizionata proprio davanti all’ingresso del Liceo B. Spaventa, luogo non scelto a caso. Saranno proprio i ragazzi di questa scuola ad animare un Flash-mob “Lo Spaventa contro la Violenza”. “Dobbiamo ancora inventarlo un mondo in cui gli uomini non usino violenza sulle donne e le donne non perdonino chi fa questo – dice il Vicesindaco con delega alla cultura e politiche giovanili Alice Fabbiani - Purtroppo molta violenza e di diverso tipo continua ad essere tollerata, nel silenzio e dell’indifferenza. A Città Sant’Angelo vogliamo impegnarci a far cambiare le cose. Questa è un’iniziativa per non dimenticare. Anche una panchina rossa che si distingue tra le altre è un modo per attirare l’attenzione. Dobbiamo affrontare un’enorme questione culturale, bisogna partire dalle scuole, avviare un percorso di riflessione critica, inoltrare il messaggio che è indispensabile la “lotta” contro ogni sopraffazione di genere”. “E’ estremamente importante sensibilizzare la comunità su questo argomento – commenta l’assessore alle politiche sociali Patrizia Longoverde – che purtroppo risulta sempre più attuale. È importante collaborare anche con le scuole. Si fa presente che i servizi sociali del Comune lavorano da tempo su questa problematica e sono sempre a disposizione di chi dovrebbe averne bisogno con assoluta sensibilità e riservatezza”.

 

chiacchiere da ape

Top News

Statistiche

Visite agli articoli
33233016