Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Giovedì, 13 Febbraio 2020 16:18

Milleproroghe. Buone notizie per gli ospedali di Penne e Popoli: no chiusura

Scritto da redenz

Grippa: Sisma, più tempo per imprenditori per quantificare danni subiti.

 

Milleproroghe, dal Parlamento i due onorevoli abruzzesi counicano due provvedimenti che interessano la provinvia di Pescara e le zone colpite dal sisma 2009.

Buone notizie per gli ospedali di Penne e Popoli

"Oggi, durante la votazione in Commissione Affari Costituzionali alla Camera, è stato approvato un mio emendamento grazie al quale viene prorogata, di un ulteriore anno, la deroga alla riorganizzazione ospedaliera prevista dal famigerato decreto Lorenzin. Ciò significa che grazie a questo gli ospedali di Penne e Popoli – così come altri ospedali che si trovano nel cratere sismico del Centro Italia, potranno evitare la chiusura o il declassamento. Il provvedimento, infatti, consente alla Regione Abruzzo di derogare a quanto previsto dal decreto Lorenzin sulla riorganizzazione ospedaliera, in particolare per quanto riguarda le strutture che si trovano a 30 chilometri dai Comuni all'interno del cosiddetto 'cratere sismico' del Centro Italia. La deroga sarà fino al 30 aprile 2022, ora la Regione ha ancora più tempo per salvare l'ospedale e garantire un servizio sanitario ai cittadini dell'aerea interessata." Così, in una nota, il portavoce del MoVimento 5 Stelle Andrea Colletti, primo firmatario dell'emendamento approvato a Montecitorio. "Fino ad oggi, nonostante la Regione Abruzzo avesse già la possibilità di scongiurare autonomamente il declassamento degli ospedali di Penne e Popoli, grazie sempre ad un mio emendamento, nulla è stato fatto. Ora si spera che la Regione Abruzzo non accampi più scuse. A differenza di chi abbandona la aree interne favorendone lo spopolamento, il Movimento 5 Stelle si impegna a beneficio di tutti i territori.

Grippa,piu' tempo per 'pesare' danni sisma 2019

"Le imprese abruzzesi non possono pagare le conseguenze di ritardi che nulla hanno a che fare con la loro volonta' nella quantificazione dei danni subiti a seguito del drammatico terremoto che ha colpito L'Aquila e i Comuni circostanti tra il 5 e il 6 aprile 2009. Per questo siamo soddisfatti dell'approvazione, da parte delle commissioni Affari costituzionali e Bilancio alla Camera, di un emendamento a mia prima firma al decreto milleproroghe che da' piu' tempo - fino a dicembre 2020 - agli imprenditori per quantificare i danni subiti: un segnale importante di sostegno e presenza dello Stato per le aziende coinvolte, per i lavoratori, l'indotto e per l'economia della Regione". Lo afferma la deputata abruzzese del MoVimento 5 Stelle Carmela Grippa.

Ultima modifica il Giovedì, 13 Febbraio 2020 16:27