Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


 
Giovedì, 05 Marzo 2020 18:28

Pescara. Controllo Volontari deiezioni canine e microchip.

Scritto da redenz
volontari volontari

Presentato in Comune il Piano per il Decoro Urbano 80 guardie zoofile di tre associazioni a lavoro da lunedì Contrasto alla mancata raccolta delle deiezioni canine e controlli sui microchip dei cani di proprietà.

Lotta a chi sporca strade, marciapiedi e, in particolare, parchi e giardini con le cacche dei propri cani. L’iniziativa adottata dall’amministrazione comunale – e comunicata dall’assessore alla Tutela del Mondo Animale, Nicoletta Di Nisio – è stata presentata questa mattina in conferenza stampa presso la sala giunta di palazzo di città alla presenza del sindaco Carlo Masci, dallo stesso assessore Nicoletta Di Nisio, del dirigente di settore Marco Molisani e della responsabile dell’ufficio Tutela del Mondo Animale Chiara Palanca; il Piano per il Decoro Urbano mira a determinare, attraverso la sorveglianza su tutto il territorio comunale (che sarà diviso in tre zone, assegnate poi ai singoli soggetti associativi che svolgeranno l’attività in convenzione con l’amministrazione), un deciso salto di qualità del livello del decoro urbano, legato sia a contrastare la mancata raccolta delle deiezioni canine e a controllare la microchippatura prevista per legge ma, più in generale, a favorire un’evoluzione positiva nei comportamenti di chi detiene un animale e deve quindi assumersi tutte le responsabilità conseguenti a questo. Il Comune ha infatti coinvolto, tramite apposito avviso pubblico, tre Associazioni animaliste operanti sul territorio del Comune di Pescara, aventi al loro interno guardie zoofile dotate di tesserino regionale e con la qualifica di guardia giurata, per avviare un’efficace attività di controllo sul rispetto della normativa inerente appunto l’obbligo di raccolta delle deiezioni e di microchippatura dei cani di proprietà, che, spesso vengono rinvenuti sul territorio o abbandonati dagli stessi proprietari. "Oggi realizziamo un altro impegno che avevamo assunto in campagna elettorale - ha detto il sindaco Carlo Masci - Una città dove non è più tollerabile alcun comportamento di inciviltà e questo in particolare, legato alla gestione sbagliata degli animali domestici, mi sta particolarmente a cuore. Quindi confido molto nel lavoro di questi 80 volontari – che ringrazio - per far fare un salto di qualità a tutti i pescaresi. La sanzione resterà certamente l’ultima ratio ma è chiaro che non possono più essere tollerati comportamenti che vanno contro il decoro e contro l’interesse collettivo, sporcando aree verdi e marciapiedi. Sono stati già affissi manifesti e quindi invito tutti i pescaresi a collaborare".

"Una città che vuole definirsi bella e civile – ha dichiarato l’assessore Nicoletta Di Nisio – deve essere “pulita” e non può più tollerare che si continuino a lasciare escrementi su marciapiedi e, ancor più grave, sulle aree di sgambettamento. Nell’interesse di Pescara e dei pescaresi abbiamo quindi deciso di voltare pagina". Le guardie zoofile delle tre Associazioni, rispettivamente “Guardia Civile Ambientale” (35 addetti), “Animalisti Volontari Pescara”(30) e “Guardia Ecozoofila Nazionale” (15), che opereranno in stretto rapporto e contatto con la sala operativa della Polizia Municipale, avranno il compito di informare ed educare i cittadini al rispetto delle norme e di sanzionare i trasgressori che non raccolgono le deiezioni canile e non microchippano i cani. E’ prevista una sanzione amministrativa che va da € 25 ad € 500 per entrambe le infrazioni (artt. n.5 e n.29 del Regolamento sulla Tutela e il Benessere animale del Comune). Le sanzioni risulteranno ancora più elevate per chi abbandonerà gli escrementi in immobili pubblici e sui bus dedicati al trasporto. "Sono stati installati dogy box - ha detto ancora Nicoletta Di Nisio - in tutte le aree di sgambetta mento-cani realizzati dal Comune e in diverse vie di Pescara. Le tre associazioni opereranno con l’utilizzo di unità composte di due volontari, automontate, bici-montate o che si muoveranno a piedi". "L’amministrazione - ha dichiarato Marco Molisani – fornirà ai volontari 20 biciclette elettriche (10 sono già disponibili), le tre aree dove saranno effettuate le verifiche sono Pescara Nord, Pescara Sud e Pescara Colli. E’ previsto un contributo per le Associazioni che parteciperanno al Servizio".

Alle Associazioni verranno fornite gratuitamente (in comodato d’uso), per l’espletamento del Servizio, alcune biciclette sia a pedalata assistita che normali, lettori di microchip, tesserini identificativi da apporre durante la vigilanza, verbali sanzionatori e prontuario relativo.

chiacchiere da ape

Top News

Statistiche

Visite agli articoli
33233743