Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


 

Venerdì, 13 Marzo 2020 12:32

Coronavirus/Montesilvano. 9 denunce: assembramento e mobilità fuori Comune

atteggiamento purtroppo ora inibito. atteggiamento purtroppo ora inibito. immagine generica e indicativa

Sono 9 le denunce effettuate dai Carabinieri di Montesilvano in questi giorni per violazione del DPCM.

Per assembramento e perchè circolavano senza giustificato motivo, non muniti di autocertificazione come richiesto dal nuovo DPCM, perciò i Carabinieri hanno denunciato ben 9 persone a Montesilvano.

Si tratta, riferisce il Capitano Luca La Verghetta della Compagnia di Montesilvano, di persone giovani, dai 20 ai 40 circa. Alcuni riuniti a chiacchierare, altri fermati fuori dal Comune di appartenenza senza un motivo tra quelli elencati nel DPCM o comunque valido e certificato.

Costituisce assembramento, chiarisce il capitano, ad esempio, "tre persone in un metro quadro".

I controlli proseguono in città per proteggere le persone dalla diffusione del Coronavirus, che l'OMS ha dichiarato pandemia.

E' reato, per l'emergenza in corso, trasgredire, vengono, nel caso, applicati due articoli del Codice penale: il 650, Inosservanza del provvedimento dell'autorità che prevede l'arresto fino a tre mesi o ammenda fino a 206 euro; il 452, delitti colposi contro la salute pubblica, ipotesi più grave, che persegue tutte le condotte idonee a produrre un pericolo per la salute pubblica. In questo caso c’è l’arresto dai sei mesi ai tre anni.

Altri reati potrebbero essere correlati.

Ultima modifica il Venerdì, 13 Marzo 2020 12:56

chiacchiere da ape