Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Martedì, 31 Marzo 2020 18:53

Covid19. Consentito passeggiare con il figlio. No Jogging

Scritto da A.C

La situazione in Italia: 31 marzo 2020, ore 18.00- ATTUALMENTE POSITIVI 77635  - DECEDUTI 12428 - GUARITI 15729

Sono 12428 le persone morte in Italia nella crisi coronavirus. Rispetto a ieri, sono stati registrati altri 837 decessi. Mappa della situazione in Italia. 

Lo rendono noto i dati diffusi dalla Protezione Civile. I guariti, in totale, sono 15729 (+1109). I casi attualmente positivi sono 77635 (+2107). In isolamento domiciliare 45420 persone, 28192 sono ricoverate con sintomi e 4023 sono in terapia intensiva. Nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del nuovo Coronavirus sul territorio nazionale i casi totali sono 105792, al momento sono 77635 le persone che risultano positive al virus.

I deceduti sono 12428, questo numero, però, potrà essere confermato solo dopo che l’Istituto Superiore di Sanità avrà stabilito la causa effettiva del decesso.

Siamo al picco.

"La curva che ci mostra le nuove diagnosi positive ai tamponi ci indica che stiamo arrivando a un plateau. Le misure messe in pratica nel nostro Paese stanno funzionando. Ma raggiungere il plateau non vuol dire aver raggiunto l'obiettivo, perché ora deve iniziare la discesa". Così Silvio Brusaferro, presidente dell'Istituto superiore di sanità (Iss), in conferenza stampa a Roma. "L'indice di contagiosità è ora vicino a 1 (R1). L'obiettivo è andare al di sotto dell'1 e il fine ultimo quello di arrivare a zero (R0)", ha quindi specificato.

"Dire che siamo arrivati al plateau vuol dire che siamo arrivati al picco, ma il picco non è una punta bensì un pianoro da cui ora dobbiamo discendere". Proprio perchè il picco "non è una 'punta' ma un pianoro - ha spiegato Brusaferro - ora dobbiamo scendere dall'altra parte". Bisogna però "essere cauti poichè - ha concluso - dalla situazione di pianoro l'epidemia può ripartire se molliamo rispetto alle misure di contenimento e isolamento in atto".

I dati "evidenziano in Lombardia una decrescita" dei nuovi casi di Covid-19, anche se "il numero di casi è ancora significativo", fa notare ancora Brusaferro segnalando anche una decrescita nelle Marche.

Consentito passeggiare con figlio.

È "da intendersi consentito, ad un solo genitore, camminare con i propri figli minori in quanto tale attività può essere ricondotta alle attività motorie all'aperto, purché in prossimità della propria abitazione". lo prevede una nuova circolare inviata dal Viminale ai prefetti per "chiarimenti" sui divieti di assembramento e spostamenti. E "l'attività motoria generalmente consentita", precisa il testo, "non va intesa come equivalente all'attività sportiva (jogging)". Possibile invece camminare "in prossimità della propria abitazione". "Esercitare il diritto al sole e alla primavera", così Roberto Bernabei del Comitato tecnico scientifico (Cts) in conferenza stampa alla Protezione civile, rispondendo a una domanda, ha definito la nuova indicazione del ministero degli Interni che consente a un solo genitore di passeggiare con i figli, purché vicino casa.

 

Ultima modifica il Martedì, 31 Marzo 2020 19:12

Top News

Statistiche

Visite agli articoli
29909874