Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Venerdì, 24 Aprile 2020 16:55

50% dei dispositivi di protezione sarà di produzione italiana

Scritto da nefer

Colletti: "è emersa l’estrema necessità del nostro Paese di affrontare con urgenza il problema del reperimento dei dispositivi di protezione individuale (DPI)"

“Sono ovviamente soddisfatto che il Governo abbia accolto la mia richiesta e si sia impegnato ad agire in tal senso. L’eccezionale situazione di emergenza epidemiologica in atto, diffusa a livello globale, ha fatto emergere l’estrema necessità del nostro Paese di affrontare con urgenza il problema del reperimento dei dispositivi di protezione individuale (DPI) che in alcuni casi, come quello che stiamo vivendo, può compromettere gravemente la tutela della salute, in particolar modo dei medici e degli operatori sanitari, i più esposti al rischio di contagio. In conseguenza di tale situazione pandemica molti Paesi hanno chiuso le esportazioni di prodotti a tutela della salute, determinando in Italia una grave carenza di dispositivi medici e dispositivi . Un fatto questo che non dovrà mai più verificarsi considerato che il rischio concreto del ripetersi di nuove emergenze sanitarie paventato dall’Organizzazione Mondiale della sanità e della comunità scientifica”.

Lo dichiara Andrea Colletti, deputato del MoVimento 5 Stelle a seguito dell’approvazione alla Camera di un ordine del giorno che impegna il Governo ad introdurre delle norme che garantiscano la produzione minima del 50% rispetto alla necessità nazionale nella produzione di dispositivi di protezione individuale. “Bisogna dare sostegno alle imprese italiane che riconvertono la produzione per soddisfare l’attuale fabbisogno di prodotti sanitari e di tutte le dotazioni indispensabili per contrastare efficientemente questa e future epidemie e in tale contesto è necessario perseguire l’obiettivo di diventare autosufficienti nella produzione e fornitura di DPI, o almeno di avere una base minima di produzione interna al fine di tutelare il diritto fondamentale alla salute, garantito dalla nostra costituzione e dal diritto europeo in maniera prioritaria e assoluta” conclude Colletti.

Top News

Statistiche

Visite agli articoli
30028156