Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Lunedì, 01 Giugno 2020 17:35

Abruzzo, dal 30 giugno pagoPa per pagamenti telematici agli Enti.

Scritto da redenz

La Regione Abruzzo, in ottemperanza a quanto disposto dal Cad (Codice dell’amministrazione digitale), aderisce tempestivamente al sistema nazionale dei pagamenti “PagoPa”, individuando l’Aric quale intermediario tecnologico che offrirà gratuitamente i relativi servizi al cittadino, dal prossimo 30 giugno.

A partire da questa data, infatti, scatta l’obbligatorietà di seguire il nodo nazionale pagoPa relativamente ai pagamenti telematici verso la Pubblica Amministrazione. Lo rende noto, l’assessore al Bilancio, Guido Liris.

“Per agevolare l’assolvimento di tale obbligo, l’Agenzia regionale di informatica e committenza offre alla Regione, agli Enti strumentali regionali e alle società partecipate, la possibilità di aderire al sistema pagoPA attraverso la propria piattaforma – spiega – uno strumento che permette di pagare i tributi in modo semplice e sicuro, creando un collegamento tra cittadini, PA e prestatori di servizi di pagamento. Il cittadino può scegliere la modalità di pagamento a seconda delle proprie preferenze ed abitudini, ottenendo in tempo reale la ricevuta. Mentre la PA potrà chiudere immediatamente la posizione debitoria del contribuente al momento stesso del pagamento. PagoPA rappresenta, in sostanza, la nuova era dei pagamenti elettronici ed è finalizzato a rendere più agevole e trasparente qualsiasi operazione verso la Pubblica Amministrazione, offrendo al cittadino metodi di versamento moderni, ed al mercato un sistema più aperto e flessibile – precisa - uno strumento che comporta, altresì, un risparmio economico. Si possono effettuare i pagamenti direttamente sul sito o sull’applicazione mobile dell’Ente o attraverso i canali sia fisici che online di banche e altri prestatori di Servizi di pagamento , come ad esempio le agenzie di banca, gli home banking, gli sportelli ATM, i punti vendita Sisal, Lottomatica, Banca 5 e presso gli uffici postali. In quest’ottica riferisce l’Assessore - si è recentemente proceduto alla sottoscrizione di una apposita convenzione tra l’Aric e l’Arta (l’Agenzia regionale per la tutela dell’ambiente), che segue gli accordi già formalizzati con altri Enti”.

Con l’Arta, infatti, salgono a 16 le realtà già presenti nel circuito pagoPa: Azienda Sanitaria Locale 4 Teramo,

ASL di Lanciano Vasto Chieti,

ASL 1 Avezzano, Sulmona, L’Aquila,

Azienda per il diritto agli studi universitari di Chieti,

Addizionale regionale gas naturale ARISGAM,

Demanio Idrico e Fluviale - Ufficio contabile e finanziario,

Servizio Patrimonio Immobiliare,

Comune di Monteodorisio,

Comune di Fresagrandinaria,

Comune di Salle,

Comune di Roccaspinalveti,

Comune di Campo di Giove,

Comune di Montesilvano,

Comune di Lentella,

Comune di Pineto.

“È ferma intenzione – riprende l’Assessore - proseguire nell'ampliamento del novero delle amministrazioni che potranno consentire un simile beneficio all’ utente finale – e rivolgo ancora una volta un plauso ed un ringraziamento all’Aric – conclude - che continua a lavorare nel solco del rilancio dell’Agenzia, anche sotto il profilo dell’informatica e nonostante il difficile periodo ancora connesso all’emergenza sanitaria del covid-19”.