Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Giovedì, 06 Agosto 2020 19:33

Abruzzo/Porti. Finanziamenti di 21,2 milioni di euro per Pescara, 6 per Ortona

Scritto da A.C.

La Regione ottiene nuovi finanziamenti per i porti di Ortona e Pescara. Masci: "passo concreto per la rinascita e la piena funzionalità del porto di Pescara

 Pescara, 6 agosto 2020 - Con la legge di 'Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2017 e bilancio pluriennale per il triennio 2017-2019' è stata disposta una puntuale ripartizione del Fondo per gli investimenti e lo sviluppo infrastrutturale del Paese tra cui anche al settore dell’infrastruttura portuale di rango nazionale. Da una prima bozza di decreto ministeriale e di opere da finanziare, presentata dalle Autorità di sistema portuale, non erano previsti investimenti sulle due infrastrutture portuali abruzzesi di Pescara e Ortona. La Regione Abruzzo si è quindi attivata subito nell’ambito della Commissione Infrastrutture della Conferenza delle Regioni per arrivare a prevedere investimenti su entrambe le realtà portuali. E’ stata quindi proposta la modifica e l’integrazione alla bozza del testo del Decreto ministeriale inserendo l’intervento di deviazione del porto canale di Pescara per 21,2 milioni di euro e l’intervento di potenziamento e ampliamento del porto di Ortona per sei milioni di euro.

“Grazie a questa azione incisiva, condotta all’interno della Commissione Infrastrutture, tali previsioni sono state inserite nella bozza di decreto per le quali il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti provvederà entro il 30 settembre ad effettuare l’istruttoria finalizzata al successivo finanziamento. I porti nazionali verranno finanziati con risorse dello Stato e non con i fondi a disposizione della Regione – ha dichiarato il sottosegretario alle infrastrutture e ai trasporti, Umberto D’Annuntiis - un risultato brillante, ogni oltre attesa, per il porto di Pescara che permetterà di fornire, senza soluzione di continuità, adeguate e concrete risposte alle attese che da ormai troppi anni sono rimaste nell’incertezza. Interventi che porteranno benefici sullo sviluppo dell’imprenditorialità e dell’occupazione oltre che in una ottica a favore dello sviluppo della intermodalità gomma-ferro-acqua”. “L’attenzione che dedichiamo al sistema delle infrastrutture portuali – ha detto il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio – consente una vera e propria inversione di tendenza rispetto al passato, quando venivano sottratte risorse agli interventi programmatori di competenza regionale per coprire gli interventi sui porti nazionali. Adesso con i finanziamenti statali si riuscirà, grazie all’aumento dei fondi a disposizione, a dare impulso ai traffici merci internazionali via mare, a dare risposte alle aziende del territorio che avranno un hub marittimo nelle vicinanze e alle attività imprenditoriali che vivono grazie alla presenza dei porti”.

Il sindaco Carlo Masci ha commentato la notizia del finanziamento, "Un passo concreto per la rinascita e la piena funzionalità del porto di Pescara. L’intervento della Regione Abruzzo che ha ottenuto un investimento statale da 21,2 milioni di euro merita un plauso per aver riportato all’attenzione nazionale i problemi e le potenzialità di sviluppo dello scalo marittimo pescarese. È stato infatti l’Ente a incidere sulle decisioni che porteranno il Ministero delle infrastrutture a effettuare l’istruttoria e quindi il finanziamento. L’intervento di deviazione del porto canale, oltre a risolvere questioni ormai annose, fungerà da volano economico per le prospettive di crescita di diverse categorie imprenditoriali, con ricaduta positiva sull’occupazione. Con quest'ultimo finanziamento, che corona l'intenso lavoro e l'impegno della Regione e del Comune, si completa la provvista finanziaria che consentirà di riportare presto Pescara a essere una importante città di riferimento nel medio Adriatico, dal punto di vista commerciale e turistico e dell’interscambio nazionale e internazionale".