Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Sabato, 23 Gennaio 2021 18:59

Italia Nostra di Pescara, ecco i tre mesi di attività su digitale

Scritto da redenz

Gli incontri si terranno online su Piattaforma digitale Microsoft teams, cliccando sul link che verrà inviato, di volta in volta, prima di ciascun evento, ai soci di Italia Nostra ed a tutti coloro che ne faranno apposita richiesta, con una mail a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il collegamento sarà disponibile anche sulla home page del sito http://Inx.italianostra.pescara.it/wp e sulla pagina Facebook di Italia Nostra Pescara https://m.facebook.com/pescara.italianostra

GENNAIO

29 Venerdì, ore 18 - Incontro con il biologo Giovanni Damiani, consigliere nazionale di Italia Nostra, sul tema Le scorie nucleari: dove e come stoccarle in sicurezza. E’ stata avviata la procedura di consultazioni per l’individuazione del sito ove costruire il deposito unico nazionale per i rifiuti radioattivi: parliamone insieme. L’Italia ha necessità di sistemare in sicurezza i propri rifiuti radioattivi che oggi si trovano in condizioni non adeguate e talvolta critiche, in 20 località del nostro Paese. Non provengono solo dalle centrali atomiche chiuse dal 1987 a seguito del referendum d’iniziativa popolare. Vi sono anche i rifiuti radioattivi derivanti dall’industria, dalla medicina nucleare, dalla ricerca, da altri settori civili, già prodotti ed altri che necessariamente se ne produrranno.

FEBBRAIO

10 Mecoledì, ore 18,30 - Incontro con la scrittrice abruzzese Donatella Di Pietrantonio, che dialogherà con il giornalista della RAI Antimo Amore sul suo recente romanzo Borgo Sud (Einaudi 2020), che è il seguito de L’Arminuta, (Premio Campiello 2017). In tutti i suoi romanzi l’Abruzzo ha un ruolo preminente, come paesaggio e come legame con chi lo abita. A farsi largo nella storia di Borgo Sud è il quartiere della marineria di Pescara, risuonante di voci dialettali e appartato dalla città, con i suoi odori e sapori marcati dei cibi cucinati, con l’odore del mare che entra in casa.

 

17 Mercoledì, ore 18 - Incontro con l’architetto Michele Manigrasso, sul tema TERRE DI CONFINE APPARENTE: paesaggi costieri italiani nello scenario dei cambiamenti climatici. I paesaggi costieri italiani, già  pesantemente modificati dall’uomo, subiscono ora anche lo stress dei cambiamenti climatici, in uno scenario di profonda incertezza. Occorrono nuovi strumenti interdisciplinari per volgere la sfida del clima in opportunità; per aumentare sicurezza e qualità dei territori, aprendo anche occasioni a un lavoro sempre più fragile nello scenario attuale.

 

23 Martedì, ore 18 - Incontro con l’archeologo Guido Palmerini, ricercatore del laboratorio CEPAM dell’Université Còte d’Azur (Nizza), sul tema Majella rock project: ricerche archeologiche sull'arte rupestre dell'Appennino abruzzese. Nel Parco Nazionale della Majella si concentrano alcune tra le più importanti testimonianze sull’evoluzione dell’Uomo in ambiente montano. Tra i documenti più interessanti e meno studiati della regione, c’è l’arte rupestre post glaciale che con le sue immagini stilizzate, incise e dipinte in rosso o nero, fornisce alcuni indizi sulla vita dei nostri antichi progenitori nella tarda Preistoria Abruzzese. Chi erano? In quale ambiente vivevano? E come erano organizzati? Oltre ai caratteri generali dell’arte rupestre abruzzese, saranno introdotti alcuni risultati preliminari del #MajellaRockArtProject, progetto di ricerca scientifica patrocinato dal Parco Nazionale della Majella.

Dopo l’incontro si svolgerà l’Assemblea dei soci per l’approvazione delle attività svolte e del Bilancio consuntivo 2020, con votazione tramite lettera o e-mail da far pervenire entro le ore 12 del 24 febbraio, presso la cassetta postale della sede o all’indirizzo di posta elettronica: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

MARZO

5 Venerdì, ore 18 - Per il ciclo "Dove va Pescara", Pescara: la cancellazione della città del ‘900. Assistiamo a numerosi episodi che stanno determinando l’impoverimento del patrimonio storico architettonico della città di Pescara. Una stagione di demolizioni e ricostruzioni con trasformazioni incongrue che cancellano oltre gli edifici, anche i caratteri testimoniali dello spazio urbano e del tessuto consolidato novecentesco, risultato di stratificazioni che fanno parte dell’ identità sociale e culturale della città. Ne parleranno gli architetti Massimo Palladini, Piero Ferretti, Ippolita Ranù, dirigenti della sezione di Italia Nostra di Pescara

 

15 Lunedì, ore 18,30 - Incontro con Lia Giancristofaro, professore associato in Materie Demo-Etno-Antropologiche presso l’Università di Chieti, autrice insieme a Valentina Lapiccirella Zingari del libro Patrimonio culturale immateriale e società civile, Edizioni Aracne. La relatrice ci parlerà delle leggi internazionali ratificate dall'Italia (Convenzione Unesco 2003 e Convenzione di Faro) e dei processi in corso, basati sulla cooperazione per la salvaguardia del patrimonio culturale


25 Giovedi, ore 18 - Per il ciclo Paesaggi Letterari: Buccio di Ranallo e la Cronica aquilana. Una pandemia del Medioevo. Incontro con Lucilla Sergiacomo. I media da un anno dedicano grande spazio all’informazione sull’epidemia mondiale di Covid19. Tuttavia, una riflessione su quanto accade e ai suoi possibili epiloghi può essere ricercata anche in autori e pensatori che hanno raccontato le pandemie affrontate dall’umanità, da Lucrezio a Camus, da Tucidide a Manzoni, da Boccaccio al meno noto cronista e poeta aquilano Buccio. Nella sua Cronica si ricostruiscono realisticamente la peste del 1348 che colpì L’Aquila stravolgendo le regole della convivenza sociale e la rinata vitalità cittadina che dopo la pestilenza ricompose un mondo dominato dalla spregiudicatezza e dalla voglia di arricchirsi.