Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Mercoledì, 05 Maggio 2021 10:13

‘Na jura d’amore” è un canto aquilano

Scritto da nefer

Versi di Mario Lolli Musica di Camillo Berardi

 ‘Na jura d’amore” è un canto aquilano che fa pensare a “Una giornata d’amore”, a “Un’ora di amore”o a “Un giuramento d’amore”, significa - invece - “Una scintilla d’amore”.

Il componimento scritto da Mario Lolli e  musicato da Camillo Berardi, è eseguito dalla Corale Folkloristica di Rocca di Cambio (AQ), diretta dal M° Pino Pignatelli.

Il poeta Mario Lolli, che nei componimenti in vernacolo utilizza anche antiche voci aquilane - oggi desuete o del tutto scomparse - si è servito del termine “Jura” per descrivere l’amore tentennante di Carmela nei confronti del proprio innamorato che, per lla sfotunata situazione, patisce un senso di vuoto e d’immensa sofferenza. L’amore di Carmela è ‘Na jura, cioè una scintilla, 

“che s’appiccia ma pocu dura”

“è ‘nu focu che s’abbrucia ma dura pocu”

e il termine descrive con grande efficacia la caratteristica intermittente, labile e di fulminea durata del sentimento amoroso della giovane ragazza.

Scrive Concetta Persico, realizzatrice del video: "Per illustrare questo Canto che celebra l'amore inteso come passione fisica e mentale, dunque "effimero", come d'altronde tutti i sentimenti e la vita stessa, sono stati utilizzati dipinti noti di personaggi famosi: Adamo ed Eva (di W. Blake e dello stesso artista "Turbine d'amore"). Carmela è la bellissima e perfida Turandot, una donna completamente anaffettiva che viene però sconfitta (o conquistata) dall'amore.

Il "legante d'amore" è rappresentato da Paolo e Francesca (Canto V della Divina Commedia) . "Amor che a nullo amato amar perdona..."

Il tragico amore di Paolo Malatesta e Francesca da Rimini ha ispirato Dante e successivamente numerosi artisti, soprattutto in epoca romantica. Un sentimento caratterizzato da una passione irrefrenabile non controllata dalla ragione. Molti pittori, soprattutto nell'800, hanno rappresentato teatralmente la loro storia d'amore e, ancora oggi, tutti conoscono e celebrano questi due personaggi.

Come si può altrimenti rispondere alla domanda dell’innamorato di Carmela?

Che cos'è questo sentimento così coinvolgente e misterioso?

Forse l'amore che dura per sempre è quello contrastato o idealizzato o irrealizzato?!

Ma no, è meglio pensare che l'amore sia ‘Na jura che s'appiccia ma pocu dura

e combattere per farlo durare il più a lungo possibile".

 

Ecco il link per ascoltare in un video l’esecuzione corale del componimento:

 

 

Ultima modifica il Giovedì, 06 Maggio 2021 15:01