Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Martedì, 11 Maggio 2021 16:16

Montesilvano. Scoperti 2.500 m2 di discarica abusiva, piena di rifiuti pericolosi - video

Scritto da redenz

 oltre 380.000 Kg di rifiuti speciali pericolosi abbandonati sul suolo vegetale. Elicottero dalla Guardia di Finanza individua una discarica abusiva di 2.500 m2. Un indagato e migliaia di euro di tributi non versati.

Prosegue, incessante, l’attività della Guardia di Finanza di controllo economico del territorio mediante una fattiva sinergia tra il dispositivo terrestre e la componente aeronavale. I finanzieri della Sezione Aerea di Pescara, nel corso delle attività finalizzate al contrasto dei reati ambientali legati al ciclo dei rifiuti speciali, hanno individuato dall’alto, mediante l’impiego di un elicottero AW-139, un’area di 2.500 m2 dove era stata realizzata una discarica abusiva, insistente sul comune di Montesilvano (PE).

Il sopralluogo, effettuato in data 8 aprile dai finanzieri del Reparto Operativo Aeronavale, i collaborazione con i colleghi del Gruppo Pescara, ha confermato la presenza di oltre 380.000 Kg di rifiuti speciali pericolosi abbandonati sul suolo vegetale.

A conclusione delle attività le Fiamme Gialle hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Pescara 4 soggetti ritenuti responsabili della gestione di rifiuti non autorizzata, realizzazione di discarica abusiva e violazioni al “Testo Unico Ambientale”. Si è proceduto pertanto ad applicare la misura cautelare del sequestro preventivo ex art. 321 c.p.p. all’intera area nonché ai rifiuti speciali, ivi contenuti.

Relativamente agli aspetti ambientali e della salute dei cittadini, a seguito dell’intervento è stata informata l’Agenzia Regionale per la Tutela dell’Ambiente (A.R.T.A. Abruzzo) per l’esecuzione della campionatura dei materiali rinvenuti e la successiva bonifica del sito sequestrato, da effettuare a carico del trasgressore. Parallelamente, l’operazione svolta implica aspetti di natura tributaria connessi alla cosiddetta “ecotassa”, il tributo speciale previsto per il deposito in discarica di rifiuti solidi, che si applica anche nei confronti di chi illecitamente mette a disposizione aree di terreno adibendole a discariche non autorizzate. La base imponibile, determinata in relazione alla quantità e alla tipologia dei rifiuti stimata dai tecnici intervenuti sul sito, ha consentito di accertare migliaia di euro di tributi non versati.

 Pettinari: chi inquina deve pagare.

“Ringrazio per l’enorme lavoro svolto a tutela del territorio la Guardia di Finanza e tutti coloro che hanno collaborato per l’individuazione di una discarica abusiva nel territorio di Montesilvano." Così il Vice presidente del Consiglio regionale Domenico Pettinari.

"I veicoli che abbiamo visto nei video registrati dalla forze dell’ordine, parzialmente demoliti e abbandonati senza copertura su un terreno non adeguatamente impermeabilizzato potrebbero rappresentare causa di accumulo al suolo di sostanze devastanti per l’ambiente e la salute. Soprattutto in caso di pioggia, questi elementi vanno a inquinare gravemente. Ora la Regione, per il tramite dell’Arta, deve svolgere tempestivamente le analisi di sua competenza per individuare eventuali inquinanti che si sono accumulati nel sito. Bisogna mettere in campo nel più breve tempo possibile questa attività necessaria per bonificare l’area e scongiurare potenziali danni alla salute dei cittadini. Non possiamo permetterci che questo scempio resti esposto alle intemperie per troppo tempo. Chi inquina deve pagare, senza tutela dell’ambiente non c’è futuro e questo è un principio che deve entrare bene nella testa di chi per denaro deturpa il territorio e quindi anche la vita di chi lo abita”. 

Ultima modifica il Martedì, 11 Maggio 2021 16:40