Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Mercoledì, 12 Maggio 2021 17:03

Frasca, vinse il premio Pulitzer. I suoi erano di Capistrello.

Scritto da nefer

John Anthony Frasca nel 1966 ottenne come giornalista il prestigioso “Premio Pulitzer”. I suoi genitori erano emigrati da Capistrello in provincia dell’Aquila. Geremia Mancini – presidente onorario “Ambasciatori della fame” racconta la sua storia.

John Anthony Frasca nacque a Lynn, in Massachusetts, il 25 maggio del 1916, da Michael Angelo e Maria Giordani (entrambi nati a Capistrello in provincia dell’Aquila). Il padre nato, l’8 maggio 1879, era figlio di Antonio e Domenica Di Domenico (operò nel settore degli appalti dal 1920 costruendo alcuni degli edifici più belli di Lynn).

John Anthony Frasca si diplomò, nel 1935, alla “Lynn Classical High School”. L’anno dopo iniziò a lavorare come gruista alla “General Electric Co. Ltd.” a Lynn. Dopo la sua laurea ottenuta al “Mississippi College” di Clinton iniziò la sua carriera giornalistica come reporter del quotidiano “Hattiesburg American” (vi lavorò dal 1940 al 1942). I tre anni successivi servì con il Corpo dei Marines degli Stati Uniti durante la Seconda Guerra Mondiale e fu congedato come 1° tenente. Dopo la guerra Frasca tornò al giornalismo: dal 1945-1948 lavorò per la “United Press International” (agenzia d'informazione statunitense fondata nel 1907) in Texas, prima come corrispondente dalla capitale ad Austin e poi a Dallas. Dal 1948-1953 fu redattore per il “Boston American”. Nei tre anni successivi lavorò come redattore per il “Philadelphia Daily News”. Frasca fu addetto stampa e consigliere del potente David Leo Lawrence (sindaco di Pittsburgh e governatore della Pennsylvania) e collaborò con Michael Angelo Musmanno giudice della Corte Suprema della Pennsylvania. Nel 1964 divenne giornalista del “The Tampa Tribune” ottenendo nel 1965 il “Heywood Broun Award” (premia il grande giornalismo ed in particolare il giornalismo che denuncia l'ingiustizia sociale). Poi nel 1966 arrivò addirittura il “Premio Pulitzer” (considerato la più prestigiosa onorificenza per il giornalismo). Una delle motivazione del “Premio Pulitzer” fu: “per il suo lavoro nel liberare Robert Lamar Watson, un uomo della Florida condannato a 10 anni di prigione per rapina a mano armata. Il signor Watson fu liberato dopo che il signor Frasca scoprì numerose falle nel caso e un altro uomo finalmente confessò”. John Anthony Frasca scrisse anche numerosi libri e tra questi: “The Unstoppable Glenn Turner”; “The mulberry tree” e “Con Man or Saint”. John Anthony Frasca sposò, nel 1948, Louise Cummings che gli diede cinque figli: Charlotte, Sydney, Karen, John Anthony Jr. e Michele. John Anthony Frasca morì a Tampa in Florida il 3 dicembre del 1979.