Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Lunedì, 17 Maggio 2021 17:23

Colibrì Ensemble torna sul palco al Flaiano.

Scritto da edirenz

Domenica 23 maggio il concerto al Flaiano. In estate Disney e Cinema all’Aurum

Il Colibrì Ensemble, dopo il lungo periodo di stop dovuto all’emergenza Covid, è pronto a ripartire.

L’orchestra ritornerà sul palcoscenico domenica 23 maggio come sempre all’Auditorium Flaiano alle 19. Il guerriero Coriolano sarà il primo ad entrare in scena in tutta la sua forza emotiva e passionale presente nella celebre Ouverture. Lascerà poi il posto al canto del violino solista di Francesca Dego; si tratta di una tra le giovani violiniste più richieste sulla scena musicale internazionale, artista Deutsche Grammophon dal 2012, vive a Londra e suona due preziosi violini Francesco Ruggeri (Cremona 1697) e il Giuseppe Guarneri del Gesù ex-Ricci (Cremona 1734). Con uno di loro eseguirà il meraviglioso concerto di Mendelssohn. Nella seconda parte l’orchestra sarà protagonista sulla scena trascinando il pubblico sulle note di Beethoven e della sua seconda sinfonia.

“È stato sicuramente un inverno difficile - racconta Andrea Gallo direttore artistico del Colibrì - una traversata che ha coinvolto tutto il mondo della cultura e dello spettacolo, ma sotto le ceneri non si è mai spenta la passione che ha da sempre permesso a questo progetto di superare ogni difficoltà”.

In questi mesi il Colibrì non ha mai smesso di suonare, i suoi musicisti si sono incontrati e sotto l’ironica e satirica icona di “#famolostreaming” hanno prodotto una vera e propria stagione da camera. Sono stati infatti mandati in streaming ben sette concerti, con organici differenti dai tre, quattro fino ai dodici elementi. “Tenersi in contatto, rivedersi, in questo periodo è stato di fondamentale importanza - continua Gallo -. Per molti di noi musicisti, è stata anche una boccata d’aria, un’oasi di salvezza, in grado di rincuorarci in questo inverno senza musica dal vivo”. Convinto fin da subito che lo streaming non potesse essere la soluzione a lungo termine, il Colibrì ha saputo riadattarsi ed è stato in grado di mantenere accesa la passione e lo spirito di squadra che lo hanno sempre contraddistinto.

“La nostra sala prove è diventata pian piano sempre più simile a uno studio televisivo - spiega la presidente Gina Barlafante - ci siamo dovuti cimentare in ambiti che vedevamo lontani, ma che in questi mesi sono diventati quasi un pane quotidiano”. Insomma al di là dei suoi molteplici aspetti negativi, lo streaming ha saputo anche creare delle opportunità; un modo diverso di approcciarsi alla costruzione di un concerto. “Suonare per un pubblico online cambia non solo le percezioni emotive, ma anche quelle fisiche - racconta Gallo -. Il suono non ha bisogno di viaggiare fino in fondo alla sala, ma paradossalmente il suo viaggio si esaurisce nel condensatore di un microfono. Anche l’approccio acustico per un musicista cambia non poco e diventa più simile a quello utilizzato in uno studio di registrazione”. Per i prossimi mesi sono in cantiere diversi progetti e l’estate sarà senz’altro un’occasione per riprendere contatto con il pubblico, rivedersi, riabbracciarsi seppure metaforicamente.

Dopo questo primo appuntamento del 23 maggio al Flaiano, l’orchestra ritornerà in scena il 19 giugno all’aperto nel piazzale Michelucci dell’Aurum, con lo spettacolo Disney the cartoonist.

Questa volta lo sguardo sarà rivolto al mondo delle favole e alla musica che ha dato vita, carattere e movenze ai più famosi personaggi Disney. “Una storia che vede Walt protagonista di un viaggio attraverso tutte le sue cerature, una serata dedicata ai bambini, ma al tempo stesso piacevole anche per un pubblico adulto” - continua Gallo, che in questa occasione è autore dei testi e ideatore dello spettacolo. Sul palcoscenico, oltre all’orchestra, saranno protagonisti la cantante Elisa Metus, l’attore Alessandro Rapattoni e il disegnatore Fabrizio Pluc Di Nicola. Uno spettacolo che mette insieme musica, teatro e arti figurative, discipline in grado di tendersi reciprocamente la mano, emozionare, commuovere.

Il 17 luglio (sempre all’aperto, nel piazzale Michelucci dell’Aurum) sarà invece l’occasione per un appuntamento dedicato al cinema e alle più belle colonne sonore della storia. Dopo il successo del concerto realizzato lo scorso anno in occasione della scomparsa del M° Morricone, il Colibrì porterà in scena una nuova edizione del Cinema in musica con altri capolavori musicali del grande schermo come Il Padrino, Indiana Jones, L’ultimo dei moicani, Braveheart, Il Postino e tante altre. Nel frattempo è in cantiere la nuova Stagione Concertistica che come di consueto inizierà in autunno e che verrà presentata a fine estate. Il concerto di ripartenza del 23 maggio al Flaiano sarà chiaramente incluso nell’abbonamento già valido per la stagione passata, mentre per gli appuntamenti di giugno e luglio presto saranno messi in vendita i biglietti. “I nostri abbonati sono stati davvero comprensivi e generosi - racconta la Barlafante -. Nessuno ha chiesto il rimborso dell’abbonamento e non vediamo l’ora di restituire non solo i concerti in programma, ma anche quanto di meglio sappiamo fare sul palcoscenico”.

I biglietti sono in vendita online su ciaotickets.com e nei punti vendita indicati sul sito dell’orchestra (www.colibriensemble.it). Per informazioni è possibile chiamare il 328.3638738.