Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Mercoledì, 17 Novembre 2021 09:01

Chieti/PNRR, Sinistra Italiana: dalla Regione chiedere fondi per il rifacimento rete idrica

Scritto da nefer

"Altro che 'mancanza di attenzione istituzionale' e 'buona creanza quando si indice una riunione con enti sovracomunali' …"

Gennaro Garofalo, segretario del circolo di Chieti di Sinistra Italiana Alberta Giannini, consigliere comunale Edoardo Raimondi, consigliere comunale Enrico Raimondi, Assessore a della giunta di Chieti affermano in una nota stampa: "A differenza di quanto asserisce il consigliere regionale di maggioranza, Mauro Febbo, l'assenza di ERSI ed ACA al 'tavolo' annunciato nel consiglio comunale straordinario del 22 settembre scorso, alla presenza degli stessi rappresentanti di ERSI ed ACA, sono la plastica manifestazione di una gestione del Sistema Idrico Integrato che perde credibilità giorno dopo giorno."

Prosegue la nota: "La popolazione di Chieti soffre da anni tutte le conseguenze di una gestione autoreferenziale del Sistema Idrico Integrato e non sopporta più di essere presa in giro da signorotti attempati e tranquilli dietro i loro incarichi dirigenziali pubblici. Le accuse del consigliere regionale lasciano allibita la città che tanto ha dato allo stesso Febbo il quale invece di rivendicare immeritatamente l’assegnazione dei fondi PNRR, che peraltro non sembrano riguardare minimamente la rete idrica cittadina di Chieti, farebbe metà del suo dovere battendosi per ottenere dalla Regione i fondi per il rifacimento totale della rete idrica di Chieti che, con una dispersione superiore al 75%, è la più disastrata del Paese."

La domanda posta: "Non prova disagio, il caro consigliere, sapendo che i suoi concittadini sono umiliati dal peggiore dei servizi idrici del Paese?"

"L’improvvisato maestro di cerimonie, dovrebbe ricordare ad ERSI ed ACA che Chieti, oltre che la sua città, è un capoluogo di provincia ed è una delle città più popolose della Regione ed ha tutte le ragioni per pretendere la disponibilità e l’efficienza dei manager pubblici che gestiscono il Sistema Idrico Integrato. E, poiché non vogliamo lasciare al sig. Mauro Febbo nessuna possibilità di continuare a dare priorità al galateo, suggeriamo al consigliere regionale di maggioranza di agire per contrastare gli articoli del DDL CONCORRENZA che, in questi giorni, si sta discutendo in Parlamento e che minaccia di consegnare agli interessi di imprenditori privati l’uso dell’acqua. Il DDL CONCORRENZA calpesta la volontà espressa nel giugno 2011 da ben 26 milioni di Italiani, ovvero il 95,35% dei votanti, di NON PRIVATIZZARE IL BENE PUBBLICO ACQUA."

Concludono: "Altro che formalismi, si pensi a cose concrete perché Chieti è stufa. Il Partito, i consiglieri e l'assessore di Sinistra Italiana Chieti rimarranno vigili e non lasceranno da soli i cittadini di Chieti, neanche quelli che hanno votato per il centro destra."

Top News

Statistiche

Visite agli articoli
33217907