Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


Giovedì, 14 Gennaio 2016 18:09

Bowie. Concerto alla Carnegie Hall ci sarà. Blackstar: "Guardatemi, sono lassù." -video

Scritto da ....
da Lazarus da Lazarus

"Quante volte cade un angelo? Quante persone mentono invece di parlare di fatti scomodi? Egli calpestò una terra consacrata, gridò rumorosamente in mezzo alla folla" - Roma - "Cenere alla cenere": David Bowie ha scelto di andarsene come cantava in una delle sue più celebri canzoni "Ashes to Ashes".

 Il Duca Bianco è stato cremato a New York in gran segreto, senza amici né parenti, subito dopo la sua morte avvenuta domenica dopo una battaglia di 18 mesi contro il cancro. A darne notizia sono stati diversi media, tra cui il tabloid inglese Daily Mirror. Una fonte anonima ha raccontato che Bowie aveva confidato ai suoi cari che voleva andarsene "senza clamori", cerimonie pubbliche o memoriali. "Non ci sarà nulla. Nessun funzione pubblica o privata".

Il camaleonte del rock, dai mille volti, ma geloso del suo privato, potrebbe aver scelto il servizio di "cremazione diretta" offerto sul sito web del dipartimento della Salute dello stato di New York. Una volta accertata la morte, "il corpo viene trasferito nel luogo della cremazione, che avviene senza alcuna cerimonia religiosa". Il costo varia dai 700 ai 900 dollari.  Nessun memoriale, ma un album testamento: questa l'eredità di Bowie che lo scorso 8 gennaio, nel giorno del suo 69mo compleanno, aveva pubblicato Blackstar. Il disco, già acclamato dalla critica prima della morte del Duca Bianco, era stato anticipato dal singolo Lazarus , accompagnato da un video che si apre con l'artista avvolto con bende bianche e due bottoni al posto degli occhi, è sdraiato su un letto di ospedale. "Guardatemi, sono lassù. Ho cicatrici che non possono essere viste. Ora mi conosceranno tutti" canta nella prima strofa.
Un'uscita di scena studiata come fosse la sceneggiatura di un film, e circolano voci che Bowie abbia anche scelto il momento in cui andarsene ricorrendo all'eutanasia. Alla fine un tributo ci sarà: il concerto annunciato prima della sua morte e previsto per il 31 marzo al Carnagie Hall di Londra è stato trasformato in un una celebrazione per ricordare il Duca Bianco. Tra i nomi già confermati Cyndi Lauper, The Roots e i Mountain Goat, ma molti danno per certa anche la presenza di Paul McCartney e Mick Jagger, vecchio amico di Bowie. (AGI)

Ultima modifica il Giovedì, 14 Gennaio 2016 18:26