Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


 
Martedì, 07 Giugno 2022 19:22

Eventi culturali: appuntamenti della settimana in Abruzzo

Scritto da a.C.

Ecco gli appuntamenti culturali in Abruzzo.

“Calcio&Arte”, doppio evento editoriale e artistico 

Pescara, “Colore.Materia.Vita” inaugurazione della personale di Gino Berardi

Marziani dal parrucchiere 2-Editoria artigiana e collettività 

Il fascino dell’Effimero. Personale di Mirta Maranca a Atri (giornaledimontesilvano.com)

 

Pescara, The door hinge - A cura di Massimiliano Scuderi

Corso vittorio Emanuele II n. 10 | 4° piano - Pescara Seconda personale a Pescara di Alexandra Barth. La mostra, a cura di Massimiliano Scuderi, rappresenta l’ultima ricerca pittorica della pittrice slovacca che trova origine ed ispirazione nel Precisionismo americano, movimento che vide, a cavallo tra le due grandi guerre, artisti come Charles Scheeler e Giorgia O’Keeffe articolare un linguaggio fondendo il cubismo al realismo. Alexandra Barth (1989, Malacky, Slovacchia) è interessata agli aspetti peculiari dell’attività umana, nella disposizione sistematica dello spazio, negli aspetti intimi dell’architettura degli oggetti di utilità. L'uso dell'aerografia le consente di lavorare con l'impronta della “realtà fotografica”. Fondendo il minimalismo al gusto postmoderno per la frammentarietà e l’infra-ordinario, apre l’orizzonte critico della pittura sulla pittura. Giulio Carlo Argan nel 1976 parlando di “pittura-pittura” affermava che essa non è un linguaggio, cioè un mezzo per significare altro da sé. La pittura può muoversi soltanto entro i propri limiti…la pittura non può essere giudicata se non dall’interno della pittura e cioè che l’operazione critica è coestensiva e contemporanea dell’operazione pittorica. I numerosi quadri in mostra presso lo spazio A SUD rappresentano il saggio di una pratica pittorica attenta che ricorda illustri predecessori come Domenico Gnoli che focalizzando l’attenzione sui particolari determinò un nuovo modo di guardare al quotidiano, nei molteplici aspetti di una monumentale ordinarietà oppure la costruzione delle immagini enigmatiche di Magritte. La mostra, promossa dalla Fondazione Zimei con il supporto dello Slovak Arts Council, sarà visitabile da sabato 11 Giugno 2022 alle ore 18.00 fino al 3 settembre 2022, presso A SUD, nel rispetto delle misure anti-Covid 19. 

 

Spoltore, “I Fantastici 14 e il tesoro perduto”

sabato 11 giugno ore 11.00 - Biblioteca Comunale Via Dietro le Mura, 10 - Spoltore Presentazione e mostra del libro “I Fantastici 14 e il tesoro perduto” creatività, coralità, autorialità e il libro eccolo qua! Sabato 11 giugno 2022, ore 11.00, Biblioteca Comunale Via Dietro le Mura, 10 Spoltore, un evento singolare e speciale sarà presentato al pubblico: la mostra dei libri dal titolo “I FANTASTICI 14 E IL TESORO PERDUTO”. Libri auto costruiti ed illustrati da bambine e bambini, ragazze e ragazzi tra 8 e 12 anni, autori della storia inventata durante le attività del laboratorio creativo GIOCALIBRO a cura di Cam Lecce e Jörg Grünert Tutto inizia con la passione del condividere la potenzialità della creatività come strumento di crescita e formazione, come volano di sviluppo delle intelligenze multiple, come mezzo di reciprocità per condividere la scoperta dell’imparare imparando ed è fatta, perché i bambini e le bambine i ragazzi e le ragazze amano imparare e sorprendere. Oltre le funzioni essenziali di scrittura creativa, l’utilizzo del binomio fantastico rodariano, per le illustrazioni sono state proposte diverse tecniche: dall’uso della matita come strumento base di disegno agli acquerelli, dai colori a cera a quelli pastello e a spirito, e introdotti differenti stili rappresentativi dal didascalico, al simbolico, all’astratto.

E’ nata così la storia “I Fantastici 14 e il tesoro perduto”, che narra di un viaggio nei portali dello spazio/tempo in cui superare prove e interpretare misteri per risolvere un arcano che incombe sui    protagonisti studiosi di astronomia. In mostra, insieme con i libri, saranno visibili i segni che hanno tracciato la processualità creativa per la loro realizzazione. Obiettivo principale del progetto era quello di promuovere empatia per la lettura,    socializzazione e comunicazione tra pari e adulti. L’auspico è che questa esperienza creativa vissuta con forte emozione sostenga i minori a mantenere saldi nel tempo interesse e curiosità per la conoscenza, la cultura, l’arte. Il progetto è stato ideato e condotto da Cam Lecce e Jörg Grünert dell’Associazione Deposito Dei Segni Onlus, con il sostegno dell’Assessorato alla Pubblica Istruzione e Cultura del Comune di Spoltore, Fondazione Pescarabruzzo, in collaborazione con la Pro Loco Spoltore Terra dei 5 Borghi. .  

 L'Aquila, MAxxi, appuntamenti.

 Primo appuntamento venerdì 10 giugno alle 17.00 con il curator’s tour condotto da Bartolomeo Pietromarchi, direttore del MAXXI L’Aquila e curatore, con Fanny Borel, della mostra In itinere che presenta opere realizzate su committenza da Armin Linke, MASBEDO e Claudia Pajewski. Una mostra nata grazie alla collaborazione del MAXXI L’Aquila con Gran Sasso Science Institute, Museo Nazionale d’Abruzzo e con i Laboratori Nazionali di Fisica del Gran Sasso e che, nei tre mesi di allestimento, ha saputo coinvolgere e trasportare i visitatori in un immaginifico viaggio al centro della terra, tra memoria e futuro. A partire dai progetti fotografici Gran Sasso di Armin Linke e Bias di Claudia Pajewski che conducono attraverso percorsi sotterranei e memorie sepolte e accompagnano dalla preistoria al futuro, passando per la videoinstallazione multicanale Gli occhi del topo dei MASBEDO che guida alla scoperta di percorsi e spazi sotterranei del cinquecentesco Forte Spagnolo dell’Aquila, fino al metaverso con i portali del FLOATING STUDIO di Miltos Manetas.

La partecipazione al curator’s tour è gratuita previo acquisto del biglietto d'ingresso al Museo. Il numero di posti è limitato. Necessaria la prenotazione sul sito del museo all’indirizzo: https://maxxilaquila.art/evento/bartolomeo-pietromarchi-racconta-in-itinere/.

A seguire, sempre venerdì 10 giugno, alle 18.30 si terrà nella Sala Polifunzionale del Museo l’incontro in collaborazione con Marsilio Editore dedicato al volume Senzamargine. Passaggi nell’arte italiana a cavallo del millennio a cura di Bartolomeo Pietromarchi e Stefano Chiodi, storico dell’arte, critico e curatore L’ingresso è libero fino a esaurimento posti. Con gli autori interverranno l’artista Paolo Icaro e gli storici dell’Arte Contemporanea Lara Conte, Sharon Hecker e Riccardo Venturi. Attraverso i saggi di critici e studiosi internazionali il volume offre un’approfondita introduzione all’opera dei dieci maestri dell’arte contemporanea, da Carla Accardi a Paolo Icaro, da Jannis Kounellis a Mario Schifano, protagonisti al MAXXI di Roma della mostra Senzamargine. Passaggi nell’arte italiana a cavallo del millennio e propone nuove letture e spunti di riflessione utili a una riscrittura del canone dell’arte degli ultimi decenni. Sullo sfondo la necessità di una nuova narrazione dell’esperienza italiana, anche al di là della sua continuità territoriale, capace di mettere in luce al suo interno la coesistenza di tradizioni, linee e vettori individuali non riducibili a una comune matrice o “identità”. Sabato 11 giugno, invece, in programma l’escursione al rifugio Duca degli Abruzzi “Da Campo Imperatore al Gran Sasso” in occasione della mostra Mappa Appennino discorso sul pittorico, sul paesaggio nell’andare per l’Appennino come ponte sul Mediterraneo, l’artista Angelo Bellobono invita il pubblico a condividere con lui una parte del suo percorso e della sua ricerca, sperimentando nuovi approcci al gesto del camminare e intessendo nuove relazioni.

L’evento è gratuito, per partecipare è necessaria la prenotazione scrivendo direttamente alla guida Federico Ziri (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) fino a due giorni prima dell’evento. Per tutte le informazioni e le indicazioni pratiche si consiglia di visitare la pagina: https://maxxilaquila.art/evento/escursione-al-rifugio-duca-degli-abruzzi-maxxi-laquila/. All’escursione seguirà la visita alla mostra con l’autore, alle ore 15.00.

Domenica 12 giugno, ultimo giorno per visitare le mostre dalle 11 alle 19. Il MAXXI L’Aquila sarà chiuso dal 13 al 30 giugno per permettere l’allestimento della nuova mostra internazionale Afterimage, curata da Bartolomeo Pietromarchi e Alessandro Rabottini, che verrà inaugurata venerdì 1° luglio.

 

Teramo.  Eleonora Palantrani presenta "Due Anime"

Teramo. Sarà presentato sabato 11 giugno, alle ore 18, presso il Park Hotel Sporting di Teramo, la seconda opera letteraria della scrittrice Eleonora Palantrani dal titolo “Due Anime” edito dalla Artemia Nova Editrice di Teramo. Interverranno: Elso Simone Serpentini, filosofo e scrittore; Manola Di Pasquale, avvocato e l’autrice. La serata sarà moderata da Marcello Farina, psicoanalista. “Un uomo sparisce da un giorno all’altro. Senza spiegazioni. Dal Paradiso all’Inferno in un batter d’occhio. Un altro ha un senso del possesso così ingombrante da togliere il respiro. Quello che lasciano entrambi sono ferite. E cicatrici, cicatrici dell’anima. Ma chi porta dentro di sé un dolore, i superstiti, si riconoscono e magari si tendono una mano. Due storie, due donne, due anime”. Eleonora Palantrani è nata a Varese, ma da piccolissima si è trasferita a Teramo. Dopo il liceo classico, si è laureata in Scienze della Comunicazione ed è appassionata di letteratura, musica, cinema e teatro. Nel 2019 con Artemia Nova Editrice (Teramo) ha pubblicato la sua opera prima “Il vento che porta via”.

“Filumena Marturano” all’Auditorium Petruzzi di Pescara

La compagnia teatrale della sezione pescarese dell'Associazione Nazionale della Polizia Penitenziaria mette in scena la celebre commedia di Eduardo De Filippo Venerdì 10 giugno alle 21:00 all'Auditorium Petruzzi del Museo delle Genti d'Abruzzo di Pescara andrà in scena “Filumena Marturano” a cura della compagnia “TeatrAnppe”, fiore all’occhiello della sezione pescarese dell'Associazione Nazionale di Polizia Penitenziaria, inaugurata nel 2018 e intitolata al giudice Emilio Alessandrini. L’Anppe è l’unica organizzazione, a livello nazionale, rappresentativa del personale del disciolto Corpo degli agenti di custodia e del Corpo di polizia penitenziaria in congedo. Tra le sue tante finalità statutarie vi è anche quella di collaborare con enti e istituzioni per svolgere attività di tipo sociale, culturale, ricreativo e sportivo: proprio per questo motivo, su impulso dell'ex comandante della polizia penitenziaria prima di Pescara e poi di Chieti, Valentino Di Bartolomeo, tragicamente scomparso lo scorso anno vittima del Covid, è nata la compagnia teatrale “TeatrAnppe”, che riunisce circa una quindicina di agenti di polizia penitenziaria, sia in servizio che in pensione. “Filumena Marturano”, si legge nelle note della regista Paola Capone, “è sicuramente l’opera più nota e più ampiamente divulgata del vasto repertorio eduardiano. Fu rappresentata per la prima volta la Teatro Politeama di Napoli per poi essere replicata nei più importanti teatri italiani ed europei. La commedia trae spunto da una notizia di cronaca: una donna, a Napoli, convivente con un uomo, riesce a farsi sposare fingendosi moribonda. Oggi l’episodio sembrerebbe a dir poco anacronistico ma, al di là delle convenzioni sociali, si può ritenere la commedia di un’attualità disarmante. Oggi, più di ieri, assume vitale valore il richiamo all’istituto della famiglia per recuperare quel bisogno di sicurezza determinato dallo smarrimento socio-affettivo che affligge l’odierna società, barricata in una sorta di individualismo collettivo”. I biglietti (posto unico 5 euro) sono disponibili sul circuito CiaoTickets e l'incasso della serata sarà interamente devoluto alla Fondazione Genti d'Abruzzo.

Pescara/Matta. Hub Aterno: di pietre e di acque

Residenza d’arte contemporanea con l’artista Laura Viale, dal titolo Hub Aterno: di pietre e di acque a cura di Marcella Russo che, ideata all’interno del progetto Matta#texture, con cui Artisti per il Matta ha vinto il bando Creative Living Lab – Edizione 3, promosso dal Ministero della Cultura - Direzione Generale Creatività Contemporanea, fino al 12 giugno si concentrerà sull’area urbana del Fiume Aterno.

In continuità con la mission della rete, il progetto nasce dal desiderio di tessere legami e riconnettere le persone, tutte, con l’estrema sostanza della loro umanità, usando come tramite i diversi linguaggi artistici amplificati delle tecnologie e nutriti di un pensiero ecologico. Hub Aterno: di pietre e di acque, progetto partecipato e con approccio green, prevede durante la permanenza dell’artista, l’approfondimento della storia del Fiume, dalla sorgente fino all’area urbana di Pescara e il suo rapporto con il quartiere e la città. La residenza permetterà di definire l’opera che verrà realizzata dall’artista. Nella ricerca di Laura Viale, lavoro natura e artificio, realtà e finzione, sono il campo per la ricerca di soglie percettive sospese tra esperienza sensibile e astrazione. Attraverso la natura – in contesti urbanizzati quanto in luoghi selvaggi – esplora spazi di possibile intersezione tra il mondo esterno e quello interiore. I suoi “paesaggi” sono inviti a coltivare un modo contemplativo di guardare il mondo, che è, oltre al suo significato personale, una pratica importante per relazionarsi con l’ambiente.  

San Giovanni ad Insulam la “Lunga notte delle chiese” con visita alla cripta e concerto gospel.

La “Lunga notte delle chiese” è la prima notte bianca dei luoghi di culto in cui si fondono musica, arte, cultura in chiave di riflessione e spiritualità. L’idea nasce nel 2016 dal progetto, già attuato e di successo, della “Lange Nacht der Kirchen” che si svolge in Austria e in Alto Adige già da parecchi anni, coinvolgendo centinaia di chiese contemporaneamente. Venerdì 10 giugno la splendida chiesa di San Giovanni ad Insulam ad Isola del Gran Sasso d’Italia, proprio nell’ambito della “Lunga notte delle chiese”, a partire dalle ore 18 aprirà la sua suggestiva cripta consentendone la visita a gruppi di 10 persone. Quindi, alle ore 21, ospiterà il ”concerto per il creato” del “Blue Voices Gospel Choir” diretto dal M° Rita Grue.

Pescara. Il giornalista Federico Pace a Pescara con "La più bella estate" "La più bella estate": un augurio ma anche il nuovo libro Einaudi dello scrittore e giornalista Federico Pace, che venerdì 10 giugno alle ore 18.30 sarà alla Mondadori Bookstore di Pescara, via Milano, per parlare delle "storie di una stagione in cui tutto è possibile"; il giornalista sarà accolto dall'Assessore alla Cultura per il Comune di Pescara Maria Rita Carota, molto attenta alla "filosofia della lettura". Dialoga con l'autore la giornalista pescarese Alessandra Renzetti. La tappa pescarese risulta essere tra le prime per questo libro (novità di maggio 2022) già in vetta alle classifiche, e che ha creato da subito un grande interesse da parte del pubblico dei lettori. La sua maestosa lentezza. L’esplodere di una natura inattesa, a volte estrema. Un tuffo in acqua. Lo sfiorarsi delle labbra. I silenzi. Gli incontri. Le città deserte. Le notti che si dissolvono nel giorno senza cesura. Al pari di esploratori che si nutrono dell’ignoto, ogni anno si è pronti a perdercisi dietro la chimera dell’estate, la stagione piú effimera. La piú luminosa, ma forse anche la piú amara. Quando finisce infatti si sente un vuoto dentro. E il ricordo delle emozioni provate non smette di inseguire. Quali che siano le esperienze vissute, le gioie o le disfatte, al pari dell’araba fenice l’estate risorge sempre dalle sue stesse ceneri, riproponendo, mescolati insieme, la meraviglia, il sogno e il disincanto. Federico Pace racconta da angoli inediti storie emblematiche e avvincenti che hanno preso vita durante quei giorni così infuocati da suscitare le aspettative piú vertiginose. Storie accadute a chi ha lasciato che l’estate, ancora una volta, portasse con sé una strana felicità.

Giovanni Palatucci – L’ultimo Questore di Fiume italiana

E' il titolo del libro che sarà presentato giovedì 9 giugno 2022 alle ore 17.30, presso la Sala Benito Lanci della Casa di Conversazione di Lanciano.

Dopo i saluti istituzionali di Filippo Paolini, Sindaco di Lanciano e di Gianni Orecchioni, neopresidente della casa editrice Carabba, insieme all’autore Ennio Di Francesco, già Ufficiale dei Carabinieri e Commissario di Polizia, interverranno Ciro Riviezzo, magistrato già Presidente del Tribunale de L’Aquila, Francesco De Cicco, Questore di Chieti, Emidio Cipollone, Arcivescovo di Lanciano – Ortona. I lavori saranno coordinati da Lucio Valentini, giornalista RAI.

“Trasuda la misericordia di chi, in ogni circostanza, fa prevalere l’amore cristiano contro ogni violenza sociale e di razza, pur ammantata di Diritto. Negli anni terribili segnati dall’ideologia nazista e dall’odio razziale, il giovane Questore di Fiume, a rischio della propria vita, si adoperò per salvare tanti ebrei, che diversamente, sarebbero stati destinati ai campi di concentramento. Ha rischiato la vita per salvare quella degli altri, perché fosse rispettata la dignità di ogni individuo”. Così scrive nella Postfazione Matteo Maria Cardinale Zuppi Arcivescovo di Bologna, nonché nuovo Presidente della CEI e amico dell’autore del libro. “La lettura del libro di Di Francesco mi ha turbato moltissimo sia per i terribili fatti narrati, ma anche perché la tragica fase in atto in questi mesi ci dice che i temi trattati non appartengono più ad un passato lontano e considerato definitivamente archiviato in Europa”, commenta Giovanni Di Fonzo, Presidente dell’associazione RATI. RATI auspica una ampia e numerosa partecipazione e ringrazia l’Ordine forense di Lanciano e la sua Presidente, avv. Silvana Vassalli, per l’adesione alla iniziativa con il riconoscimento dei Crediti formativi per i partecipanti.

Ripartono i “Gelati Letterari” ed “Arte a la Playa” in piazza Le Laudi a Pescara

Giovedì 9 giugno 2022, a partire dalle ore 20,30, sarà inaugurata la prima puntata di “Gelati Letterari” presso il complesso balneare “La Playa” - Piazza Le Laudi, 2 - Pescara. La serata, presentata da Antonio Fagnani, Presidente dell’Ass. “I Borghi della Riviera dannunziana”, vedrà la partecipazione di Andrea La Rovere che converserà con Roberta Zimei, Domenico Di Carlo con Francesca Giardiello e Giovanni Assetta con Licio Di Biase. A seguire la rubrica “Arte a la Playa”, che giunge quest’anno alla Terza Edizione, durante la quale il curatore d’arte Leonardo Paglialonga, in qualità di Direttore artistico dell’Ass. “I Borghi della Riviera dannunziana”, presenterà la pittrice Paola De Luca per quanto riguarda la sua poetica artistica tra “realismo pittorico e simbolismo iconografico”. Le opere rimarranno in mostra presso i locali dello stabilimento balneare “La Playa” fino al 15 giugno. La kermesse nel suo complesso proseguirà fino all’11 agosto, ogni giovedì sera a partire dalle ore 20,30, e vedrà la costante partecipazione di poeti, autori di libri ed artisti. Per info. 3271449954.

Le opere di Carla Rigato in mostra al Museo delle Genti d'Abruzzo

L'acqua è suono che diventa colore e colore che diventa racconto. Così "Sommersi" di Carla Rigato raccoglie e descrive, in una ventina di opere, un percorso di maturazione personale e artistico molto profondo. La personale dell'artista, curata da Chiara Marangoni che si terrà dall’11 al 26 giugno nello “Spazio Arte” del Museo delle Genti d’Abruzzo a Pescara. La mostra inaugurerà sabato 11 giugno alle ore 18 e sarà visitabile il mercoledì, giovedì e venerdì, dalle ore 9 alle 13. Il sabato e la domenica dalle ore 16 alle ore 20 ad ingresso gratuito. Carla Rigato racconta e usa lo spazio con grande libertà, crea visioni e cosmi di colore. La potenza dell’arte informale è il vigore del gesto, le scelte cromatiche parlano direttamente nell’intimo, fanno risuonare sensazioni ed emozioni, evocano immagini libere dal condizionamento formale. "È solo pura razionalità spesso la nostra – spiega la curatrice Chiara Marangoni – noi che abbiamo bisogno di rassicurazione in questo viaggio nelle emozioni, nelle note di una sinfonia irrompente, per cui dare un titolo all’opera ci riconduce a una forma e categoria che conosciamo. Queste grandi tele potrebbero non avere titolo, sarebbe bello togliere didascalie e testi critici, ed essere noi spettatori a dover scrivere e dare un titolo alle nostre sensazioni di fronte a queste composizioni ove la forma è divenuta un’ombra di luce e colore".

Pescara, incontro sul Vivere in digitale

Un momento di studio si tiene sabato alle 18 presso la Galleria Spazio Bianco a Pescara con l'organizzazione della Proloco Pescara Aternum e dell 'Associazione culturale Cesare Di Carlo sul tema Vivere in digitale. All'incontro, moderato dal critico d'arte e letterario Massimo Pasqualone, interverranno Andrea Cangini, giornalista e senatore della Repubblica, che presenterà il suo libro Cocaweb; Silvio Maresca, imprenditore e saggista, col suo libro Socialtotalitarismo, cui seguiranno gli interventi di Enrico Leonardo Camilli, funzionario della Commissione Europea, Mauro Balsassarre, sociologo ed educatore, Pietro Casari, sociologo, Luca Di Clerico, imprenditore e formatore. Il presidente della Proloco Pescara Aternum Guerino D'Agnese sottolinea come "Internet sarebbe dovuto essere uno strumento nelle nostre mani, nelle intenzioni degli inventori mentre sta diventando sempre più il navigatore delle nostre vite. Se la rivoluzione industriale ha modicato i beni a nostra disposizione la rivoluzione digitale sta modificando l'umanità nei comportamenti e nell'animo. Forse è il caso di parlarne con chi ne sa piu' di noi su questa rivoluzione antropologica. Ed il momento di studio va in questa direzione."

 

Ultima modifica il Venerdì, 10 Giugno 2022 20:09

chiacchiere da ape