Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...


 

 
 
 
Lunedì, 04 Dicembre 2023 18:45

Manoppello, aggiudicati lavori da 5 milioni di euro per nido e scuola dell’infanzia

Nuovo polo dell’istruzione a Ripacorbaria

  Energeticamente autosufficiente, inserito in un contesto ambientale di grande bellezza e concepito per essere uno spazio unico integrato. Sono stati aggiudicati all’impresa Rimoter di Tocco da Casauria i lavori per la costruzione del polo dell’Infanzia di Ripacorbaria, in via Don Rocco D’Alessandro, che vedrà la realizzazione di due nuovi edifici scolastici con impianti planimetrici che rimandano al cerchio e al quadrato, forme geometriche pure. Il campus dell’istruzione, immerso nel verde, con spazi dedicati alla didattica multidisciplinare, laboratori, aree per il gioco e l’apprendimento, sarà realizzato grazie ai quasi cinque milioni di euro complessivi di fondi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, ottenuti dal Comune per la costruzione di una nuova scuola dell’infanzia e di un asilo nido che hanno ottenuto rispettivamente finanziamenti per 4 milioni e 70 mila euro e 880mila euro. “Con ogni probabilità riusciremo ad avviare i lavori entro fine anno – ha spiegato il primo cittadino Giorgio De Luca – e dunque a concretizzare tutto l’impegno portato avanti nel tempo dagli uffici comunali e dai professionisti incaricati, dal reperimento dei fondi, alla progettazione, all’espletamento delle procedure di gara. Il polo dell’istruzione di Ripacorbaria sarà tecnologicamente all’avanguardia, con spazi sicuri in cui accoglieremo al meglio e in sicurezza piccoli alunni, educatori, docenti e personale. Nido e scuola dell’infanzia saranno ospitati in due in grado di produrre tutto l’apporto energetico necessario al proprio funzionamento sia per la climatizzazione che per l’aspetto illuminotecnico – ha aggiunto il sindaco – e avranno a disposizione spazi verdi in cui saranno realizzati un orto scolastico e un piccolo bosco didattico, sfruttando la vegetazione esistente”. Concepite su un unico livello e con patio centrale, così da enfatizzare il rapporto tra lo spazio interno e l’ambiente esterno; asilo nido e scuola dell’infanzia saranno in grado di rispondere alle esigenze sempre crescenti del territorio e rappresenteranno un fiore all’occhiello del patrimonio pubblico scolastico. Le ampie vetrate permetteranno a bambine e bambini di orientarsi autonomamente all’interno delle strutture rimanendo sempre in contatto visivo con lo spazio naturale esterno. Giardini d’inverno, aree esterne coperte, spazi interni flessibili e multifunzionali saranno la scena per vivere esperienze di crescita, gioco e apprendimento.

 

chiacchiere da ape

Top News

Statistiche

Visite agli articoli
33233016